Ciao Alberto


Ieri Alberto Bonanni, pestato a sangue tre anni fa da un gruppo di esseri ignobili, ha smesso di respirare. Non si è mai ripreso da quella brutta notte e forse la morte è un sollievo rispetto alla vita-non-vita a cui era stato condannato.

Una consolazione che non basta a mitigare il dolore per la sua scomparsa. Ciao Alberto, mi mancherai.
796176-bonanni

 

Quel Rude Venerdì Metallico /156:MegaSplit, Mega-ritorni?



I Megadeth come saprete, hanno perso due pezzi qualche settimana fa. Chris Broderick, talentuoso chitarrista ex-Jag Panzer ed ex-Nevermore e Shawn Drover, ottimo batterista che subentrò insieme al fratello Glenn  nel lontano 2004. Niente di nuovo, la vera notizia è che Drover abbia resistito al fianco di Mustaine per ben dieci anni, la nota curiosa è che le prime speculazioni sui sostituti sono ovviamente guidate dalla nostalgia: si parla niente di meno che di Menza e Friedman, per una reunion dell’età d’oro dei Megadeth. Il fulvo Padre non smentisce, per ora sembra solo una voce che attende conferma. Intanto Glenn Drover e Jeff Young hanno fatto sapere di non essere interessati a tornare nella band, dichiarazioni seguite da un bel “ma che ce frega!” da parte di fan e dei due Dave.

Personalmente non so come andrà a finire e chi sceglierà Mustaine per rimpinguare la formazione, ma di sicuro non auspicherei una reunion con Menza e Friedman, meglio lasciare ai libri di “Storia Metalla” le gloriose gesta di quella formazione, soprattutto alla luce di una merda come “Supercollider” e un Mustaine ormai “ingentilito” e privo di quella scintilla che caratterizzava il suo modo di comporre. Menza e Friedman sono il solito spauracchio del nostalgico, la voce dei ricordi che torna ad urlare, speranzosa di far rivivere un’epoca che non potrà mai tornare, una scelta di sicuro vincente per gli introiti dei futuri shows di reunion, un terno al lotto però per quel che riguarda un futuro nuovo disco in studio. Gli ultimi dischi dei Megadeth erano una tranquilla passeggiata nel già sentito, un accettabile galleggiare in uno stato di cristallizzazione, interrotti con un’evoluzione melodica-AOR inascoltabile col già citato “Super Collider”, uno status che va bene per molti vecchi leoni ormai sazi e pigri. Una reunion potrebbe portare dei buoni frutti come per gli ormai “prendiamoli-sempre-ad-esempio-come-reunion-di-successo” Carcass, oppure una stanca riproposizione di ciò che fu, metteteci pure gli At the Gates?

Una domanda senza risposta certa, un interrogativo da soddisfare con ipotesi e nulla più.

Mustaine, o rosso Padre, io posso solo sperare che se anche dovessi riportare nella MegaChurch i due apostati Menza e Friedman, non pensare ad agghiaccianti remake sotto falso nome di “Rust in Peace”, non proseguire nella tremenda svolta AOR, ma dacci il nostro Metallo quotidiano e non indurci ad ignorare i tuoi nuovi salmi. Amen

ee

“Now, one day I started telling everyone that ‘Killing band members Is My Business..’ and I was hung like a martyr yeeeeaah!”

The Gallery CLXIX


Cari amici vicini e lontani, bentornati alla più longeva ed esaustiva mostra d’Arte mai vista. I nostri scopi sono da sempre consentire ai nostri visitatori di usufruire in maniera chiara e funzionale delle opere esposte, fornire assistenza puntuale per ogni esigenza e sostenere quanti non ce la fanno. L’Arte richiede un prezzo e spesso viene pagato nelle nostre sale, ma grazie al nostro staff e ad un’assicurazione gratuita compresa nel biglietto, nessuno si è mai pentito di averci scelto. Quindi cosa fate ancora con quel biglietto in mano? Addentratevi a passo sicuro dietro la nostra guida, non perdetevi nemmeno una goccia della pioggia di opere che avete a disposizione.

 1.Terzo occhio

ff

“Ma che è una clessidra quella? ma ancora co le clessidre stamo?” Si domanda il teschio dal terzo occhio, ammirando con poco interesse l’antico sistema di conteggio delle ore. Intanto una falce appena tratteggiata e una nebbia mefitica, minacciano la sua buona giornata.

2.Interpretazione errata

ff

Un altro teschio, stavolta incappucciato. Sembrerebbe intento nel suonare n flauto, ma recenti studi dell’opera (con l’ausilio di ingrandimenti e raggi ultraviolenti) hanno dimostrato che quello non è un flauto ma una baguette. Al teschio ci piace mangiare mentre guarda la gente che lavora. 

3.Specie estinta

fff

Questa stampa è un documento eccezionale, ci mostra l’unica testimonianza visiva del “Cinghialus Ernis maior”, ovvero l’ormai estinto “Cinghiale con un ernia enorme”, scomparso anche per comodità dai libri di zoologia. Decimato dai contadini per la sua succosa  carne, scomparve  a causa della sua lentezza nel fuggire.

4.Riletture

fff

Un’interessante rilettura della “Pietà” di Michelangelo, in chiave “zombi-porca-madonna”. Se oggi il grande Buonarroti fosse qui picchierebbe a sangue l’autore di questa rilettura al suono di “Ah mo’ non favelli più co’la bocca gonfia eh?”

 

5.Erotismo anni 90

ddd

Un’opera che imita la grafica da pubblicità dei numeri erotici anni 90, di quelli che si trovavano su Teletutto, la guida TV dove c’erano le donnine con le zinne di fuori. Il messaggio lanciato dalla signorina è chiarissimo con quella chiave inglese in mano, in un’atmosfera “pippa-horror” efficacissima.

Più che una guida TV, un manuale.

Più che una guida TV, un manuale.

Siamo arrivati nella parte dell’ampliamento che esiste grazie ai vostri sforzi. Grazie agli amici segnalatori che hanno provveduto a prolungare la vostra agonia  visita in queste sale. Il primo da omaggiare è il prode Alberto, lo ringraziamo facendogli giungere i vostri complimenti per il suo “trittico dell’inquietudine femminile alla fine del 900″

6.La donna uccello

ggg

La ragazza con il corpo da uccello rientra in una corrente di erotismo piuttosto sottile e onirica. La realizzazione povera e senza una chiara visione di insieme in quest’opera è voluta, aiuta chi guarda a raggiungere un livello di percezione maggiore del messaggio. Quasi invoglia a sognarlo, oppure a dormire e pensare ad altro.

.

7.Donna in caccia

h

In una spoglia cantina(sala?rustico?studio dentistico?) un’infermiera(?) sta elettrificando la sua vittima, dopo averla bendata sul volto. Non si poteva guardare quel tipo, rimorchiato dopo una passeggiata in centro. Fanno da contorno delle scritte che apparirebbero vergognose anche nel Teletutto di cui sopra.

 

8.

ff

Una bambina con la faccia di Sandra Bullock si è persa dentro un livello di “Dragon Age Inquisition” e spera tanto che un utente coraggioso possa salvarla. La sua espressività è il punto di forza dell’opera, si avverte l’inquietudine che chiude con il botto questo gustoso trittico.

Come per un ordine ormai rodato, arriva Todd a decorare la parete successiva, con un’opera preziosa per la quale lo ringraziamo con la dovuta cura.

 9.Pesca onirica

dd

Un vecchino innocente, o meglio un condor antropomorfo, pesca con accortezza un uomo dal lago. In realtà voleva una trota, ma sempre meglio un uomo che uno scarpone no?

Siamo giunti alla fine di questo ampliamento, ammiriamo le opere procurate dal buon Giuseppe Moretti. Lo ringraziamo dandogli una copia delle chiavi degli ampliamenti, così chiude a chiave invece di accostare come al solito.

10.Cvlt

ff

Una povera sorda con dei gusti discutibili per i cappellini, si gode i Dodhkaedrum*, una super cultissima band Black che ha stampato il suo esordio in sei copie limitate su vinile ascoltabile solo su vecchi grammofoni. In realtà non è sorda è che non si sente quasi nulla: il vinile è stato registrato nel monolocale di uno della band con un walkman della Sony.

 

11.Rinoceronte? C’è!

fff

Un rinoceronte un po’ miope sta gustando i suoi piatti preferiti a base di carne umana: “omini primavera in salsa di sudore” accompagnati da un “ometto sbattuto” e dei simpatici spiedini umani, dove il bastoncino regala ai malcapitati le ultime gioie prima di rivelarsi fatale. E’ talmente affamato il bestione  che mangia a due mani, coniugando con sapienza oriente ed occidente nella scelta delle posate. Dietro di lui un digestivo che ama moltissimo: “L’amaro col Carabiniere”.

12.

ff

Il povero Orso triste sta provando in tutti i modi a farsi smollare dalla passerina la sua omonima fonte di piacere. Agitare un enorme serpente come metafora non sembra essere apprezzato dalla passerina, alla quale piacerebbe non aver accettato l’invito di questo idiota peloso.

13.Ancora una  donna uccello

  b

Ancora un uccello donna, è una coincidenza? Non sappiamo, ci risulta difficile continuare l’analisi dell’opera se tutti continuate a chiedervi come mai una donna uccello in groppa ad una chitarra, abbia sentito l’esigenza di rifarsi il seno.

14.Hai vintage?

fff

Così giovani decidono di crearsi un futuro: vestendosi con la roba dismessa dalle generazioni passate. Un’idea niente male, economica e contro il becero consumismo estremo dei giorni nostri.  

Vi salutiamo ricordandovi di segnalare le opere che ritenete degne del nostro spazio museale, oltre al favore di far conoscere questa preziosa opera di divulgazione anche ad altri.

Per visitare i precedenti ampliamenti della Gallery, cliccate sull’immagine in testa al post oppure su quella identica a lato.  

Arriveduàr…

 *la band è ovviamente frutto di fantasia, nel caso ne trovaste una con quel nome fatemelo sapere.