The Gallery CCXXXX


Bentornati! Sappiamo che avete atteso con trepidazione la riapertura della Gallery e siete stati privati della vostra dose settimanale di Bellezza, ma che volete ogni tanto abbiamo bisogno di ricaricare le batterie e ripulire per bene le sale. Oggi che sono un numero esagerato ci vuole ancora più tempo, soprattutto se il Direttore si ostina a mantenere la stessa squadra degli inizi. Lasciamo da parte le polemiche interne e siate pronti e non troppo precipitosi nel tuffarvi di getto nel nuovo ampliamento, il 240° un numero così strabiliante che si stenta a crederci. Prego Signore e Signori, da questa parte.

 1.Eroe

ff

Un essere gigante che non ce la fa a stare in piedi minaccia la città! Le sue luci fluo e le manone sradica palazzi stanno portando distruzione nella metropoli evacuata otto giorni prima, fortunatamente un essere che non sa stare in piedi non si muove troppo velocemente. Solo un tizio si erge contro di lui. Armato di chitarra proverà a fermarlo suonandogli tutti gli assoli più ficcanti di Dodi Battaglia, artista scelto dall’eroe solo per il nome cazzuto. Battaglia, non Dodi.

2.Simbolismo e mattoni

dd

Diversi elementi risvegliano in quest’opera il senso del bello e l’attenzione di chi guarda. Uno scheletro vestito da carcerato si spara in testa, una sfera perfetta costruita con mattoni e decorata da una pesante catena. Lo sparo non è raffigurato, in molti dibattono che i mattoni siano esplosi da soli per un collasso dell’architettura del testone. Un simbolismo affatto chiaro e per questo ancora più intrigante.

3.Telefonata

ddd

“Come? No ho risvoltini ma guarda che se faccio la faccia da piacione nessuno se ne accorgerà. Ah me so’preso l’orologio tuo, me dà un sacco de punti in eleganza. Dai Mà, famme attaccà  che ‘sto fotografo me guarda male, passo stasera. Dai…ciao ciao cià!”

4.Mascotte 

dd

Un truce e cattivissimo pupazzone scappato da una pubblicità di merendine posa per noi. La sua indubbia simpatia viene malcelata da un equipaggiamento guerresco che mescola elementi diversi nello stile: dal cappottone post-atomico all’elmo samurai. Ammirate la comodissima staffa ancorata con una catenella all’elmo, di cui l’utilizzo ci sfugge, oltre alle goccioline che colano leggere dalla sua bocca.

5.Fascino e collezionismo

d

Ammaliante, bellissima e dotata di un fisico straordinario, questa signora ci giudica e ci guarda con l’interesse che dimostra un merluzzo fresco sul banco di un pescivendolo. Ammantata da un fumo verde ci mostra la sua collezione di teste impagliate, tenendo in mano la più preziosa, quella di Svoltaire, illuminista poco conosciuto che affermava che l’uomo dovrebbe avere una sola idea, quella buona per cambiare vita.

E non c’è ampliamento che non vanti la collaborazione dei nostri Gallerysti Onorari. Davanti a voi le pareti decorate grazie alle loro generose donazioni, il primo a deliziarvi è Todd, al quale mandiamo dei ringraziamenti così caldi che ci può passare l’invernata senza accendere il riscaldamento.

7.Baby Gang

g

In questa miniatura l’autore ha lanciato un messaggio in maniera diretta: le baby gang sono un problema per tutti. Soprattutto quelle formate da bimbi deformi che picchiano i passanti con un giornale arrotolato per paura di scheggiare la mazza da baseball.

8.Ossessione

ddd

Un ennesimo zombie dalla rigogliosa dentatura e lo sguardo truce ci mostra le meraviglie del suo nuovo frullatore a mano. Costruito artigianalmente col gomito di un tubo in acciaio e una ruota di bicicletta, non funziona molto bene, i raggi sono troppo larghi e non sminuzzano essendo arrotondati. Il disappunto e la caparbietà del tipo però non sono da sottovalutare. Per la rabbia si è conficcato una forchettina in testa, per essere più motivato a girare velocemente la leva. Prima o poi frullerà qualcosa.

Chiudiamo l’ampliamento odierno ammirando le opere scovate da Giuseppe Moretti. Anche per lui dei ringraziamenti calorosi evita calorifero.

9.Scorciatioie intelligenti

ddd

Ammirate il tizio che per non perdere tempo a piegare due dita se le amputa a morsi. Vuoi mettere quanto tempo risparmiato ai concerti? Certo poi fare tutto il resto sarà ben complicato, ma per il Metallo questo e altro! Comunque morirà dissanguato entro qualche ora e non ci penserà più.

10.Forever Alone

dd

Un uomo talmente odiato da tutti, schifato da qualsiasi persona che l’abbia conosciuto, oltre ad averlo coperto con un lenzuolo per risparmiare sulla bara, gli fanno il funerale a distanza. Montate due casse il prete esegue il rito funebre in fretta, tanto sa che non ci sarà nessuno ad ascoltare, esclusi i due addetti alla sepoltura che vengono da un altro paese.

11.CIGGIELLE

dd

Un guanto sporco, una panza prominente. Sembra un manifesto di qualche sindacato che non cura molto le proprie campagne di sensibilizzazione.

12.Principessa Dimenticata

dd

Attende nella sua grotta che il principe azzurro venga a salvarla. Sono quarant’anni che aspetta e sotto sotto sa che non verrà nessuno, le sue molte braccia e l’aspetto non proprio regale non sono ideali per rimediare un uomo,  nemmeno il peggior nobile cavaliere morto di figa.

13.Canocchio

dd

Un bel cagnone in mostra alla fiera canina del 1889 a Parigi viene immortalato per sempre dall’artista Guy Firmat la Petition, a supporto della lotta in favore degli animali da compagnia deformi. Il cane arrivò primo nella sua categoria “Phénomènes de la nature”, pare che il motivo della sua vittoria fu dovuto alla capacità di ipnotizzare la Giuria.

 

 

Vi salutiamo ricordandovi di segnalare le opere che ritenete degne del nostro spazio museale, oltre al favore di far conoscere questa preziosa opera di divulgazione anche ad altri.

Per visitare i precedenti ampliamenti della Gallery, cliccate sull’immagine in testa al post oppure su quella identica a lato.  

Arriveduàr…

The Gallery CCXXXIV


Benvenuti ad un nuovo ampliamento della nostra beneamata Gallerya d’Arte. Non sarà un saluto originale, ma per essere certi che vi sentiate a vostro agio oggi abbiamo scelto di affidarci a qualcosa di confortevole e rassicurante. Le opere nel nuovo ampliamento sono già abbastanza difficili e impegnative come vedrete da soli fra poco e quindi meglio partire morbidi. Ora, se siete rilassati e pronti, partiamo con la visita, ricordandovi che il biglietto è valido per tutto il complesso museale, guida e pronto soccorso compresi.

 1.Che Pelle!

dd

La “mattonosi epidermica superficialis” è una malattia gravissima che colpisce lo 0,00001% della popolazione e comporta gravi irritazioni a forma di mattoncini sulla pelle. A volte queste irritazioni danno vita a notevoli forme geometriche che qualche artista ha usato per ispirarsi nel ritrarre il disagio dei malati e di chi è costretto a guardarli.

2.Monumerdi

sss

Un solitario picco di roccia, apparentemente altissimo ma in realtà paragonabile ad un sassetto, viene decorato con un origami di finto metallo. Dieci anni di lavoro per un monumento all’inutilità visitato ogni anno da più di sei persone.

3.Monumerdi 2

dd

E a proposito di monumenti amati ed apprezzati da tutti il noto “Vittoriano” di Agendino Pescalozzi, grande scultore conosciuto in tutto il mondo come uno dei massimi esponenti del “particolarismo”, una corrente che si occupa di produrre opere particolari raffigurando un solo particolare. Il “vittoriano” viene erroneamente chiamato così, sebbene il vero titolo dell’opera sia “Quanti caffè?”

4.Mi piaccio

dd

La vanità e il narcisismo vengono fortemente esposti ed analizzati in quest’opera dall’intensità non comune. L’autore ha scelto un soggetto così poco avvenente da stupire persino che si baci da solo, ed è lì il fuoco ed il significato dell’opera. Le basse gallerie dietro ed il pupazzo seduto sono un riempitivo che poco c’entra con il contesto.

 

5.Arte casuale

ddd

Quest’opera non è stata danneggiata da noi, ma è un originale e fu dipinto proprio così. Il pittore, esasperato dalla sua incapacità nel disegnare un volto inquietante e minaccioso, gettò due o tre tubetti di colore sulla tela con stizza. Colando e mischiandosi a caso diedero all’autore proprio il volto che stava cercando e lo lascio così.

Un grande ritorno apre le pareti abbellite grazie alle donazioni dei nostri amici segnalatori, Alberto torna donando due gioielli per i quali lo ringraziamo con la speciale pacca del figliol prodigo, adattissima alla bisogna.

6.Slow Food

dd

Può capitare che la pazienza divenga una condanna, un ostacolo alla vita. Ne sanno qualcosa i quattro sciagurati morti di fame che attendevano con ansia che il loro pasto fosse pronto. Ad ogni lamentela il presunto chef mostrava loro il libro di cucina della nonna e ripeteva:”ci vuole pazienza, cottura a fuoco lento per donare tanto sapore alle carni. Volete mangiare una merda? Lo tiro fuori subito, altrimenti abbiate pazienza e vedrete che leccornia”. 

7.Nuovo costume, nuova attitudine

dd

Babbo Natale ha cambiato costume, per rendersi più appetibile al pubblico drogato dai cinecomics. Una tutina che ha conservato i colori classici del nostro Babbo, leggera e adattabile a tutte le canne fumarie, invece di quei bordi pelosi che si sporcavano di fuliggine dando però l’ulteriore servizio di pulitura e mantenimento degli impianti visitati. Smalto giovane e ribelle sulle unghie e niente cappello, non gli  importa più di nascondere la calvizie.

Si passa alle opere donate da Todd, al quale non possiamo che rinnovare tributi e ringraziamenti per la regolarità e qualità delle sue donazioni.

8.Non si può ragionare con lui

cc

“Zono il Teripile Robott uccizore ti Futuro! Non fate movimenti foi o sparo con mio mirino di alta tecnolocia tetesca. E non chietete motifo di cotino verte, ja?”

9.Prendo il tempo

dd

“Cioè per me il relaCs è una cosa sacra. Cioè quando sento il bisogno di rilassarmi lo faccio, non importa dove o con chi sono. E’ questo il senso della vita no? Fare ciò che si vuole. Adesso sono qui che mi godo il mio drink, non importa se mi hanno fregato le scarpe che avevo poggiato accanto alla sedia, non mi sono alzato per rincorrere il barbone zoppo che le ha prese, oppure sapere che fra poco il semaforo scatterà ed io verrò arrotato senza pietà. Sono loro a sbagliare, a correre dietro un qualcosa che non ha importanza, non io.”

E come non chiudere un ampliamento con le opere donate da Giuseppe Moretti? Infatti non su può, ragion per cui ammirate le opere che ci ha inviato ricordandovi di unirvi ai nostri ringraziamenti.

10.Il vero volto

sss

“Qui è l’unico posto dove posso davvero fare ciò che voglio, cioè masturbarmi con i fogli da cento. Sapeste che gusto, penso che rimarrò qui in eterno. Firmato: Vescovo Ribaldo Mendacioni” questa è la lettera ritrovata accanto al corpo del prelato fino ad allora considerato un pilastro della morale e del rigore cattolico.

11.Coatto mortale

dd

“Guardate qua stronzoni, io posso fare ancora il numero del petto squarciato! E c’ho pure i capelli…voi invece quattro ossa che sapete fare oltre che dormire eh?”

12.Asiatico incapace

ddd

Un povero asiatico che non riesce ad eccellere allo stesso modo dei suoi amici che umiliano gli occidentali nelle più svariate competizioni senza costrutto, decide di suicidarsi in modo spettacolare: spegnendo ogni ardore di vita in lui. E quale strumento migliore allo scopo se non un estintore? Ironia della sorte, non riuscirà a stupire neanche in quello, un texano dagli occhi di ghiaccio aveva già provato prima di lui a farlo e ci era riuscito. Per quello il soprannome.

13.Linea di moda

dd

La nuova linea di moda lanciata  da Joey DeMaio finalmente trova il tempo di invadere le vetrine ed i cataloghi specializzati, dai quali riportiamo un passo: ” ‘Fur of Steel’ dona alla donna un look guerresco e deciso, al contempo affascinante. Non siate seconde a nessuna, vestitevi di ‘Fur of Steel’ e la vostra vita cambierà. NB:le pellicce sono rigorosamente autentiche, se qualcuno avesse dei problemi a riguardo che si compri altra roba. The war is raging, choose your size!”

14.Alcolismo imperante

aa

Una squadra di volontari ripulisce le strade dagli ubriaconi che perdono i sensi dopo la sbornia. Un metodo poco convenzionale e che spesso porta al soffocamento del malcapitato. Prima di puntare il dito, sappiate che il problema è ben più grave di quanto si possa immaginare, guardando in che condizioni versa il manto stradale ricoperto dalle varie collassate acide che ogni notte vengono riversate da centinaia di alcolizzati. I visi appena accennati e le teste a fagiolo sono una conseguenza dei fumi che si spargono ogni giorno nell’aria.

 

Vi salutiamo ricordandovi di segnalare le opere che ritenete degne del nostro spazio museale, oltre al favore di far conoscere questa preziosa opera di divulgazione anche ad altri.

Per visitare i precedenti ampliamenti della Gallery, cliccate sull’immagine in testa al post oppure su quella identica a lato.  

Arriveduàr…

The Gallery CCXXII


Salve a tutti amici! Se siete qui è perchè non volete perdere la vostra dose settimanale di Vera Arte e chi siamo noi se non i vostri spacciatori? Ehm, a parte la metafora poco felice, siamo lieti di accogliervi per l’ennesima volta in un nuovo ampliamento. Perdetevi nei nostri corridoi, ritroverete voi stessi. Prego dunque, da questa parte…

 1.Grandi opere nate dal caso

fff

In omaggio a Nick Menza, una delle opere più significanti ed ermetiche dei dischi in cui ha suonato. Un disegnino a carboncino realizzato da un illustratore mentre era al telefono con Enel Energia. Per non esplodere in un sonoro “vaffa” l’artista ha disegnato un circuito immaginario a cui dare non solo valenza tecnica, ma un numero imprecisato di significati occulti. Il risultato è sotto i nostri occhi.

2.Uccello per diabetici

ddd

Una simpatica bestiolina ci guarda in maniera vagamente minacciosa:”l’hai preso tu quel bel vermone che avevo lasciato qui?”. Per la razza del volatile ci facciamo aiutare dal massimo esperto mondiale di ornitologia.

ddd

“dunque…silvanus erettus…no procellarius…scusate è che mi sono specializzato a riconoscerli dal didietro”

3. Il potere della patata

ff

Scartato come manifesto per la convention annuale della Coldiretti, questo bozzetto rivive nella Gallery. Dalla patata rinsecchita un grosso albero sorge, insieme ai molti dubbi sull’efficacia di questo simbolismo.

4.Eroe cisposo

fff

Duke Fleed in versione tartaruga ninja? Perchè no, deve aver pensato l’artista che aveva di meglio da fare. Guardate gli occhi annacquati di chi ha preso troppo Prozac, l’espressione sicura di chi sa di avere una mattonella poggiata sulla faccia.

 

5.Emozioni cromatiche

ddd

Il fuoco brucia dentro, sulla pelle, sugli occhi. Quando un’emozione è incontenibile ecco che sotto i lunghi capelli biondi di saggina, uno spettacolo cromatico prende vita, una furtiva lacrima, grossa come una mozzarella di bufala cola sul volto. E incantanti, non possiamo che piangere a nostra volta di fronte a quest’opera così impattante.

Siamo di fronte alle pareti adornate grazie ai nostri amici segnalatori, curatori ad honorem della Gallery. Il primo è Todd, al quale inviamo dei ringraziamenti con il corriere, sperando arrivino presto.

6.Dominatore

ff

“Io Il Guerriero Nànuk ho ucciso il terribile tizio con la maglietta, profanato il suo corpo, presto regnerò su queste lande desolate e guai a chi dirà che ho la barba più lunga della mia altezza!!”

 

7.Power of  “Stihl”

ddd

Un capolavoro disturbante e intenso, non adatto a tutti i palati, in special modo alle persone sensibili alla violenza contro le interiora gonfiabili. Molto interessante la motosega adesiva, ideale per prevenire incidenti, ma poco performante nello scorrimento durante il taglio.

Chiude l’ampliamento di oggi Giuseppe Moretti, al quale abbiamo spedito un pacco di ringraziamenti con lo stesso corriere diretto a casa Todd.

 

8.Mixa questo!

f

Lo zombi permalosissimo, i due si sono permessi di chiedergli se avesse lo stomaco aperto perchè ne cercava il pelo, fanno una fine che sembra sproporzionata alla loro colpa. “Se aveste ascoltato quello che stavano proponendo, forse non la pensereste così”, ci informa lo zombi, lontano parente del solito Eddie.

 

9.Clown arrabbiato

ddd

Nixon dopo lo scandalo “Watergate” aveva così somatizzato gli insulti e la vergogna da tramutarsi in un clown. Solo che non faceva ridere nessuno manco per sbaglio, così ha giurato vendetta. Quando avrà finito la bottiglia però.

ff

“Rivalutatemi dunque!”

 

10.In cronaca 

fff

Schiacciato dai debiti il lumacone ha ricevuto lo sfratto esecutivo, purtroppo per lui, ha preferito suicidarsi facendo crollare la casa con lui dentro. Gli inquirenti indagano.

11.Figaggine

ddd

Permenente alla Sue Ellen di Dallas, una posa equivocabile, un paio d’ali e una chitarra poggiata su uno sfondo scadente. Quando la somma fa il totale davvero.

12.Dite la vostra

ddd

Un trompe l’oeil o una semplice acrobazia contorsionista? Non si è mai capito, quello che che è rimasto altrettanto oscuro è il significato reale di quest’opera. Intende sottolineare il contorcimento degli esseri umani di fronte alla vita? Oppure la straordinaria adattabilità dell’uomo di fronte ad eventi privi di logica?

 

Vi salutiamo ricordandovi di segnalare le opere che ritenete degne del nostro spazio museale, oltre al favore di far conoscere questa preziosa opera di divulgazione anche ad altri.

Per visitare i precedenti ampliamenti della Gallery, cliccate sull’immagine in testa al post oppure su quella identica a lato.  

Arriveduàr…

The Gallery CCXIX


Bentornati o benvenuti a tutti, come siamo soliti salutare vecchi e nuovi frequentatori del nostro complesso museale. Affamati e mai domi, inauguriamo oggi un ampliamento che di sicuro saprà solleticare tutte le vostre voglie e sensazioni. Davvero, siamo leggermente orgogliosi di potervi ospitare, previo possesso del biglietto, in incursione indimenticabile fra turbini di colori, forme e quant’altro. Signori, il vostro viaggio sta per cominciare, non allacciate le cinture, lasciate liberi i vostri stomaci di sussultare, aiuta molto.

 1.Leggerezza ed ironia

fff

Il cherubino si dispera incredulo guardando l’orizzonte:”ma come cazzo l’hai fotoscioppato ‘sto cielo?” sembra dire all’autore. Un ironia non comune nell’artista che non si prende sul serio e sdrammatizza il ruolo dell’Arte nella vita dell’uomo moderno. Come se ne avesse.

2.Curiosa condanna

ddd

Ora ha capito cosa significa “ammanettatura atlantidea”, il fresco ergastolano condannato a trascorrere la sua vita in una cella di lavagna, è ammanettato con una pesante palla decorata con una “f” (starebbe per “Fregnone” a quanto pare), che deve portare sulla schiena. Atlante almeno reggeva il pianeta, questo il suo insulto.

3.Arredare casa

ddd

Globi di radica circondati da filamenti al caramello di DNA. Sembra essere questa l’ultima tendenza in fatto di soprammobili kitsch, pare vadano a ruba. L’artista colpito da questa tendenza, ha mandato in pensione la sua vecchia “gondola con centrino” , tanto sulla tv a schermo piatto non ci sta. Si è riempito la casa di questi nuovi soprammobili e ha dedicato un’opera a questo sfarzoso ed inutile orpello casalingo.

4.Capro vitruviano

fff

Mancava davvero una tavola per capire le proporzioni dei caproni, troppe volte realizzati in maniera approssimativa. L’opera setta finalmente uno standard univoco e peculiare. Vedremo i risultati nel corso della stagione artistica che verrà?

 

5.Panicoliere

ddd

Un giocoliere zombie colto da un improvviso attacco di panico, molla tutti gli animali che stava facendo volteggiare con enorme maestria. Tappandosi gli occhi per la disperazione, attende che tutto passi. Il tizio in braccio ormai, ci ha fatto l’abitudine e sa che gli animali morderanno il cretino che li sfrutta tutti i giorni.

E come potevamo farvi mancare le opere donate dai nostri amici segnalatori? Quest’oggi si presentano particolarmente agguerriti e pronti a vantarsi per aver scoperto opere inestimabili ed uniche. Noi li ringraziamo inviando loro ringraziamenti calorosi come una donna in menopausa, cominciando ad ammirare le opere donate da Alberto.

6.Sangue freddo

ff

Il vulcano erutta, il campo di battaglia è in fiamme e una tempesta di lampi tutti uguali minaccia la già difficile situazione per i Cavalieri dell’Ordine Rowenta. Cosa fare? Semplice, cominciare dai problemi più prossimi, spegnere a spadate il fuoco.

 

7.Scherzi 

dd

Il tipo dalle dita sconvolte dai geloni si dispera. E’ stufo marcio dei suoi servitori che lo perculano tutto il giorno facendogli scherzi insopportabili. Stavolta forse la smetteranno ma non perchè mossi a compassione, solo perchè l’esplosione disintegrerà il tizio una volta per tutte. E loro? Troveranno un altro da tormentare, vuoi che manchino fessi con ali finte in giro?

E’ il momento per Todd di  ricevere il caloroso ringraziamento di cui sopra. Gustiamoci le sue opere.

8.Presunzione demoniaca

fff

“Chi è questo? Merdino? Ah no, Merlino scusa, mi rimbomba il ventre e non capisco bene. Che ci devo fare con la sua testa? Ah ho capito, il ritorno del Demonio Verde sulle scene teatrali! Branagh comincia a tremare!”

9.Divertimento senza pari

ddd

Una villa abbandonata, un week end da passare tra uomini. Cosa c’è di meglio che vestirsi da Freddie Krueger e poi…boh! Non c’è manco una vittima nei paraggi e di alcol manco a parlarne. E allora si sparano le pose finchè non gli viene sonno per la noia.

Chiude l’ampliamento e si becca anche lui la sua notevole dose di calore nei ringraziamenti, Giuseppe Moretti.

10.Ah Umbè…

ddd

“Grauurrrr!!! Sono il fantasma di Umberto Smaila! Non toccherete mai le mie scorte di cibo! Mi trovate dimagrito? Ebbene sono stato condannato all’inferno dei golosi, dove tutto è cibo e nessuno ha stomaco. Ma questo non vuole dire che ve lo beccate voi! Non importa se sta facendo la muffa!! Grido di battaglia!! MA-RA-CA-II-BOOOO!!”

11.Romanticismo eccessivo

ddd

“Si baciarono così a lungo e così intensamente che le loro carni bruciarono, le loro bocche si fusero per sempre, suggellando nell’eternità il loro amore” Magnifiche le parole di Luis Garzia Maricon, finissimo poeta catalano che ha ispirato quest’opera intensa. Nella seconda parte del poema si scopre che i due non avevano manco fatto in tempo a consumare un rapporto completo, dando luogo a riconsiderazioni sulla prima parte.

12.Divinità minore

dd

“Khitarràs” o come lo chiamavano i Romani “Stornellamus” era un dio della mitologia greca poco conosciuto prima del rinvenimento di questa statua nel Peloponneso. La base della statua, miracolosamente intatta, recita (in greco antico tradotto per comodità): “Cantami o Khitarràs, l’ira del peloso Achille, l’ira funesta che all’estetista addusse, per una rasatura indegna…”

13.Rituale segretissimo

fff

Un’immagine cruda, ancora. Infatti è l’inizio del curioso rituale dell’affumicatura e cottura della porchetta più famosa al mondo. Parzialmente svelato in quest’opera dal fascino sinistro, il rituale dona sapore inconfondibile alle carni, una fragranza che l’opera sembra quasi portare alle nostre narici. 

14.Ammirateli!

fff

Sexy come due bottiglie in pvc, spietati come un killer di zanzare e temibili come un logorroico sull’autobus, i due tamarroni sfidano a capire su cosa sono stati fotoscioppati. Il particolare delle loro fronti sudate? O peggio?

 

Vi salutiamo ricordandovi di segnalare le opere che ritenete degne del nostro spazio museale, oltre al favore di far conoscere questa preziosa opera di divulgazione anche ad altri.

Per visitare i precedenti ampliamenti della Gallery, cliccate sull’immagine in testa al post oppure su quella identica a lato.  

Arriveduàr…