The Gallery CCXXXXII


Bentornati carissimi amici, visitatori occasionali, affezionati cultori di tutto ciò che fa Arte e Bellezza. Siamo pronti come ogni Mercoledì ad ospitarvi nel nostro magico complesso museale, che cresce e fa la fortuna di Assessori ed imprese edili. Non abbiate timore, queste questioni non vi riguardano, voi pensate solo ad entrare e a rimanere padroni delle vostre reazioni di fronte ad una simile raccolta. Prego, non indugiate.

 1.Metafisica astrale

ww

Un insieme metafisico che ci comunica un gran senso di confusione e sgomento. Un pavimento (o la facciata a specchio di un grattacielo?) su cui è poggiata una  cornice posticcia attraversata da due gambe con le calze a rete più storte della storia. Gli anfibi hanno un effetto riflesso “vagamente” sbagliato che aiuta ad astrarre i concetti. Sullo sfondo una gabbia racchiude un immagine dal sapore siderale a completare un’opera di difficile interpretazione.

2.Metafisica viulenta

ff

“Mmmh!! Mhh! mmmh!” Si lamenta il tipo con le labbra cucite, affacciato da un triangolo nel cielo che gli mostra l’abbacinante desolazione forse causata da un essere di cui intravediamo solo mani ed occhi. Anche qui va per la maggiore l’astrazione, rivolta però a scenari ben più drammatici dell’opera precedente.

3.Duri

dd

“Facciamo le pose più dure che possiamo, le espressioni più feroci e metalliche che conosciamo. Poi ci aggiungiamo un’esplosione atomica sullo sfondo e vedrete che razza di cosa verrà fuori” 

4.Glove of Mah?

ddd

Un guanto levita nell’aria, stringendo un crocefisso di grafite e tre teschi con occhi pentacolati e con delle lingue notevoli, oltre a dei capelli che crescono solo di lato.  Un’offerta? Un fiero mostrare i propri acquisti al discount del Luogo Comune?

5.Facce ride

dd

Non poteva mancare questa recentissima pregevolezza. Un tema già visto qui rivisitato e portato verso nuove vette, dove le facce si mescolano in un caleidoscopio acido di colori, su semplice sfondo bianco. Perchè non ci si deve distrarre dalla bellissima composizione “collagista” che ci intimidisce e affascina.

Con amichevole umore e gioviale leggerezza, giungiamo alle pareti adornate grazie al contributo dei nostri amici segnalatori, pardon, “Gallerysti Onorari”. Li ringraziamo con un cesto di grazie, da non riciclarsi in vista delle feste. Il primo a cui donare la nostra gratitudine è Todd, un grazie autentico per te.

6. Vedo…prevedo e stravedo

ddd

“Dunque, vedo nella sfera il tuo futuro…vedo…vedo” “Scusi signora, ma dice ‘vedo’ per abitudine oppure ha delle lenti a contatto?”

7.Morbo letale

rrr

L’erba bagnata produce in alcuni casi dei gas venefici nello stomaco degli ovini. Nell’opera di sensibilizzazione qui esposta, il montone affetto da questa sindrome, chiamata ‘alitosis erbarum odor di fecis”, mostra quanto sia non solo un problema di relazioni sociali. La malattia trasforma il malcapitato erbivoro in un feroce promotore della dottrina vegetariana estrema.

 

8.Heddi de Edd

dd

Quel ghigno che somiglia a quello ben più famoso di Eddie the Head, la posa che richiama ancora la mascotte Metal più celebre del pianeta non aiutano a far emergere questo mostro striato di verde dalla massa di mostroni zombie minacciosi. E poi bella minaccia una carcassa già spolpata di selvaggina…

Chiudiamo l’ampliamento odierno con lo specialista in chiusure, il “Gallerysta Onorario” Giuseppe Moretti, al quale doniamo dei ringraziamenti a tutta birra.

9.La classe non è acqua(purtroppo per lei)

dd

Una giovane dama è morta per colpa del Galateo. Per non scomporsi l’acconciatura e la posa altera da gran dama, non ha chiuso l’ombrello per far sì che la pioggia le spegnesse una ciglia finta che aveva preso fuoco dopo degli ammiccamenti troppo pronunciati per un bel giovine rampollo.

10.Stagnola is the new Black

ddd

Un po’ Carcass, un po’ Nanowar in quest’opera dall’incredibile impatto. Finalmente il mito delle armature di stagnola vive davvero senza l’ausilio di elaborati disegni. Guardate la fierezza, la potenza di quelle mutande, di quella specie di proboscide che scende sulle loro gambe, senza malintesi poichè parte dal fianco. 

11.Propaganda

ss

Una signora senza sesso e senza bocca porge il megafono ad un tizio che era in rampa di lancio. Bendata e senza bocca, la donna ha circuito il tipo (che non vediamo) con la potenza delle sue bocce solo per fargli urlare ciò che vuole lei. E cosa sia non è dato sapere.

12.Travagliata storia di provincia americana

ddd

La cameriera è stufa di servire del becchime ad un tizio che tutti i giorni si presenta nel locale con una mascherona da rapace rosso dall’aria annoiata. La tizia porge un barattolo d’olio per frittura usato, suggerendo al disadattato di usarlo come propellente per darsi fuoco e lasciare per sempre libero quel posto. Lei non sa che il tipo, innamoratissimo delle sue generose forme e della sua aria da ergastolana, si nasconde sotto una maschera per la timidezza.

Vi salutiamo ricordandovi di segnalare le opere che ritenete degne del nostro spazio museale, oltre al favore di far conoscere questa preziosa opera di divulgazione anche ad altri.

Per visitare i precedenti ampliamenti della Gallery, cliccate sull’immagine in testa al post oppure su quella identica a lato.  

Arriveduàr…

The Gallery CLXXXIX


Il solleone vi stressa? Entrate e godetevi la migliore selezione d’Arte che possiate trovare al mondo, anche solo per le sale a temperatura controllata vale dare fiducia alla Gallery. Senza contare il sollievo che le opere esposte infonderanno alla vostra persona, provate anche solo una volta e non potrete più fare a meno di ricordare ciò che avete visto, un’esperienza che segnerà il vostro Io nel profondo. Se siete pronti, mostrate il biglietto ed entrate ordinati, un nuovo ampliamento vi aspetta.

 1.Camera a Gassman

dd

“Caro pubblico, ora ti incanterò con la mia magnifica interpretazione dell’Amleto. Dunque…’Essere o non essere, meglio avere che morire, per quanto anche mangiare non è da disprezzare, non parliamo poi del chiavare’ ” Il pubblico è morto di noia da circa sei anni, l’egocentrico diavolo non s’è accorto di nulla, preso com’è dall’interpretazione.

2.Suggestivo e temibile

fff

Una felce letale, una croce sdraiata dalla fatica ed un muro a secco temibilissimo. Guarda che foto da brivido ‘sti turisti!

3.Basta co’sti miracoli!

fff

“E mo’ liberate Harry Houdini de’sta ceppa! Volevo bere dell’acqua e niente, tutta tramutata in vino, me volevo fa’ na scarpetta zozzissima, ma provace  a falla co’n pesce! Per me là ce poi pure morì, comunque me riaffaccio fra tre giorni, così magari me chiedi scusa per aver rovinato il pranzo.”

4.Lite per futili motivi

fff

Due gang formate da gente con chiari problemi motori stanno contendendosi un elicotterino telecomandato. Nel marasma, hanno pure perso il telecomando e presto l’elicottero si schianterà rovinosamente.

5.Dai retta giovane!

fff

Quattro pensionati sdentati stanno faticando a convincere il nipote scemo di uno di loro che quella non è una lattina di Coca. Loro ci hanno già provato tutti da giovani, perdendo i denti e ora si sgolano per farsi ascoltare dall’ottuso giovane, già segnato dagli errori e con la linguetta ormai nella mano.

Si arriva lungo questo corridoio alle sale del nuovo ampliamento allestite grazie all’impegno e alla generosità dei nostri amici segnalatori, praticamente dei collaboratori fissi non retribuiti. Ringraziamo a cuore aperto Alberto, gustandoci l’opera che ci ha donato con così tanta leggerezza.

6.I loved shopping

fff

Il triste e solitario tizio butta via i soldi dalla verandina senza ringhiere, ormai non può più spenderli da nessuna parte. Tutti nella sua città senza finestre sono ormai cadaveri, un giorno forse avrà anche lui il coraggio di gettarsi e farla finita.

Passiamo agevolmente alle opere donate con devozione da Todd. Lo ringraziamo allo stesso modo di Alberto, che se no vi ingelosite.

7.Il magnifico cornuto

ff

“Queste pagine contengono i nomi di tutte le donne  che mi sono rimaste fedeli.” Va da sè che pagine bianche e corna siano un segnale chiarissimo delle bugie che il tipo si racconta da anni. Ma quale donna resterebbe fedele ad uno che va in giro col piumone d’edera pure a Luglio?

8.Doggy style

ddd

Il conquistador porta sempre la sua amata indigena ad espletare le funzioni corporee. Lei vorrebbe praticare anche dei semplici accoppiamenti senza ‘sta pantomima della dominazione fetish. Ma il tizio a cavallo purtroppo la considera proprio una bestia. Il cretino.

Come ormai di consueto, l’ultima parete è dedicata alle opere donate con saggezza da Giuseppe, al quale porgiamo il medesimo ringraziamento di cui sopra, sempre per non creare disparità antipatiche.

9. Coltivazione biologica

ff

L’allevamento degli alieni dalla testa a Uovo procede bene, i piccoli e gustosi umani vengono vergati con delle strisce di stoffa leggera per frollare bene le carni senza intaccarne troppo la consistenza. A sera, gli esemplari che si agitano  e danzano nel blu verranno portati nel castello di Vetro per una degustazione. A meno che quella sfera non distrugga la precaria abitazione finendoci contro.

10.Fatica estrema

dd

Il peso di portare tutto quel carisma e quella lacca si fa sentire sul secondo da sinistra, ormai esausto poggia la testa in cerca di sollievo. Gli altri non sembrano proprio freschissimi, ma almeno riescono a restare in piedi.

11.Teschi surreali

ddd

Qui si va nel truce surrealismo spinto, dove un cane feroce ed il cugino di Ghost Rider  se ne vanno a spasso in un mare di loghi 3d del Trio Drombo, mentre un tizio si nasconde dentro un lenzuolo armato di una siringa a forma di provetta. Il senso dell’insieme non è facilmente avvertibile, ed è proprio questo che attrae lo sguardo più a lungo del dovuto.

12.Campagne virali

ddd

“Ciao sono Ricchio, il riccio astronauta. La NASA spende i soldi per mandarmi nello spazio invece di pensare ai poveracci e ai terremotati. Io poi a differenza degli astronauti veri non invio manco i dati, mi limito a scoreggiare nella tuta. Protesta anche tu, condividi e metti mi piace”

Vi salutiamo ricordandovi di segnalare le opere che ritenete degne del nostro spazio museale, oltre al favore di far conoscere questa preziosa opera di divulgazione anche ad altri.

Per visitare i precedenti ampliamenti della Gallery, cliccate sull’immagine in testa al post oppure su quella identica a lato.  

Arriveduàr…

The Gallery LXXIV


Benvenuti o bentornati a tutti! Un nuovo ampliamento è pronto, ormai il nostro complesso museale ha raggiunto dimensioni ragguardevoli: abbiamo uno spazio che contiene un’infinità di opere e consci di questo, abbiamo creato degli appositi ambienti dove il visitatore completista, può alloggiare e recuperare le energie tra un ampliamento e l’altro. Alloggio completamente incluso nel biglietto! Quindi perchè non godersi tutte le sale della Gallery un poco alla volta, consentendo al corpo di assimilare tanta bellezza e avanguardia artistica. Ma adesso che siete belli freschi entrate a godervi la nostra raccolta più recente.

 1. Copertina falloide

Un chiaro segnale per donne sole o meglio per uomini insicuri. L’opera mostra un menhir e porta il titolo “Dimension gateway”. Perchè non era abbastanza allusivo…

 2.”Mi proteggeva con la sua spada de foco”

I quattro esseri con le costole lievemente pronunciate si divertono con battute intelligenti sulla spada di fuoco (di plastica) tenuta da un uomo che ha le mani  come un pupazzetto di gomma.

Il Professor Brega, profondo conoscitore delle “Spade de Foco”.

3.I soliti mostri

Un tizio verde sta vomitando puré dopo aver ribaltato un secchio della mondezza… A parte l’idiozia della cosa, ma che si aspettava di trovarci? Ma ammiriamo il tristone verde in primo piano che ride a dispetto degli enormi difetti fisici di cui soffre, relegato ad una vita grama in una città che ricorda i set di Centovetrine.

4.Caccia selvaggia

Una poliziotta con le puppe a pera e le braccia magrissime, da la caccia ad un tizio verdastro e col labbro leporino. Accompagnata da uno che tiene la mazza sotto al braccio come un francese tiene la baguette, non sembra molto sveglia e attenta nella ricerca…Si notano i bellissimi effetti nebbia e luci anni 80.

5.Il minimalismo massimo

L’apice del minimalismo, la perfetta realizzazione del nulla artistico. Una foto appiccicata su un brutto sfondo disegnato col pennarello. Non c’è altro, ma è sublime nella sua semplicità. Applausi per il coraggio…

Ed ora giungiamo al consueto spazio di opere procurateci dai nostri segnalatori. Li ringraziamo con grandissimo trasporto ed amicizia!

La prima tornata è opera di ThrashingDevastation, che ringraziamo offrendole un FernetBranca  (tanto paga Alfred).

6.Mostri alla catena di montaggio

Qualcosa deve essere andato storto nella fabbrica di Pomigliano D’Arco ed ecco che un modello di auto diventa un mostro a sei file di denti. Come? quella è la nuova Panda? Ah…

 

7.Il Castello di Greyskull vista mare

Cristoforo Colombo stavolta ha raggiunto davvero il limite del mondo conosciuto, sgommando per sfuggire ad una copia del Castello di Greyskull in pieno oceano. Qualcuno dica  al linguacciuto che la chiave che ha in testa è al contrario!

8.No Agenzia!

Un bellissimo appartamento terrazzatissimo, già ammobiliato e fresco di ristrutturazione, ci sorride in quest’opera così ermetica. Ma il casco con gli occhiali da sole e quella specie di parafango, cosa sta a significare? Se permettete “UH?!” lo diciamo noi!

 

9.Minestrone indigesto

E’ difficile cogliere il senso di quest’opera, proviamo ad analizzarla con calma. Dunque, ci sono tre selvaggi che somigliano a Cocciante armati di rozzi bastoni appuntiti, tre croci dove in una c’è un tizio con la faccia bianca ed i calzoni dell’Oviesse, è crocefisso tra due alberi(??)in compagnia di altri due scheletri sui quali ci sono tracce di vestiti orribili. In basso, uno scheletro vestito da buttero giace con un bastone infilato nel petto, da cui misteriosamente esce ancora sangue fresco. Non ultimo, una specie  di telone che dovrebbe essere roccia, tappezzato da parti di scheletri e stracci colorati. Nonostante l’analisi è ancora poco chiaro il senso di ‘sta roba…

Le seguenti opere sono state procurate da Alberto, un procacciatore talentuoso e mai domo. Ti ringraziamo con un Fernet? E’ poco?

10.Mia!!

Una poco arrapante donna dalla faccia verde, seminuda sta per rimettere in gioco il pallone che era uscito in fallo laterale. Sullo sfondo delle macerie ignobili, con la statua della libertà che è stata trascinata  dall’isolotto dove solitamente risiede, al centro della città. Misteri post-atomici…

11.Barbari in defilé

Bellissimo il barbaro vestito con un gonnellino ricco di portachiavi ed una cinta “verifesciòn”. Bello l’orecchino femminista che si intona al capello piastrato e ben curato. A questa cura per l’abbigliamento non si associa l’anatomia delle braccia, completamente campata in aria, e anche quegli enormi addominali a forma di Toast non sono passabili. Nel marasma che lo circonda, si riesce a malapena a percepire qualche elmetto…il resto è una violenza alla cornea.

12.Il minimalismo massimo 2

Non pensavosi potesse far meglio del capolavoro minimalista che abbiamo illustrato poc’anzi. Ed invece ecco qua…A voi nudo e crudo, lo zero artistico.

Chiudiamo con le clamorose segnalazioni di Doomsberg, uno che quando ci si mette procura delle perle preziose. Ti ringraziamo con un Fernet anche a te, perchè non facciamo discriminazioni!

13.Scapocciare in modo assurdo

Non ci crede neanche il teschio che abbiano realizzato una cazzata del genere. Il suo stupore è giustificatissimo, ma le braccia del cretino che si sta scapocciando no.

14.Non fare le boccacce 

Un nuovo livello del gioco in cui ci si fissa e chi ride per primo perde. Per aumentare la suspense, i due contendenti, in questo caso due primati, tengono fra i denti una fettina di manzo cruda.

15.1761-176

Sempre a proposito di teschi, un tizio li sta catalogando per la sua bella collezione di teschi autentici.  Incidendo sopra i numeri della Banda Bassotti…

16.La valigia dei bisogni

Ah i Mortad, capitanati da quel tocco di figliola di Somi Arian, ci regalano questa opera che oscilla tra il brutto e l’orrendo. Una bambola di cera viene messa in valigia con delle piante aromatiche, per insaporirla. Ma pensate se i Mortad intitolassero un album “Hell”. Cosa potrebbero mettere in valigia?

Per i curiosi, Somi Arian è questa. Mica male no?

17.Papa stupor mundi

Un collage di immagini che vede il Papa alle prese con il suo side project “TeDeum” autori di un Black Metal pesantissimo cantato in latino. Il concept del primo album si snoda sulla figura di un tipo che aveva i superpoteri e li usava per i cazzi propri. Accompagnate alle foto del Papa, alcuni oggetti promozionali che l’azienda capeggiata dall’ex-papa esporta in tutto il mondo.

18.Una Tac inutile?

La lastra del caso di aggressione più inusuale  avvenuto finora. Si fa notare oltre al simpatico dente nell’occhio, la mandibola della vittima, quasi completamente frutto di fantasia.

Vi salutiamo ricordandovi di segnalare le opere che ritenete degne del nostro spazio museale, oltre al favore di far conoscere questa preziosa opera di divulgazione anche ad altri.

Per visitare i precedenti ampliamenti della Gallery, cliccate sull’immagine in testa al post oppure su quella identica a lato.

Arriveduàr…