Obituary- Tornare dalla tomba, ancora una volta


La pagina Facebook di R.A.M. stasera fa i capricci e allora perchè non scrivere direttamente due righe qui? Ebbene gli Obituary hanno presentato un nuovo pezzo dal loro prossimo album ancora senza titolo che uscirà per la Relapse non si sa bene quando.

Era dal 2009 che i floridiani non incidevano qualcosa di nuovo e a dirla tutta le ultime prove non erano state gran che, troppo mosce per un gruppo che da sempre apprezzi e che ti aprì le porte al Death Metal nel lontano 1994 con “World Demise”. Il pezzo nuovo è un classico lentone ispirato come sempre ai Celtic Frost e sarà l’astinenza o che altro, ma funziona.

La nuova canzone è stata suonata sul palco del CopenHell, festival metalloso Danese,  tre giorni fa.

Prima di approdare alla Relapse,  il gruppo aveva iniziato nel 2013 una campagna su Kickstarter per raccogliere i fondi necessari alla realizzazione di un nuovo disco in studio, campagna che ha riscosso un successo strepitoso, infatti il disco è stato già registrato e la Relapse deve preoccuparsi solo di distribuirlo e promuoverlo al meglio.  Il gruppo annovera nella line up oltre ai fratelli Tardy(sembra un nomignolo di una coppia di soggetti), il solito Trevor Peres alla chitarra, Terry Butler al basso (si proprio l’ex-Death-Massacre-Six Feet Under) e alla seconda chitarra il per te sconosciuto Kenny Andrews. Altri dettagli sul disco verranno rivelati a breve, state attenti su Facebook, capricci permettendo.

Speriamo che abbiano fatto le cose come si deve stavolta, una delusione dopo cinque anni sarebbe brutta da digerire.

dd

Fratelli Tardy e cugini svegli

 

Meshuggah-Nuovo EP scaricabile AGGRATISSE


La solita Scion A/V  mette a disposizione un mini EP composto da due canzoni: una inedita “Pitch Black” ed “Dancers to a discordant System” suonata live.  Basta andare qui inserire la propria mail ed attendere il link per scaricare che vi arriverà nella casella dell’indirizzo che avete fornito.Tu vai ad ascoltare…voi scaricate!

Meshuggah_PitchBlack_carrousel

 

Show degli Obituary in Streaming stasera!


Stando a quanto postato sulla pagina ufficiale su Facebook degli Obituary , lo show che la band terrà stasera a Vienna verrà trasmesso in streaming sulla loro pagina Unation alle 22.50 circa (loro danno come orario 4:50 pm East Coast, per capire l’orario italico hai dovuto interpellare svariate persone e tenere tutte le dita libere per fare i calcoli).

Nessuna registrazione è richiesta, basterà cliccare sul link per godersi la performance ricca di classici visto che il tour si chiama “Rotting Slow in Europe- The Classic Set list 89 thru 92”

Per vedere lo show: http://www.unation.com/obituary cliccare su livestream e premere su “Play”

Se non va prendetevela con loro e con le connessioni giurassiche che teniamo!

Jeff Loomis- La prima intervista dopo l’abbandono dei Nevermore


Il biondo guitar hero ha rilasciato in esclusiva per il sito ameregano “Metalsucks.net” un’interessante intervista in cui parla dei motivi dell’abbandono dei Nevermore e dei progetti futuri. Traduco alcuni estratti per la vostra gioia:

“MS: Tuffiamoci nella domanda più ovvia: dal tuo punto di vista cosa è successo con i Nevermore?”

JL:”Van (Williams) e io abbiamo cominciato a parlarne mentre eravamo in tour con i Symphony X in Europa. Come tutti sanno siamo insieme dal 1993 e siamo stati bene  per molti anni. Penso che in un lasso di tempo passato insieme tra lunghi tour e registrazioni di dischi, abbiamo avuto una sorta di rigetto tra noi. Ci sono stati molti problemi con l’abuso di alcol,  anche io ne ho avuti. Ma non voglio farmi intervistare sulla fine dei Nevermore solo per parlar male di un particolare membro del gruppo, sarebbe ingiusto e falso.”

e ancora…

JL:”Eravamo nell’ultima parte del tour europeo con i Symphony X quando Van ed io abbiamo parlato con Warrel nel bacstage e gli abbiamo comunicato che né io né Van avremmo continuato la parte di tour in U.S.A. Volevamo avere un po’ di tempo per  chiarire le idee, parlare tutti insieme e aspettare il ritorno di Jim, che stava recuperando dal suo intervento al cervello. A Warrel l’idea non piacque neanche un po’, ma io e Van eravamo fermi sulla nostra decisione, pensando che fosse una mossa intelligente ripartire più freschi dopo qualche tempo. Ne venne fuori una discussione tremenda, perchè il promoter negli U.S.A. era incazzato e c’era la voce che avrebbero potuto farci causa. Quello fu abbastanza, così io e Van rilasciammo il comunicato in cui dichiaravamo di lasciare la band. Ne avevo abbastanza in fondo. Volevo fare cose differenti in musica e penso sia stato meglio per entrambi abbandonare il gruppo. E’ stato incredibile, comunque, la risposta che abbiamo avuto dai nostri fans. E’ bello sapere che regaliamo energia positiva ai fan con la nostra musica”.

MS:”Hai parlato con Jim e Warrel dopo il vostro abbandono?”

JL:”Ho provato a contattarli, ma  preferiamo mantenere le distanze per il momento”.

Alla domanda su quando siano iniziati i problemi nella band, Jeff risponde intorno al 2005 a causa dei problemi di salute prima di Warrel Dane e poi di Jim Shepard. I problemi che ogni band affronta erano diventati continui ed insostenibili. Jeff commenta anche le brutte dichiarazioni che Dane ha rilasciato nei confronti di Van Williams, definendole “una cosa triste considerando anche la ventennale amicizia e i numerosi dischi e tour affrontati insieme. Jeff parla molto anche del suo disco solista che sta preparando spalleggiato da Dirk Verbeuren alla batteria e Christine Rhoades  alla voce. Christine è la sensuale voce che ha collaborato con i Nevermore per “Gardens of Grey” e in “Dreaming Neon Black”.

Tutta l’intervista originale qui.

Nel video alcune parti di batteria in studio registrate da Verbeuren per il prossimo disco di Loomis.