The Gallery CCXXXXVII


Bentornati nella Gallery carissimi! Non potremmo farvi mancare come ogni mercoledì la vostra dose di bellezza e Arte sublime, nuove eccitanti opere attendono di essere vissute e giudicate, apprezzate ed amate da voi, ormai esperti e legati per sempre a doppio filo alle nostre sale. Chi di voi invece si appresta a percorrere per la prima volta i nostri ampi corridoi sappia che avrà a disposizione ogni aiuto possibile dal nostro staff, sia per non smarrirsi nella labirintica struttura e non perdere il filo logico della nostra esposizione. In caso di malessere non temete, è normale.

 1.Idea fallimentare

d

Un incantatore di serpenti per distinguersi dalla concorrenza ha immerso il suo in un barile pieno di scorie radioattive, tanto da dover indossare una tuta per non assorbire le radiazioni. Purtroppo per lui il mefitico odore, accompagnato dalla paura di essere irradiati, tiene il pubblico lontano alcune decine di metri dai suoi spettacoli.

2.Lettera fatale

dd

“Se la rilegge ancora me sparo!” dice il primo rivolto al tizio al centro, a cui basta una scusa qualunque per bere. Sintonizza la tv e non ascolta la decima lettura della lettera del militare triste, con la quale viene informato di essere un cornuto.

3.Giovani ribelli

dd

“Scavo una buca con la chitarra di papà!!!” “Sìììììì”

4.Medici senza frontiere

dd

Un essere mollemente adagiato su un letto di palme in plastica, attende la visita del noto dottore interplanetario, il quale ha già imbracciato le sue propaggini per evitare di toccare i malati. Avendo contagiato mille e seicento malattie da quando ha cominciato è costretto a lavorare con quegli scomodi arnesi, anche per non diffondere il morbo di cui soffre: la devastante dermatite a coste.

5.Esperimenti

dd

“Ora bambini, ditemi come vi sentite con uno scolapasta in testa” chiede il primate di Parapsicologia alle due cavie volontarie.

Con allegria e baldanza giungiamo nella sala allestita grazie alle donazioni di voi amici segnalatori, pardon Gallerysti Onorari!. Li ringraziamo con gratitudine e rispetto. Ad illuminare le nostre pupille comincia Todd.

6. Battle for the Stufa of Ghisa

dd

“Tutto ‘sto casino dovete fa ogni volta? Vi ho chiesto due ciocchetti per la stufa, mica la costruzione di un Drakkar! Poi tu con la lancia cosa ci dovresti fare?” “Elimino con fierezza i conigli nemici che attentano alla nostra vita guerriera!”

7.Minimalismo intenzionale

dd

Come ben dice Todd nella lettera d’accompagnamento alle opere donate, questo pezzo trasuda infantilismo da ogni parte. La scelta di rendere deforme e semplicistico, infantile appunto, il disegno è una volontà ben precisa. L’artista disdegnando ogni forma di tecnica alta, si affida alla sciatteria voluta, donando all’opera una maturità maggiore ed una freschezza senza pari.

Chiudiamo l’ampliamento odierno con le donazioni di Giuseppe Moretti, al quale estendiamo il ringraziamento sentito di cui sopra.

8.Verso lo spazio, eleganti

dd

Per la prima volta un razzo vettore a forma di rossetto raggiungerà lo spazio, portando con sè la sonda “Pupa” che esplorerà Marte in cerca di tracce di Sephora. La forma del razzo non ha alcuna valenza aerodinamica o funzionale, ma è stata imposta dallo sponsor. Il quale ha donato anche il cachet alla tipa che suonerà cover degli Hawkwind.

9.Vendetta

fff

“Ti raggiungerò, dannato maligno che hai messo sotto scacco la città! Non importa se le esplosioni casuali mi uccideranno, non importa se la gomma andrà a fuoco del tutto facendomi cadere rovinosamente! Ti lancerò questo fulmine di stucco tra gli occhi!”

10.Chiave metafisica

dd

Un grande insieme metafisico avvolge le nostre menti osservando quest’opera dal respiro epico e confusionario. La vuotezza dell’ambiente ci angoscia, ancor più del senso introvabile che caratterizza il tutto.

11.

e

E a proposito di chiavi e senso, ora sappiamo chi è che si diverte a gettare chiavi enormi in giro. Il demone Cisa, temibile persecutore di ogni essere vivente in possesso di un mazzo di chiavi, si diverte a confondere e a tormentare tutti coloro che non dispongono dell’attenzione necessaria per contrastare i suoi scherzi più noti: chiavi smarrite, chiavi sbagliate nelle toppe e altri inconvenienti legati al mondo delle serrature. Gli antichi usavano il demone Cisa come metafora della vita, in cui basta avere le chiavi giuste per farsi strada, ma solo se si era degni di contrastare le sue macchinazioni.

12.Ancora un collagismo mancato

ddd

Una forma di collagismo ordinato che assembla con troppa logica gli elementi, superando così la nota corrente artistica, nota per la casualità degli elementi accostati fra loro. Guardando la scena, mal composta di proposito, si evince che i quattro tossici stiano dando un rave a Stonehenge, mal contrastati da un unico poliziotto. L’elemento davvero strano è l’animale sulla destra, il quale non ha una funzione netta e comprensibile nell’insieme.

 

Vi salutiamo ricordandovi di segnalare le opere che ritenete degne del nostro spazio museale, oltre al favore di far conoscere questa preziosa opera di divulgazione anche ad altri.

Per visitare i precedenti ampliamenti della Gallery, cliccate sull’immagine in testa al post oppure su quella identica a lato.  

Arriveduàr…

The Gallery CCXXXXIV


Si riapre, con grande sforzo produttivo e l’impegno giusto, siamo pronti a riaccogliervi numerosi nelle nostre sale. La pausa è stata necessaria, le feste quest’anno sono state parecchio improbe da superare e avevamo il bisogno di rassettare per bene l’ambiente in cui presto vi muoverete gagliardi e pimpanti. Avremmo molte cose da dirvi, ma preferiamo data la lunga assenza, lasciarvi immergere subito nel mondo dell’Arte. Siete pronti ad accedervi con la solita incoscienza? Prego dunque…

 1.Sembra ma non è…

www

Un povero bimbo guarda la tv (uno schermo piatto sulla quale è poggiata un’antenna, miracoli dell’equilibrio) insieme a dei ratti. Il programma che stanno guardando è più inquietante della paradossale realtà che li circonda e il bimbo ci guarda con l’espressione: “è la mia coda, cosa credevate fosse?”

2.Ammirazione offuscata

dd

“Ma figata, guarda le lucine della città sulla chitarra. Noooo, le guarderei per ore…sembra perfetto il fotomontaggio”. Se si togliesse quegli occhiali forse ritratterebbe all’istante tutto.

3.Ottima composizione con poco

bvv

Non uccidetela, soldati spietati, burocrati senza testa. Lei è la cultura (o la ragione, chissà) legata con un flessibile per il bidet si dispera, truccatissima. Da notare che i soldati  e i burocrati sullo sfondo, sono la stessa immagine ripetuta. 

4.Sistemi di sopravvivenza

jkhv

Uno stile vagamente repkiano nell’opera non ne mortifica l’originalità, tanto meno la freschezza dell’insieme. Dei  poveri giovanotti che stavano menandosi in santa pace(come si evince dalla scena sullo sfondo a sinistra) vengono attaccati dagli alieni. La loro strategia per non farsi bruciare vivi? Fingere di vomitare.

Siamo con gran puntualità ed eccitazione di fronte alle opere donate dai nostri Gallerysti Onorari. Carissimi, scusateci per aver lasciato le vostre preziose tele nel magazzino per tutto questo tempo, vi assicuriamo che sono state tenute in condizioni adatte, da grandi esperti quali siamo. Cominciamo da Alberto ringraziandolo con una verace e veemente stretta di mano.

 

5.Una corrente sottovalutata

dd

Siamo di fronte al “minimalismo croccante” una corrente che cerca di ricreare nelle sue opere l’effetto “crunch” con rapidi tocchi sulle tinte piatte (nel caso dell’opera in oggetto realizzate con i pastelli). Diteci che non la sgranocchiereste questa bellezza…

 

6. Epica lotta

dd

Un energumeno vestito come Jenny la Tennista si prepara alla lotta con il demonietto che sembra una lingua bollita. Equipaggiati con armi micidiali, si contendono il possesso del cornuto sdraiato a terra, il quale con la testa comodamente poggiata su un ciocco, riposa beato.

Passiamo alle opere donate da Todd, due miniature che richiederanno un po’ di attenzione e diottrie in più. Lo ringraziamo con la stretta di mano di cui sopra, allegando il preventivo dell’ottico.

7.Scacco BAR!

ddd

Anche gli scacchi hanno il loro bar, dopo ogni partita ci vuole una rinfrescata no? Gli ultimi ad uscire sono sempre i pedoni, mentre i cavalli devono ogni volta inventarsi un percorso per centrare la porta. 

 

8.Catalogo 1983

ddd

Una bella foto di fronte ad un crocefisso non è niente di particolare oggi. Ma l’abbigliamento stile Oviesse/Conbipel dei tipi risveglia un qualche interesse

Chiudiamo con le opere donate da Giuseppe Moretti, anche  a lui diamo come ringraziamento una bella stretta di mano verace e veemente.

9.Simpaticissimi

xxx

Il tipo davanti ci indica i suoi pards con fare allegro, motteggiante. Lui, con i pantaloni “stellati” e la canotta a rete.

10.Ricco maiale

fff

Una metafora nuovissima quella del maiale con i soldi. Questo ha comprato la sedia all’IKEA per risparmiare, dato che ultimamente gli affari non vanno proprio benissimo nel settore di…di cosa si occupa esattamente un maiale con i soldi? Avete trovato la domanda chiave per interpretare l’opera!

11.Ravanare nel vuoto

ddd

Un drogatissimo trombatore di donne dalle cosce in plastica si fa fottere il cervello da un’altra tipa, coinvolta ed eccitatissima. Una scena che ha bisogno di poche parole, ma solo della vostra attenzione.

12.Sembra ma non è…2

ddd

Chiudiamo con un’opera direttamente collegata alla prima: un trompe l’oeil. Anche qui il vecchio Babbo Natale sembra intento in una sana defecata campestre, ma osservando meglio l’opera, si scoprono particolari diversi e non meno interessanti. Tipo la toppa con scritto “HO HO HO”.

Vi salutiamo ricordandovi di segnalare le opere che ritenete degne del nostro spazio museale, oltre al favore di far conoscere questa preziosa opera di divulgazione anche ad altri.

Per visitare i precedenti ampliamenti della Gallery, cliccate sull’immagine in testa al post oppure su quella identica a lato.  

Arriveduàr…

The Gallery CCXXXXI


Bentornati carissimi! Oggi ricco ampliamento grondante Arte da tutte le pareti, prima che voi li percorriate ebbri di gioia, sappiate che siamo totalmente felici del responso costante che ci date, non esiteremmo a regalare biglietti omaggio a tutti voi, purtroppo il mastodontico budget per tenere in piedi e salvaguardare l’enorme struttura museale costringe a limitarci a dei ringraziamenti puramente verbali. Sappiate che però valgono molto. E ora entrate pure, sappiamo che queste nostre chiacchiere sono solo l’ultimo ostacolo fra voi e la beata fruizione della bellezza.

 1.Idea Epica

dd

“Caro sto morendo di freddo! Colpa tua e della mania di mandarmi in giro in bikini leopardato!” “Aspetta, direzionerò in maniera epica i raggi di sole sul tuo corpo sì bello onde riscaldarti!”

2.Dove sei angelo mio?

1480307155_cover

Il fraticello annoiato guarda sconsolato un televisore che non funziona, colpa dell’antennista poco esperto che oltre a stendere metri di inutile cavo, non ha fatto altro. Il tapino sente già la mancanza di “Pomeriggio Cinque” e non conta nulla fare penitenza restando in ginocchio sui cavi, Barbara non tornerà…

3.Campagna Marketing  invadente

dd

“Avrebbe del tempo per acquistare il famoso disintegratore “Deletus 5500? Alta tecnologia marziana! Non dovrete più preoccuparvi della polvere e dello sporco, il nostro “Deletus” disintegra direttamente i mobili! Guardi pure dietro di lei!” “AAAAAAAAAAAAAAAH il mio LEFABBLIé!!!” 

4.Disaccordo e rabbia

ee

La testa di un tizio spunta dal deserto spaccato dal Sole, egli vi era stato sepolto dai due tizi sullo sfondo, dopo un commento infervorato sulla qualità del posto e la sua adattabilità ad un picnic. Il suo labiale è deformato da un “Li mortacci vostri!” immortalato per sempre dall’artista.

5.La ragazza va a fuoco

dd

Un tizio mascherato, armato di un ghiacciolo a forma di coltello, cerca di conquistare una signorina che sta prendendo a fuoco, ignara. Lei non lo degna di uno sguardo, continuando a bruciare senza mostrare sofferenza, l’etichetta prima di tutto!

Siamo puntuali e felici di fronte alle pareti decorate grazie al lavoro dei nostri amici Gallerysti onorari. Il primo a deliziarci è Alberto, un gradito ritorno. Lo ringraziamo con un cesto di “bentornato!” freschissimi.

6. Novità assoluta

rr

Un effetto fotografico mai visto, una sorprendente colorazione delle lenti e un grigio elegantissimo a legare il tutto. Un’opera che confonde per almeno cinque secondi.

7.Sindrome

dd

Immersi in una tazza di “infuso ai  frutti rossi, rilassante” dei tipi stanno curando con la medicina alternativa la terribile sindrome di “Lagerfeld”. Una rarissima malattia genetica che impedisce loro di uscire di casa vestiti, basta un “filo” di make up e la permanente. La tazza gigante è stata offerta dalla nota ditta di ceramiche “La Delicatissima”.

 

8.Rapporti

ddd

“E questa sarebbe la mia porzione? Dovrai fare di meglio amico” dice la Jena abbracciando il suo compare.  Il quale ha già capito che non è stata una buona idea mangiare tutto prima dell’arrivo del socio. Da notare in questo crudo metaforone della condizione umana, l’artista si sia servito di richiami alla corrente viennese con chiari rimandi all’Arte di Klimt e Kokoschka.

Si prosegue con l’opera inviata da Todd, al quale non possiamo che rinnovare i nostri sperticati ringraziamenti.

9.La vendetta di un clown

dd

“Non avrei dovuto dire quella battuta su Craxus, il nostro reggente! Ora sarò bandito da tutte le corti e neanche il Gran Ciambellano Baudum potrà riportarmi nel giro che conta. Cosa farò? Me tapino…ehi ci sono! Fonderò un movimento politico, così nessuno potrà più censurarmi!”

E chi se non Giuseppe Moretti poteva fregiarsi dell’onore di chiudere l’ampliamento odierno? E potremmo esimerci dal ringraziarlo con tonnellate di ringraziamenti? Certo che no.

10.Il Cetriolo

ff

Da questa famosa opera nacque un fortunato tormentone presente in molti film comici dei primi anni 90. Se nei film l’atto è doloroso ma sublima nella risata, nell’opera l’autore voleva porre l’accento sulle sorprese che la vita riserva all’uomo senza vie d’uscita. Sorprese a volte molto, ma molto, dolorose ben esplicitate dalla benda (la sorpresa) e dal dolore del regalo posteriore ricevuto.

dd

Un consumato attore impiegato solo per quel difficile ruolo.

11.Ironia altissima

dd

Quest’opera sembra la naturale conseguenza di quella precedente, in realtà non ne condivide affatto le pretese esistenziali, qui siamo più a livello “asilo”. Una comicità basilare, che dovrebbe shockare in maniera ironica. Fa ridere, se si hanno dai 3 ai 7 anni.

12.Freak poker 

fff

“Maledetta scimmia, tu bari!” “UH UH UH AAAAH UH!” “E Mi piglia pure per il culo! Ma voi non dite niente?” Sono troppo occupati a sghignazzare. 

13.Baci pagati

ff

Il tizio con il bacio sulla guancia ha dovuto sganciare cinquanta sacchi per farsi apporre un bacio al rossetto dal tipo alla sua sinistra. Gli serviva per avere un’indubbia immagine da sciupafemmine.  Purtroppo non sortisce l’effetto di  distrarci dall’impressione che questi abbiano sciupato più phon  che femmine.

15.Pompa Magna

dd

Simpatica la sfida che la signorina ha organizzato: chi avrà il coraggio potrà usufruire di una fellatio, sarà lei a decidere se usare anche i coltelli o solo la lingua. Finora non ha tentato nessuno, chi può dire se sia così brava da motivare la scommessa dei propri attributi. In fondo ci sono modi meno rischiosi per rimediare un rapporto orale.

 

 

Vi salutiamo ricordandovi di segnalare le opere che ritenete degne del nostro spazio museale, oltre al favore di far conoscere questa preziosa opera di divulgazione anche ad altri.

Per visitare i precedenti ampliamenti della Gallery, cliccate sull’immagine in testa al post oppure su quella identica a lato.  

Arriveduàr…