The Agonist- Prisoners


E’ vero li hai ascoltati perchè incuriosito dalla blucrinita Alissa White Gluz, da sempre hai un debole per le ragazze che cantano Metallo,  a differenza di molti non hai mai sputato su un gruppo a priori perchè c’è una donna dietro il microfono, anzi di solito è difficile che io sputi a priori. Con i Canadesi ti è andata di lusso, perchè a differenza di molti altri ‘sto gruppo ha la fortuna di averci una tipa dotata…Alissa oltre ad essere un donnino clamoroso, si distingue anche per il viulento scream che alterna alla candida voce pulita, rendendo facilmente riconoscibile un pezzo del gruppo, che di questi tempi non è poco.

Va be’ ma il gruppo?

I “The Agonist” partono da trascurabili esordi Metalcore caratterizzati dalla bella voce di Alissa e poco altro, crescendo ed estremizzandosi nel corso degli anni,  pur conservando sempre l’attitudine “gggiovane” e melodica. Questo è un buon disco che prosegue nell’estremizzazione del loro sound, per fortuna “Prisoners” è finalmente libero da troppi orpelli orchestrali che non erano sempre efficaci nel disco precedente, anzi. I cinque si sono invece dilettati nell’allungare i brani, complicandone le strutture e dilatando le composizioni, complice l’utilizzo per la prima volta di un secondo chitarrista. Una scelta in controtendenza che paga, l’album non annoia nonostante alcuni brani meno brillanti ed alcune “morbidezze vocali” di troppo.

Buonissimo disco che piacerà di molto a chi non si fa troppi problemi di purezza e che non rigetta il moderno.

Tracklist:

01. You’re Coming With Me
02. The Escape
03. Predator & Prayer
04. Anxious Darwinians
05. Panophobia
06. Ideomotor
07. Lonely Solipsist
08. Dead Ocean
09. The Mass Of The Earth
10. Everybody Wants You (Dead)
11. Revenge Of The Dadaists 

Voto:

L’assaggio del disco:”Ideomotor”

Beh un’ascoltata gliela si da volentieri no?

E pure la Band al completo, se no sembra che…

Le Migliori 10 Cantanti Metallare: quando estetica e bravura vanno d’accordo.


Quanta strada ha fatto il Metallo da quando era popolato  esclusivamente da misogini e sessisti masculi. Oggi non da più scandalo avere una donna nella band, anzi  si ottiene maggiore visibilità se la donna in questione è una bella figliola. Una meccanica deviata dal modo di pensare del Metallaro medio magari non più misogino,  però assai eccitabile e sensibile al fascino femminile. Una bella listarella delle dieci Metallare più brave e belle ti sembra doverosa, perciò via con la carrellata delle “Metal Chicks”:

10. Sabina Classen, la Valchiria Tedesca

Voce della Thrash Metal band tedesca  Holy Moses, cattiva come un caimano a digiuno. Sabina è una bellezza ruspante stile valchiria. La sua voce scartavetrante e cattivissima fa invidia a molti colleghi maschi.

Che classen…teteschen!

9.Veronica Freeman, L’amazzone “perata”

Al nono posto un’altra bellezza formato “panzer”, l’ameregana Veronica Freeman, cantante dei Benedictum, gruppo dedito ad un Classico Heavy di stampo ameregano(ma va?). Veronica ha una voce potente e molto “maschia”, raramente concede vocalizzi che ricordano all’ascoltatore che “The V” è una donna. Prorompente, anche se in certi ambienti girava la voce che fosse un transgender…una minchiata suggerita dalle sue fattezze forse fuorvianti.

“Al Metallaro non far sapere quanto è buona la cantante con le pere.” dice il proverbio…

8.Amanda Somerville, la platinata

La bionda ameregana vanta nel suo curriculum decine di progetti e collaborazioni oltre ad un suo progetto solista. Uno degli ultimi è quello condiviso con Michael Kiske per un morbido disco di Hard/AOR niente male. Amanda è un mezzosoprano dalla voce suadente, espressiva e quando occorre sa essere molto potente. Carrozzata di serie.

Un viso davvero espressivo quello di Amanda, una volta tanto state guardando una donna negli occhi.

7. Floor Jansen, la sellerona

Alta come un cestista NBA, la bella Floor  è stata la cantante degli After Forever, la Gothic-Power band Olandese, ed attualmente in forza al suo gruppo ReVamp, simili agli After Forever ma molto più cattivi. Floor presta la sua voce a numerosi progetti grazie alla bellezza del suo timbro da soprano duttile e potente.  Bella brava ed ignorante…

Floor è così alta che tocca le travi del soffitto…incredibile eh?

Continua a leggere