10 Canzoni per Halloween


modernwitchramIl 31 Ottobre molti tra noi Metallari lo conoscevano già prima che la ricorrenza ameregana venisse importata nel nostro Paese, tra citazioni e canzoni dedicate alla “Notte delle Streghe” di cui è ricco il Metallo. Senza dimenticare i filmoni culto come “Trick or Treat?”(da noi “Morte a 33 giri”) o il gigantesco “Halloween” di Carpenter che hanno costruito nei giovanotti italici il mito della notte più spaventosa dell’anno. Personalmente non ho mai avuto il feticcio del 31 Ottobre, ma non sono neanche così cretino da dare addosso ad una festa che alla fine è un Carnevale in più da festeggiare per i bambini e non, con il bonus del tema “macabro”. Non so voi, ma io avrei voluto festeggiarlo da bambino, anche da adolescente, perchè no? Oggi che sono anziano e triste mi accontento di stilare una piccola lista di canzoni che sembrano adatte alla bisogna, senza un ordine particolare e con la doverosa premessa: non  ci sarà “Halloween” degli Helloween. Perchè? Perchè è inascoltabile, almeno per me. E non ci sarà nemmeno “Black Sabbath”, perchè è troppo facile.

1.King Diamond- At the Graves

Questo è davvero il primo pezzo a cui ho pensato dopo aver deciso di scrivere questo post. La sola intro è puro Halloween, le tastiere e la voce di Diamond che parla con il fantasma di “Missy” tornato dalla tomba fanno il resto.

2.Slayer- At Dawn They Sleep

Uno dei migliori brani non suonati a seimila all’ora degli Slayer, dal riff ipnotico, implacabile e “circolare”. Pezzone che parla delle creature notturne che all’alba dormono. Dopo una notte di bagordi?

3.Ozzy Osbourne- Bark at the Moon

Uno dei miei pezzi preferiti dell’Ozzy solista post-Rhoads, per una perfetta festa di Halloween l’ascolto è da abbinare al folle videoclip. Ozzy allucinatissimo si trasforma in un lupo mannaro, lo vediamo morto in una bara e fare assurdi esperimenti, il tutto in un’atmosfera vittoriana da cinque sacchi. Cultissime anche le facce del batterista.

ddd

“Auuuuuuuuuuuuuuuuu!!”

4.AC/DC Hell’s Bells

Popolare e per tutti, con questa pochi avranno da ridire se la mettete su. I rintocchi di campana e l’intro indimenticabile poi sono ideali per fare atmosfera.

5.Death SS- Heavy Demons

Lo so, dopo King Diamond in apertura i più superstiziosi fra voi staranno facendo sfrigolare gli zebedei a forza di sfregarli. Io non essendo superstizioso ci rido su, inoltre questo è un pezzo pregiatissimo ed immancabile per Halloween. I mostri classici, i mascheroni ed una canzone trascinante dal ritornello implacabile. Anche se i Death SS avranno scritto pezzi molto più inquietanti ed “halloweeniani”, questo mi sembra quasi una scelta obbligata.

6.Venom- Buried Alive

L’essere seppellito vivo è uno degli incubi più angoscianti che mi hanno sempre attanagliato, ben più di lupi mannari e fantasmi. Il brano dei Venom è perfetto nel ricreare la terribile sensazione di un tipo che viene seppellito vivo mentre ascolta la cerimonia funebre e la terra gli viene gettata sulla bara. Terra che venne gettata davvero su un microfono in studio per ottenere l’effetto giusto, per dire. Lo straziante assolo è uno dei migliori di Mantas e divertente notare che la canzone invece di terminare o sfumare, si trasformi in “Raise the Dead”. Vendetta!!

7.Motörhead- Nightmare/The Dreamtime

Un riffage molto simile a quello di “Killed by Death” suonato con lentezza esasperata, sintetizzatori degni del miglior horror di serie B anni 80 e un Lemmy quasi avvolgente nella sua roca litania. Un brano che forse non ricorda nessuno, approfittate per riscoprirlo.

8. Cradle of Filth- Her Ghost in the Fog

Questa merita già solo per il titolo il posto in questa lista. La canzone è atmosferica al punto giusto, inquietante, romantica e disperata. Gli intrecci vocali tra la vociaccia di Dani e quella celestiale di  Sarah Jezebel Diva restano l’apice di una delle migliori canzoni dei CoF. Nel video c’è la versione tagliata, voi fatevi un favore ed ascoltate quella intera.

9.Moonspell- Everything Invaded

La cupa malinconia che si mescola alla rabbia, la potenza con la melodia e il risultato è strabiliante. Una canzone bellissima in ogni occasione, ad Halloween poi il video con la band che risorge dal terreno in pieno giorno casca proprio a fagiolo.

10.Iron Maiden- Hallowed be Thy Name

Non so se tutti faranno il medesimo errore che feci io quando ero un allegro tredicenne, in ogni caso questo pezzo è l’ideale per chiudere. Quale errore dite? Be’, allora pensavo che le canzoni dei Maiden dovessero parlare per forza di incubi e mostri, storie terribili e di paura. In effetti questa è una storia terribile, ma non è altro che il racconto di un condannato a morte per impiccagione che attende la sua ora. Un errore da poco, ad Halloween un impiccato ci va come il cacio sui maccheroni.

Un buon Halloween a tutti, che lo festeggiate o no, che ve ne fotta qualcosa o meno.

p.s. l’immagine di presentazione al post è un mio disegno. Degno della Gallery? Fatemi sapere…

Dieci Metallare: quando estetica e bravura vanno d’accordo, e tre!


diecimetallaretreIl ritorno di uno degli argomenti più cliccati ed apprezzati qui su R.A.M., tanto apprezzato che il primo “Le migliori Dieci cantanti Metallare” è il post più letto in assoluto del blog. Rendiamoci conto, tira più un pelo di Doro che cinquanta post di recensioni. Nessuno si stupisce no?

E’ passato un bel po’ di tempo dall’ultima rassegna di belle figliole ed è di nuovo ora di scegliere altre dieci cantanti  metallare tanto belle quanto brave.

10.Ann Boleyn, la strega dagli occhi di ghiaccio

h

Conosciuta per il suo timbro tagliente da vera screamer, Ann Boleyn ha passato tutta una vita nell’underground con la cultissima band degli Hellion. Metalllo classico da scoprire assolutamente. Ann vantava uno sguardo magnetico e un fascino che sono purtroppo oggi svaniti dietro a litri di botulino, come si può constatare dalla foto agevolata di seguito.

ddd

Invecchiare è brutto, imbalsamarsi da vivi lo è molto di più.

9.Pamela Moore, sostanza ameregana

ygf

L’indimenticabile “Sister Mary” di “Operation: Mindcrime” è tornata lo scorso anno con un buon disco Metallico al punto giusto. Fascino tipico americano aiutato, forse, con qualche piccolo taglia e cuci, fortunatamente la voce è sempre potente ed espressiva come un tempo.

8.Noora Lohuimo, più bionda che bellissima

nkk

Noora ha convinto e continua a convincere tutti i fan dei Battle Beast con le sue performance potenti. E alla simpatica Nitte non ci pensa più nessuno…

7.Kobra Paige, niente battute sulle canadesi da montare please.

ff

Un vocione potentissimo che la bionda  Brittany Paige conosciuta come “Kobra” Paige, mette al servizio dell’ottimo gruppo Kobra and The Lotus, fieri portatori di aggressivo Metallo dal sapore classico. Bellezza ignorante e selvaggia, come un mattino d’inverno ancora legato alle sudate d’Estate, no com’era?

6.Gogo Melone, premio Jimmy Bobo ad honorem

ddd

Bravissima performer con la Death-Gothic Band Luna Obscura, finora all’attivo un solo album, Gogo Melone si occupa anche di realizzare lavori in digitale ed artwork per dischi. A dispetto del nome, di melone ce n’è poco, ma la sua bellezza diafana ottima per gli amanti dell’estetica Goth resta indiscutibile.

5.Somi Arian, iraniana irosa

cc

Una voce scartavetrante, un growl davvero potente per questa ragazza di origini iraniane. Oltre a cantare nella Death-Thrash band inglese dei Mortad, Somi  è una modella, un’ex conduttrice televisiva che vanta un fisico niente male ed un fascino esotico rimarchevole.

ddd

L’altra faccia di Somi Arian…

4.Lzzy Hale, rocker sui tacchi a spillo

sss

Più Rocker che Metallara, Lzzy Hale è l’indiscussa leader degli Halestorm, piacevole band Hard Rock britannica. La sua attitudine che ondeggia tra il classico stereotipo e il glamour leccato di oggi  si può osservare in numerosi servizi fotografici che spesso l’hanno resa più celebre della sua musica.

3.Mariangela Demurtas, fascino mediterraneo

cd

La bella sarda dalla voce squillante milita dal 2007 nei Tristania, con i quali ha pubblicato due dischi, “Rubicon” e di recente “Darkest White”. Sirena mediterranea che ipnotizza anche senza cantare.

2.Carla Harvey, Butcher Bruna

dd

La metà bruna delle Butcher Babies possiede un fisico da coniglietta e una grinta da leone. Impossibile rimanere indifferenti ad una sua prova on stage.

1.Heidi Sheperd, Butcher Bionda

ff

Primo posto scontato dopo il secondo assegnato alla pard Carla Harvey. La bionda delle Butcher Babies è ancora più energica e scatenata sul palco, tra scream e accenni in pulito si dimostra sempre all’altezza. Va al primo posto rispetto a Carla più che per motivi estetici, comunque notevoli senza ombra di dubbio, per la qualità delle sue performance vocali.

Per rendere piena giustizia alle signore che avete visto, una comoda galleria di link per comprendere meglio il loro valore artistico.

Ann Boleyn: Hellion-Screams in the night

Pamela Moore: Pamela Moore-Paranoia

Noora Louhimo: Battle Beast-Let it Roar (live)

Kobra Paige: Kobra and the Lotus-50 Shades of Evil

Gogo Melone: Luna Obscura-Waltz into Darkness

Somi Arian: Mortad-Waste of my Rage

Lzzy Hale: Halestorm-Love Bites (so Do I)

Mariangela Demurtas: Tristania-Requiem

Carla Harvey e Heidi Sheperd: Butcher Babies-Mr. Slowdeath (live)

Per leggere gli altri post in cui l’estetica e la bravura vanno d’accordo potete cercarli negli indici o nei banner a lato, oppure per fare prima, cliccare i link qui sotto:

Le migliori Dieci Metallare
Altre Dieci Metallare
Le migliori Cinque cantanti Metal Olandesi

 

Le Dieci foto più ridicole del Black Metal (non le solite che conoscete tutti!)


E’ come sparare sulla Croce Rossa in fondo, è facilissimo ironizzare su alcune fotosesciòn che i gruppi BM sanno tirare fuori. In attesa della nuova tappa del Tour Europeo alla ricerca del buon Black suonato, ci facciamo due risate con il Black fotografato malamente, con una premessa: le foto di Abbath e degli Immortal non ci sono perchè le conoscete tutti e poi si sa che Mr. Eikemo non c’è ma ce fa.

 

10-Il Daverio

xxx

“Va che meravigliosi stucchi codesta  colonna!”

 

 

9-Fame atavica

dd

“E’ così che si mangia la carne!”

8-DeFormation  of Damnation

ddd

“For the Gobba of Satan I command you to eccetera eccetera…”

7- Nuovi standard

ddd

Non c’è niente che faccia paura a Nocturno Culto, nemmeno posare con le labbra a culo di gallina come un’adolescente qualsiasi. E Fenriz beve da un immaginario boccale assomigliando ad uno che bestemmia perchè ha dimenticato il portafoglio a casa.

6-Necessità

ddd

“Aspetta che vado a chiede a ‘mi nonna se c’ha cinque euri…”

5-Like Father no Son

ddd

Il figlio di Cage non sarà mai “evil” come il parrucchino demoniaco del padre.

4-Gengis Cane

xcx

“Fotoscioppami nel bosco vestito da mongolo” “Detto fatto….ma mongolo di Mongolia o di malattia? Ho fatto tutte e due nel dubbio…”

3-Omini bianchi

ddd

Il trio monnezza: fame sonno e morbidezza

2-Decapitazione Low Budget 

ddd

Incredibile la quantità di canapa sprecata per realizzare quella testa finta, mentre l’ascia rubata dal capanno degli attrezzi del nonno fa sempre la sua figura.

1-Taake nun ve temo!

ddd

Fallo di plastica e gancio da macellaio! Chi è che ride adesso?

 

Bonus:

ddd

La convinzione, la cattiveria, la stagnola e le ossa.

johnny depp as tonto

“Io faccio come Dead, solo che l’uccello morto me lo metto in testa!”

 

 

I Dieci migliori dischi della NWOBHM


nwobhmtopten

La NWOBHM sta al Metallo come  la prima declinazione sta al Latino: se vuoi davvero capirci qualcosa devi cominciare da lì. Come molti tu sei partito dai più celebri rappresentanti di questo movimento, per poi approfondire nel corso degli anni, amando e scartando gruppi tra le miriadi di nomi che affollavano la scena e che finirono per soffocarla. Un tipico dei movimenti musicali: c’è chi inventa e altri mille che copiano, una cosa che porta all’esaurimento di freschezza soprattutto quando le etichette discografiche sentono puzza di guadagni facili.

Nata come reazione a quel Punk che furoreggiava in Inghilterra alla fine dei Settanta, così minimalista e irriverente verso la grande tradizione Rock del passato, la NWOBHM pose e definì per sempre le coordinate del Metallo non solo di quello che oggi chiamiamo “Classico”, ma fu un solido punto d’appoggio anche nella nascita di generi più estremi,  anche per la celebre infatuazione dei Metallica, ribadita ad ogni concerto e ad ogni raccolta di cover.

Pronti a rientrare in un età dell’oro caratterizzata da maglie a righe, baffi e tagli di capelli improbabili, farcita dal nascente stile “Leather and Metal”, mutuato dai Priest? Qui di seguito i dieci dischi migliori del movimento, con le dovute precisazioni:
-non hai messo gli Iron Maiden per non rubare posto ad altri, tanto li conoscete tutti, giusto?
-non pensate ai Motörhead. Loro sono sempre stati un’altra cosa.
-è una classifica ovviamente a tuo gusto. Ce ne sono moltissimi di dischi dell NWOBHM fondamentali ed imperdibili, ma questi dieci sono quelli che consigli ed ami di più
-non sono in ordine cronologico ma di apprezzamento

10.Witchfynde- Give’em Hell

xxx

Un caprone già in catalogo nella Gallery nasconde un grezzo gioiellino di Metallo, dove l’imperfezione e l’aura di disco “amatoriale” sono un valore aggiunto come oggi non sarebbe più possibile avere. Brani brevi e diretti per un Metal devotissimo agli schemi Hard Rock dell’epoca. Gradevolissimo, forse non fondamentale ma da scoprire.

9. Quartz- Stand Up and Fight

xx

Una copertina  epica  con un baffuto guerriero pronto a mazzolare l’avversario, così si presentavano i Quartz nel 1980. Un disco che forse non è il migliore della  NWOBHM, ma l’ugola sgraziata di Mike Taylor e quel basso così presente lo elevano al rango di piccolo classico. I Quartz non vanno mai troppo veloce e i loro brani sono quasi tutti giocati sul groove del basso. Anche loro non imprescindibili, ma valgono l’ascolto.

8. Holocaust- The nightcomers

ddd

Una perla nascosta questo esordio degli Holocaust, vera band culto dal pontenziale assurdo che mai raggiunse il successo come altre band dell’epoca. Eppure avevano tutto: brani durissimi e diretti, pezzi più complessi ma coinvolgenti.Per capire che razza di disco provate a non farvi colpire dalla classe oscura della title track, davvero meravigliosa, oppure dall’energico brano strappa capelli “Heavy Metal Mania”.

7.Diamond Head-Lightning to the Nations

sss

Disco celebre perchè contiene la mitica “Am I Evil?” (IESSAIEM!), riproposta dai Metallica e copiata da cinquemila gruppi. Il resto dell’album è puro oro, con canzoni veloci pronte ad imporre nuovi schemi e a rinfrescare il classico hard zeppeliniano. Chitarre maiuscole, voce perfetta ed  un vero peccato che  il gruppo sia praticamente affogato nel mare della banalità dopo il secondo album, in cerca di facile successo.

6.Samson- Shock Tactics

Scoperto all’epoca in cui ricercavi le origini musicali di Bruce Dickinson, ti fulminò per le canzoni così divertenti e il chitarrismo ispirato del compianto Paul Samson. L’album è NWOBHM al cento per mille, con rimandi al blues e all’Hard più genuino, condito dalla prestazione strepitosa di Dickinson; all’epoca si faceva chiamare “Bruce Bruce”, soprannome dovuto alla passione del cantante per i Monty Python. Micidiale anche il carisma di Thunderstick, batterista mascherato  dal fisico nerboruto. Segnalabile anche per il degno posto nella Gallery,la LXVII per i curiosi,

5.Savage- Loose ‘n Lethal

dd

La risibile copertina non deve affatto trarre in inganno, su “Loose n’Lethal” ci sono pezzi massacranti in odore di Thrash, provate ad ascoltarlo e capirete da dove sia venuto fuori “Kill’em all”. Cazzottoni a partire già dalla scatenata title track, dove le chitarre somigliano a delle seghe a nastro e la voce ad un machete affilatissimo, un pezzo che prelude ad un massacro generale. Un disco fondamentale, energico  e d’impatto.

4.Satan- Court in the Act

ddd

Un percorso accidentato e ricco di cambi di nome, scioglimenti e rimpasti vari per questo gruppo che a stringere ha pubblicato solo tre dischi. “Court…” è un disco meravigliosamente classico, con tutti gli elementi al posto giusto. Un altro culto da non perdere, oltretutto i Satan sono tornati recentemente con un disco davvero  intrigante (e che prima o poi recensirai).

3.Demon- Night of the Demon

dd

Un’intro meravigliosa che mette i brividi prelude ad un album assolutamente particolare,  pur rispettando i dettami del movimento se ne differenzia per molti aspetti. Niente galoppate e voci acute, i Demon cercano altro, con canzoni oscure che non se ne vanno via facilmente. Non potete non rimanere invischiati nel suono di questo grande album, da ascoltare a tutti i costi.

2.Angelwitch-Angelwitch

ik

Inseriti quasi a forza nel filone dai tempi della celebre compilation “Metal  for Muthas”, gli Angel Witch sono l’eccezione da tenere sempre in considerazione. Prodotti e presentati come i nuovi Maiden, non avevano la minima intenzione di sgroppare dietro agli altri, perdendo quelle qualità uniche per cui oggi un disco come l’esordio viene ricordato. L’oscurità convive con pezzi più leggeri, sempre cantilenati da Kevin Heybourne che si mostra davvero abile a costruire con la sua chitarra pezzi tanto differenti tra loro. Un delitto non averlo nella propria collezione.

1.Saxon- Denim & Leather

ddd

Una band che si è quasi uccisa alla ricerca del successo facile, abbagliata dall’importanza ottenuta all’epoca grazie anche a dischi come questo. Semplici e diretti i Saxon ben rappresentano la NWOBHM, pur preferendo l’approccio velocista più che il midtempo. Iconici ed ironici, gli unici a rendere interessante un pezzo che parla di una locomotiva. In effetti il motivo principale per cui questo album è in testa è proprio “Princess of The Night”, da sempre uno dei tuoi pezzi preferiti.

Bonus veloci:

AA.VV.-“Metal for Muthas”: raccolta da cui storicamente venne a galla i movimento. Da ascoltare per cultura generale.

Raven-“All for One”:Metallo energico ottimo per bruciare i grassi

Grim Reaper- “See you in Hell”: oscure melodie da riscoprire

Tank- “Power of the Hunter”: i cugini minori dei Motörhead secondo alcuni, band potentissima da non perdere per altri.

E per voi quali sono le vostre gemme dell’era NWOBHM?

EDIT:come suggerisce su Facebook Fab, mancano i soliti video per assaggiare i gruppi. Li aggiungo di seguito e  lo ringrazio per avermelo ricordato. 🙂

Witchfynde-“Give’em Hell

Quartz-“Stand up and Fight

Holocaust- “Heavy Metal Mania

Diamond Head- “Lightning to the Nations

Samson-“Riding with the Angels

Savage-“Let it Loose”

Satan-“Trial by fire”

Demon-“Night of the Demon”

Angel Witch-“Baphomet”

Saxon-“Princess of the night”