The Gallery CXCIV


Bentornati carissimi, finalmente è di nuovo Mercoledì giorno in cui la Gallery si arricchisce di nuove opere. E dire quante ormai siano ordinate e catalogate dentro il nostro abnorme complesso museale, che rivaleggia con la reggia di Versailles per estensione e per la bellezza contenuta all’interno delle ampie sale, è sempre più complicato e difficile. I nostri metodi di catalogazione sono precisi ed ordinati, eppure non sappiamo più da anni il numero preciso delle opere che possediamo. Non importa, gli ampliamenti son ben tenuti e fruibili quindi  cosa volere di più? Nulla, se non che vi godiate l’ampliamento odierno con leggerezza, lasciando le preoccupazioni e i problemi digestivi al di fuori. Prego signori, da questa parte…

 1.Pissicologo

rrr

“Dunque, mi dica di questi incubi. Mi scusi per i sandali ho problemi di traspirazione, lei mi chiederà perchè ho messo su i calzini. Perchè senza io non esco mai. Ah, mi scusi per il coltello al posto della mano, sa sono mutilato di guerra e in casa mi arrangio con questa protesi multiuso. Stavo pelando le cipolle quando mi sono ricordato del suo appuntamento. Si lo facciamo in giardino per non soffocare dalla puzza. Dunque, dicevamo i suoi incubi…ma è ancora lì? Non la vedo bene, ho una fastidiosa cataratta che neanche gli occhiali alla Bettino Craxi riescono ad agevolare…”

2.Fate Piano, grazie

ddd

Una “Madonna addolorata” che riprende nuova vita ed uno spessore lontano dalla classica iconografia che per secoli l’Arte ci ha proposto. Qui la Vergine Maria dorme di gusto nel primo piano, seguendo il consiglio della scritta che la sovrasta. Nel particolare in basso a sinistra, lasciamo a chi guarda immaginare cosa stia combinando…

3.Minimalismo becero e pessimista

vvv

Perfetto esempio del “Minimalismo Becero e Pessimista”, corrente artistica nata intorno al 1918, dopo la fine della Grande Guerra. Gli artisti fotografarono il dolore e la disillusione post conflitto con opere realizzate in poco tempo, con pochi mezzi e con poche capacità. Allora nonostante le difficoltà economiche e sociali, venivano fischiati e spernacchiati con grande energia da tutto il mondo accademico e non. Oggi abbiamo rivalutato le loro opere, aggiudicandoci questo capolavoro del noto pittore-incisore-zappatore Aldo Merdini. Ammirate la perizia del pessimismo elargita con i diversi toni di grigio, le scritte colorate che spezzano “il mero corso della vita vuota che vuota vita”, aiutandoci con la definizione della critica d’Arte Shondra Monh Dahini, la quale da Nuova Delhi venne in Europa solo ed esclusivamente per ammirare i “Minimalisti beceri e pessimisti”.

4.Cinghial of Fire!

gg

Un tremendo e minaccioso “carretto a cinghiale” fa lanciare anatemi ed improperi al conducente diavolo, esasperato dalla scomodità del mezzo e dalle emissioni dell’animale sotto sforzo, non solo olezzanti ma infiammabili! Prendono fuoco con le scintille provocate dal contatto della frusta con i peli dell’animale. Per quello il diavolo, che ha una fretta esagerata, sta soffrendo le pene dell’Inferno, in una catarsi ironica e senza uscita.

5.Nightmetro

fff

Un poveraccio ha perso il senno e si graffia la faccia dopo essere riuscito a raggiungere San Pietro con la Metropolitana. Le gaie e ridenti orde di pellegrini si tramutano in morti puzzolenti, i padri di famiglia perdono la vista e la prole, mentre un crocifisso a cui è appesa una specie di falena ricorda a tutti i Cattolici che la vita è sofferenza e dura poco. Avrebbe dovuto scegliere il tragitto a piedi, solo così non avrebbe avuto queste tremende visioni e si sarebbe goduto il suo “angelus” felice e gaio come una suora che tocca il Papa per la prima volta. 

Giungiamo con l’animo più riflessivo a causa delle opere appena ammirate, nelle pareti adornate grazie alle vostre generose donazioni. Ringraziamo il coraggioso Negrodeath che ci invia un’opera di rottura, difficile da guardare, eppure ricca di fascino. Lo ringraziamo correndo al bagno…

6.La Sega

ddd

Apparentemente una nuova visione del sesso estremo in questa “fuck machine” di fantasia. E invece no. Con questo spaccato brutale, viene sublimato il desiderio della masturbazione, empio secondo l’autore dell’opera Celibe Vergognotti, che causa sì piacere, ma anche dolore e senso di colpa. La “sega”, nella metafora che viene meticolosamente suggerita, devasta l’organo femminile ed è una tortura  auto-imposta. Il Vergognotti, morto di Pipposi epatica, una malattia oggi quasi del tutto scomparsa che colpisce il fegato dei masturbatori pentiti, non raggiunse più nella sua corta carriera i picchi di autobiografia racchiusi in questa opera.

Passiamo alla donazione di Santo P. che ringraziamo anche per la pubblicità smodata che ci fa.

7.Per cortesia, si sposti

ddd

“Tu non puoi passareeeeee!!!” “Guardi che io ce abito qui…per cortesia, omino dal cappello a punta, se se sposta gentilmente, c’avrei da mangiare mio marito. Tutte le sere ‘sta storia, ma non è il caso che se faccia vede da uno bravo lei?”

Chiude l’ampliamento odierno il sempreverde Todd, segnalatore di lungo corso che ringraziamo con giubilo.

8.Consapevolezza

fff

“Cor cazzo che esco, sto tanto bene qua sotto….andatece voi a fa a capocciate di fronte alle porte sbarrate de un Centro Commerciale! Sono uno zombie acculturato io, li ho visti tutti i documentari di Romero!”

9.Nuovi ingredienti

ggg

Dopo il grande successo del Topinambur in ambito culinario salutista, viene proposto un altro tubero esotico dalle proprietà organolettiche di altissimo valore. L’ortaggio chiamato volgarmente “faccetrisse”,  proviene dal Sud Est Asiatico ed è coltivato usando solo concimi biologici. Quali non è dato sapere. Finora chi lo ha assaggiato non ha avuto grossi problemi di digestione, il tubero risulta gustoso e appetibile. Unica pecca, il consumarlo porta velocemente alla morte.

 

Vi salutiamo ricordandovi di segnalare le opere che ritenete degne del nostro spazio museale, oltre al favore di far conoscere questa preziosa opera di divulgazione anche ad altri.

Per visitare i precedenti ampliamenti della Gallery, cliccate sull’immagine in testa al post oppure su quella identica a lato.  

Arriveduàr…

The Gallery CXCIII


Oggi prima di lasciarvi entrare, vorremmo dire grazie a tutti per la splendida accoglienza che avete riservato alla Gallery nel giorno della sua riapertura. Il nuovo ampliamento è stato ben recepito e questo è per noi motivo di vanto e soddisfazione. Da sempre accumulare nella collezione pezzi sempre più pregiati è il nostro imperativo, mantenere pulite le sale dove verranno alloggiati è il secondo, ma senza pubblico tutto questo non sarebbe sostenibile, perciò ancora una volta fatevi abbracciare dalle nostre opere, entrate e godetevi la scossa di emozioni che vi abbiamo riservato.

 1.Ben gentile!

tt

“venga buon uomo, ce la porto io alla tualett!” “grazie, grazie…non è che mi aiuterebbe pure a tirare su ‘sta tonaca? Ho l’artrite reumatoide e non riesco a tenere più niente in mano…” . Nero in volto, il tizio in rosso raggela.

2.L’uomo che diventò un gomitolo

fff

Best seller in tutta Europa, testa a testa nelle vendite qui da noi con l’ultimo libro di Beppe Figazzarri, il comicissimo monologhista della TV. Il racconto di ispirazione kafkiana, vede il protagonista Trevor Samta scoprire una mattina che gli escono dei fili di lana colorata tra i capelli. Scoprirà che la vita di un gomitolo è più dura di quella di uno scarafaggio, tra gatti che mordono e graffiano, e le nonne che cercheranno di trasformarlo in maglione natalizio(Edizioni E’ inaudito)

3.Rifacciamoci l’immagine

dd

Reclamano con una ruspa di fronte ai palazzi del potere? Certo che le inventano tutte ‘sti leghisti per rifarsi un’immagine matura e responsabile. Il tizio sotto i cingoli rappresenta l’intelligenza.

4.Tamarri Postmortem

ccc

Fresco di operazione agli zigomi questo zombie dal collo lungo si prepara ad una serata nel night più esclusivo dell’Aldilà: il “JackieAvevo”. 

5.Divergenze esistenziali tra blacksters normali

fff

“Sai mio caro amico, credo che non giungeremo mai in tempo per la cena” “Te l’avevo detto iooooo piglia la machina!! No, famosela a piedi in mezzo alla natura de ‘sto cazzo!! C’ho fame BorgoPIO padre!” “Non adirarti, giovane virgulto di Satana! Te ne prego…mi ferisci.”

E siamo di fronte ad un altro dei nostri vanti, le vostre segnalazioni. Ringraziamo con sentimenti nobili e puri tutti coloro si dedicano alla causa, cominciando da “negrodeath”, che ci consegna un lavoro dal gusto particolare.

6.Sexyssimi e desiderabili.

ddd

 Il tipo a destra mostra un look coraggioso e ipnotico, tra colori arcobaleno, motivi a strisce e stivali che gli stanno sei volte. Ma la vera preziosità non è il tipo “Navratilovo” alle sue spalle, tanto meno il ragazzo del muretto. E’ il tipo tutto a sinistra che sta ritirando la pancia come se non ci fosse un domani. Per fare quella foto ha dovuto seguire un corso ayurvedico di controllo del respiro e della circolazione cardiaca, per non morire esploso tra uno scatto e l’altro.

Prosegue la visita nelle pareti decorate dalle vostre segnalazioni, ammiriamo e ringraziamo Todd per questi encomiabili contributi.

7.Segreti 

t

La povera bimba ha trovato l’amante del padre in cantina, morta e semisepolta nella posizione di autodifesa che non l’ha aiutata ad evitare di decomporsi in uno scantinato dalla particolare tintura delle pareti. Era già così, è stata seppellita qualche ora prima della macabra scoperta.

8.Avanguardia gommista

rer

Guardate la gommosità, la composizione di quest’opera che simboleggia la schiacciante corruzione che il potere ripone sull’uomo, rendendolo un gran cornuto schiacciato dalle sue voglie(o da sua moglie guardando attentamente). O almeno questo è quello che c’è scritto dietro la tela dall’autore.

Chiude il nostro Giuseppe Moretti, vero abitudinario ormai nel congedare i visitatori dagli ampliamenti. Lo ringraziamo fosse l’ultima cosa che facciamo

9.Nuove tecniche in ambito  ostetrico

ddd

In quest’opera dalle tinte e prospettive repkiane, ci viene mostrata una nuova tecnica di parto: “dipintobelloterapia”, dove la partoriente deve sparare il bambino contro il quadro per farlo abituare agli urti della vita. La bellezza del dipinto dipende dall’investimento che è disposto a fare la paziente. Alle loro spalle, il dipinto fornito dalla ASL.

10.Extreme handjob?

ddd

L’uomo che non deve chiedere mai non si domanda perchè una tizia gli stia accendendo i maroni con la dinamite. Però pensa bene di proteggerli con la mano, hai visto mai…

 

11.Sagre-powered!

jjj

Maestria senza pari con fotoscioppe, pezzi del motore di una lavatrice prendono letteralmente vita, divenendo un palco per gli energici tizi che ricordano i gruppi che d’Estate affollano i palchi di tutte le migliori sagre e feste patronali.

 

12.Revenge!

fff

Finalmente gli Struzzi non metteranno più la testa sotto la sabbia! Struzzotrek 200o è qui per vendicarli! E per far si che nessun umano possa mai più farsi una frittata con i loro figli!

13.Estasi di colori e forme

ff

Decalcomanie su carta, sovrapposizioni coraggiose con l’album da colorare della nipote, soggetti inquietanti come quelli di Bosch. Questo artista ha un radioso futuro, sicuramente sentiremo parlare ancora di lui. Male.

 

Vi salutiamo ricordandovi di segnalare le opere che ritenete degne del nostro spazio museale, oltre al favore di far conoscere questa preziosa opera di divulgazione anche ad altri.

Per visitare i precedenti ampliamenti della Gallery, cliccate sull’immagine in testa al post oppure su quella identica a lato.  

Arriveduàr…

The Gallery CXCII


Bentornati, finalmente! Speriamo che la lunga vacanza non abbia fiaccato le vostre voglie di buona Arte, noi abbiamo ricaricato le batterie e siamo di nuovo pronti a regalarvi una stagione di opere ed ampliamenti nuovi. Siamo così ansiosi di farvi visitare l’ampliamento odierno che non vogliamo perderci in chiacchiere, fate il biglietto, ingoiate un antiemetico e gettatevi tra le braccia della Gallery.

 1.Vedo gli elefanti rosa!

ff

Un mentecatto dal viso simile ad una bambola gonfiabile viene internato da due elefanti rosa, in una città che non dorme mai e vede tutto. Il tipo è talmente spventato che piscia attraverso il pannolino senza nemmeno sporcarlo!

2.Ermeneusi propedeutica

ddd

Quando l’Arte si fa mistero, introspezione, ermetismo. Le immagini mostrano stati d’animo, emozioni che ognuno può scoprire guardandosi dentro, cosa preferibile piuttosto che guardare l’opera un minuto di più.

3.Disturbo regale

fff

“Io Ramsetteetrequarti ordino che sia spenta la luce in questa maledetta cripta!! Io devo dormì!! Se non dormo almeno 1500 anni divento una bestia, al prossimo che accende o fa casino lo gonfio!

4.Demon Dance

rrr

Cosa fanno i demoni quando non c’è nessuno da perseguitare? Ballano di fronte ad un inferriata. I due nell’opera rappresentano i due stili che un demonio può scegliere, quello a sinistra detto propriamente “dell’indemoniato”, usato nelle possessioni e qui riproposto senza l’ausilio di un involucro. Quello a destra non ha un vero nome, ma è una sorta di Yoga ispirato alla crocifissione del Cristo, con tanto di costume a ricordare quel momento.

5.Indignazione piccata

rr

“No basta! E’ troppo, raccolgo le budella e me ne vado! Va be’ che siamo morti, ma certe sconcezze ce le vada a dire a sua sorella, che è viva mi pare no?” Davvero puritano questo cadavere, i tizi dietro parlavano semplicemente delle difficoltà di un non-morto nell’ottenere una soddisfacente erezione, scambiandosi pareri. Hanno chiesto al tipo come risolvesse lui il problema, scatenando la sua indignazione. In realtà rosica da morire che non abbia più l’organo…

E potevamo aprire un nuovo ampliamento senza il prezioso contributo dei nostri amici segnalatori? Certo che no, avanti dunque amici, lustratevi gli occhi con le opere scovate per noi da Santo P., lo ringraziamo per la lunga attesa, dato che inviò i suoi contributi proprio il giorno prima della chiusura della Gallery.

6.Relax

f

Al drago che si rilassa davanti alla TV piacciono i programmi minimalisti, a volte passa ore di puro relax fissando il monoscopio di un canale che non trasmette una mazza.

7.Disturbo?

dd

Lo spirito della foresta coi baffetti alla Chewbecca guarda il mago dalla testa fallica che ha richiesto il suo aiuto. L’edera in giardino gli si sta seccando e ha usato i suoi magici poteri per evocare un esperto come lui. Lo spirito sta scegliendo se farlo mangiare da quelle strane bestie che porta vicino oppure farlo soffrire seccandogli anche il roseto con un consiglio ad hoc.

8.Alice non sei nessuno!

dd

Entriamo con il tizio incappottato nel Bosco Fotoscioppo! Potremo incontrare il lumagatto, un magico essere che fuma il sigaro e mangia signorine, il serpente Verdurillo, a cui piace la cicoria selvatica. Tanti altri amici ci aspettano, che dite entriamo?

9.Le regole dell’attrazione

ff

Gli sceriffi con gli occhiali da sole sono giunti nel far west per fare giustizia! Accompagnati dal fido pupazzo Esplosimone, raddrizzano torti, palpano piacenti signore e divertono i bambini. Non perdeteli nel nuovissimo parco giochi di Sozzano a Mare! 

10.Desiderio bruciante

dd

Il Sole non gradisce dollari, strane salse o sigarette! Vuole solo un gustoso hot dog bollente, soprattutto se glielo porta Lina Porcel, un ibrido di attricetta/diva del softcore/cantante/ballerina. Questa fu la sua ultima performance, dato che il Sole la preferì al panino, facendo finalmente esplodere la sua carriera, seppur in maniera postuma.

Si passa con brio alle opere inviate dal mitico Alberto. Lo ringraziamo con sentimento ed amicizia.

11.Tavola esplicativa

ddd

La particolare specie anfibia scoperta nel lago Kekakata viene celebrata in questa tavola presente sui manuali di Biologia più famosi. La sorcoranocchia, così soprannominata dagli studenti di Roma, oggi purtroppo si è estinta a causa della bonifica delle acque del Kekakata, prive del giusto mix di scarichi industriali e organici le povere bestie non hanno resistito.

12.Flash before your eyes!

eee

Colori acidissimi, roba da guastarsi la retina per sempre, non si fa nemmeno caso al teschio ridicolo ed inguardabile. Preghiamo i visitatori di non guardarla per più di venti secondi.(la Direzione declina la responsabilità per eventuali danni oftalmici riportati dai visitatori)

Chiude come da tradizione consolidata, il buon Giuseppe Moretti, il quale puntualmente ci ha fatto giungere le sue scoperte poco prima della riapertura garantendosi così le ultime pareti libere. Lo ringraziamo con puntualità ed amicizia.

13.Poemi riscoperti

dd

“stremato giunse sulle rive dell’Ellesponto/bevendo amaramente acqua salata il tonto/si avvide della sua brutta cera/basito si accasciò sul molo” passo dal poema epico del “Gargiulus”, un’opera minore scritta da Ulna, il cantore sordo imitatore di Omero. 

 

14. Geniale simbolismo d’avanguardia

ff

Un uccello rosa che cavalca una chitarra, cioè troppo metaforone! E le ali che diventano braccia, con le dita e niente piume? Seconde solo al cartello stradale in Inglese che indica una località italica.

15.Presenze

ff

“Caro non scendiamo in cantina, possiamo trombare comodi sul divano o sul letto di sopra. Sento strane presenze” “Hai ragione, le sento anche io. Pensavo fosse l’arrapamento…dai ormai abbiamo fatto cinquanta scalini, so’curiosissimo di sapere che diavolo di cantina abbiamo. Non ci siamo mai stati…non c’è manco la lampadina, però abbiamo il corrimano” “caro ma che cazzo dici?”

Vi salutiamo ricordandovi di segnalare le opere che ritenete degne del nostro spazio museale, oltre al favore di far conoscere questa preziosa opera di divulgazione anche ad altri.

Per visitare i precedenti ampliamenti della Gallery, cliccate sull’immagine in testa al post oppure su quella identica a lato.  

Arriveduàr…

The Gallery CXCI


Funestati dalle oscene temperature che non permettono di avere pensieri chiari? Vi capiamo benissimo, in queste settimane la metà dello staff è stato colpito da insolazione passiva, una forma rarissima di insolazione che colpisce anche restando  all’ombra. Siamo riusciti ad aprire la Gallery grazie ai preziosi consigli a cui nessuno aveva mai pensato, ascoltati per caso al TGqualcosa: bere molta acqua, mangiare molta frutta, non uscire nelle ore più calde del giorno. Una vera svolta che permette di affrontare questa calura con i mezzi giusti. Oltre a queste auree regole possiamo invitarvi ad entrare con un’offerta straordinaria: biglietto a metà prezzo e bottiglia d’acqua in omaggio, oltre al solito sacchetto di cartone fornito gratuitamente ad ogni visita. Che dite, vale la pena? Intanto che ci pensate mettetevi all’ombra, così liberate pure il passaggio per chi non ha dubbi e vuole entrare, grazie.

 1.La strada è la mia vita

ddd

Sfreccia a mille chilometri orari questo indomito motociclista vestito di blu come un metalmeccanico. Sulla strada non c’è posto per i mezzi scarsi, solo moto di grossa cilindrata ben realizzate possono tenere l’asfalto e lui può.  Non si disturba neanche a guidare con due mani, nella sinistra  tiene un oggetto che impiegherete alcuni minuti a decifrare.  Menzione di merito al copricapo ben lavato e dalla foggia elegantissima.

ttt

2.Fait!

fff

Un gladiatore armato di motosega  ed elmo antigas contro un demonio abbigliato con i mutandoni di pelouche ed un guanto a rete di dubbio gusto. Meravigliosa scena, messa in luce ancor di più dallo sciatto tratteggio dello sfondo, realizzato in fretta e di malavoglia, ma attenzione, con criterio.

3. True Hell’s kitchen

ddd

“Mh…manca sale, però è cotta! Daje impiatta!” Cosi il Diavolone chef stellato con quattro stelle MicHELL ordina ai suoi comis di prepararsi a servire il “filetto di angelo in crosta di bestemmie”.

4.I particolari

ddd

Una potente zampa di gallina strappa un pesciolino di carta, ed il mondo va in rovina! “Milioni” di persone si danno alle più assurde attività sotto gli occhi disgustati di un cagnone nero che lascia quel luogo di perdizione. Godetevi ogni dettaglio, indugiate pure su ogni scena, ne vale davvero la pena. 

5.Rebellion in dreamland

ff

“I Teletubbies hanno rotto er cazzo!! E’ il momento per Olmello l’alberello di vendicarsi degli stolti esseri demoniaci! Evoco il potere dei funghi viola!! La potenza degli antichi alberi morbidosi!!! Spazziamo via quei nani di merda!!”

Eccoci alle pareti decorate grazie al lavoro incessante dei nostri amici segnalatori, i quali non temono calura o altro. L’Arte è quello che conta, al diavolo il resto. Comincia oggi Yukluk, al quale vanno i ringraziamenti dovuti e qualcosa in più-che-faccio-lascio?

6.Uso improprio

dd

“Guarda Fillippomenico, quella è casa nostra. Appena avrò capito come si spegne sta cazzo de spada magica potremo rientrare. La mia dolce signora mi ha sbattuto fuori dopo che per errore le ho sfondato il soffitto della camera nuova. Dammi qualche suggerimento piuttosto che abbaiare come una bestia sciocca, altrimenti ti avrei portato per fare cosa?”

 

7.Caroselli di Bernacca

dd

Minaccia di alta pressione a Sud, saranno previste precipitazioni a carattere piramidale su tutta la regione. Si prega di non uscire in quanto ogni anno le precipitazioni a carattere piramidale portano via ai propri cari numerose persone. 

Chiude l’ampliamento di oggi il prode Giuseppe, al quale i ringraziamenti forse non bastano più, quindi ci aggiungiamo un bel po’ di stima incondizionata.

8.Succo e polpa 

hhh

Non c’è niente di meglio del sangue fresco consumato direttamente dal corpo appena ucciso di..di…non si capisce gran che. Ma ai due degustatori  non importa affatto, continuano a succhiare le cannucce a denti stretti, per poter centellinare meglio. 

9.Leggende 

ff

Tra i fulmini a volte, compaiono le facce inespressive di quattro metallari. La leggenda narra che vennero uccisi durante un festival nel quale le cibarie costavano il quadruplo di quanto costavano fuori dai cancelli,  i cessi chimici facevano schifo dopo mezz’ora dall’inizio della prima giornata e anche la più elementare norma di sicurezza era stata ignorata. Morirono folgorati da un assolo, dopo aver speso quaranta sacchi per un hot dog asciutto e aver sopportato la frustrazione di aver dovuto trattenere la successiva ondata diarroica.  Da allora molti credono di vederli in circostanze analoghe, per avvisare gli incauti che pensano di recarsi in festival così pericolosi.

10.On the road

ddd

“Ma da quando l’elettrauto sale sul cofano per controllare?” “Aò io da sor Gervasio c’ho lavorato du’giorni, si e no ho imparato a cambià ‘na lampadina dei fari” “E allora dillo, che te metti a toccà…e voi due porcod** invece de cazzeggia e rovinamme la carozzeria, chiamate qualcuno no?” “Eh…senti che DO!” “Se va be…dai famola partì all’americana, ho messo pure la bandiera!”

11.Voce di bestiario

dd

“Lo terribile et monstrosum ‘caprinus gaius’ tiene lo corpo da donna e da omino. Proboscide s’avanza tra le squame, dallo culo una faccia e un collo di gallina. Lo sembiante di caprone triste non inganni lo viandante, se lo scorgete e lo mondo attorno a voi in rosa tramuta, fuggite se avete cara la vostra virtù”

12.Aspetta un attimo…

dd

Una rarissima stampa in cui viene mostrato un antico strumento di piacere, il “mascherone” comunemente detto. Esso consisteva in un elegante e comodo cappuccio in cuoio, da applicare sul viso della consorte per poi lasciarla ad attendere che arrivasse per lei il momento di godere. In realtà spesso il mascherone veniva usato come momento per l’uomo per cercare un po’ di relax. Alcuni si recavano nelle locande, altri da amanti più focose, in ogni caso dopo alcune ore di attesa la moglie toglieva il mascherone e una volta tornato pestava l’uomo che l’aveva ingannata, così forte da fargli perdere ogni velleità di usare quella pratica ancora una volta. Per questo non ne sono giunti a noi intatti e si riescono a trovare così poche testimonianze di questo attrezzo dalla breve vita e dallo scarso successo.

 

Vi salutiamo ricordandovi di segnalare le opere che ritenete degne del nostro spazio museale, oltre al favore di far conoscere questa preziosa opera di divulgazione anche ad altri.

Per visitare i precedenti ampliamenti della Gallery, cliccate sull’immagine in testa al post oppure su quella identica a lato.  

Arriveduàr…