Kreator- Gods of Violence


kreator_-_gods_of_violenceIl mio amore per la band di Mille Petrozza è abbastanza accentuato, ho amato sia le loro “stonate” aggressioni degli esordi che le sperimentazioni più o meno audaci. Come non amare “Renewal” o anche il bistrattato “Endorama”? In realtà si può, dato che i Kreator hanno smesso di sperimentare da un bel po’ di anni rifugiandosi nel caro vecchio Thrash, ora più “melodico” ora più arrabbiato e senza compromessi. E se questa è una premessa che grosso modo avevo già usato per recensire “Phantom Antichrist” è perchè la mia idea sul gruppo ed i suoi dischi degli ultimi anni non è cambiata. Va detto che fui troppo scettico verso il penultimo album, in realtà l’ho ascoltato molto più del previsto e non si può dire che fosse un disco come gli altri. C’era molta chitarra, molta melodia e un lavoro di “fino” nella composizione che a lungo andare mi hanno convinto. Ora, detto questo, in “Gods of Violence” vedo un po’ l’effetto “Testament”, dove tutto sembra preciso e gagliardo, ma in fondo niente che dia davvero la scarica ed emozioni al punto giusto. Eppure c’è tutto quello che serve: Mille si sgola come sempre ed è un vero piacere sentirlo così in forma, ci va giù che è una bellezza. Persino nei momenti in cui si permette di affrontare linee vocali più ardite rispetto agli urli indemoniati in cui è maestro, riesce a cavarsela con disinvoltura, segno di una grande maturità. Pregevole anche il lavoro chitarristico di  Sami Yli-sirniö: ormai è parte integrante della macchina da guerra tedesca e il suo lavoro è sempre puntuale nell’ammorbidire (ma non troppo) e dare identità ai pezzi con i suoi assoli. Ventor e Giesler sono una sezione ritmica solida ed affidabile. Il problema, se così lo vogliamo definire, è che è un “normale disco” dei Kreator post-Endorama, un carico incazzato di sfuriate di cui bene o male conosciamo ogni virgola. Non un lavoro orrendo, indecente o mal realizzato, quanto un insieme di belle canzoni a cui manca quel “quid”.

Tracklist:

01. Apocalypticon
02. World War Now
03. Satan Is Real
04. Totalitarian Terror
05. Gods Of Violence
06. Army Of Storms
07. Hail To The Hordes
08. Lion With Eagle Wings
09. Fallen Brother
10. Side By Side
11. Death Becomes My Light

Voto:

3stelle

L’assaggio del disco: la title track

 

ddd

Un look piuttosto sobrio per la band. Ali da piccione a parte…

Annunci

2 commenti su “Kreator- Gods of Violence

  1. Non un disco brutto, ma si tratta del solito “Nuclear blast” metal, senza alcuna profondità, nell’esecuzione non molto dissimile dall’entusiasmo di chi lavora presso una catena di montaggio.

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...