The Gallery CCXXXXIV


Si riapre, con grande sforzo produttivo e l’impegno giusto, siamo pronti a riaccogliervi numerosi nelle nostre sale. La pausa è stata necessaria, le feste quest’anno sono state parecchio improbe da superare e avevamo il bisogno di rassettare per bene l’ambiente in cui presto vi muoverete gagliardi e pimpanti. Avremmo molte cose da dirvi, ma preferiamo data la lunga assenza, lasciarvi immergere subito nel mondo dell’Arte. Siete pronti ad accedervi con la solita incoscienza? Prego dunque…

 1.Sembra ma non è…

www

Un povero bimbo guarda la tv (uno schermo piatto sulla quale è poggiata un’antenna, miracoli dell’equilibrio) insieme a dei ratti. Il programma che stanno guardando è più inquietante della paradossale realtà che li circonda e il bimbo ci guarda con l’espressione: “è la mia coda, cosa credevate fosse?”

2.Ammirazione offuscata

dd

“Ma figata, guarda le lucine della città sulla chitarra. Noooo, le guarderei per ore…sembra perfetto il fotomontaggio”. Se si togliesse quegli occhiali forse ritratterebbe all’istante tutto.

3.Ottima composizione con poco

bvv

Non uccidetela, soldati spietati, burocrati senza testa. Lei è la cultura (o la ragione, chissà) legata con un flessibile per il bidet si dispera, truccatissima. Da notare che i soldati  e i burocrati sullo sfondo, sono la stessa immagine ripetuta. 

4.Sistemi di sopravvivenza

jkhv

Uno stile vagamente repkiano nell’opera non ne mortifica l’originalità, tanto meno la freschezza dell’insieme. Dei  poveri giovanotti che stavano menandosi in santa pace(come si evince dalla scena sullo sfondo a sinistra) vengono attaccati dagli alieni. La loro strategia per non farsi bruciare vivi? Fingere di vomitare.

Siamo con gran puntualità ed eccitazione di fronte alle opere donate dai nostri Gallerysti Onorari. Carissimi, scusateci per aver lasciato le vostre preziose tele nel magazzino per tutto questo tempo, vi assicuriamo che sono state tenute in condizioni adatte, da grandi esperti quali siamo. Cominciamo da Alberto ringraziandolo con una verace e veemente stretta di mano.

 

5.Una corrente sottovalutata

dd

Siamo di fronte al “minimalismo croccante” una corrente che cerca di ricreare nelle sue opere l’effetto “crunch” con rapidi tocchi sulle tinte piatte (nel caso dell’opera in oggetto realizzate con i pastelli). Diteci che non la sgranocchiereste questa bellezza…

 

6. Epica lotta

dd

Un energumeno vestito come Jenny la Tennista si prepara alla lotta con il demonietto che sembra una lingua bollita. Equipaggiati con armi micidiali, si contendono il possesso del cornuto sdraiato a terra, il quale con la testa comodamente poggiata su un ciocco, riposa beato.

Passiamo alle opere donate da Todd, due miniature che richiederanno un po’ di attenzione e diottrie in più. Lo ringraziamo con la stretta di mano di cui sopra, allegando il preventivo dell’ottico.

7.Scacco BAR!

ddd

Anche gli scacchi hanno il loro bar, dopo ogni partita ci vuole una rinfrescata no? Gli ultimi ad uscire sono sempre i pedoni, mentre i cavalli devono ogni volta inventarsi un percorso per centrare la porta. 

 

8.Catalogo 1983

ddd

Una bella foto di fronte ad un crocefisso non è niente di particolare oggi. Ma l’abbigliamento stile Oviesse/Conbipel dei tipi risveglia un qualche interesse

Chiudiamo con le opere donate da Giuseppe Moretti, anche  a lui diamo come ringraziamento una bella stretta di mano verace e veemente.

9.Simpaticissimi

xxx

Il tipo davanti ci indica i suoi pards con fare allegro, motteggiante. Lui, con i pantaloni “stellati” e la canotta a rete.

10.Ricco maiale

fff

Una metafora nuovissima quella del maiale con i soldi. Questo ha comprato la sedia all’IKEA per risparmiare, dato che ultimamente gli affari non vanno proprio benissimo nel settore di…di cosa si occupa esattamente un maiale con i soldi? Avete trovato la domanda chiave per interpretare l’opera!

11.Ravanare nel vuoto

ddd

Un drogatissimo trombatore di donne dalle cosce in plastica si fa fottere il cervello da un’altra tipa, coinvolta ed eccitatissima. Una scena che ha bisogno di poche parole, ma solo della vostra attenzione.

12.Sembra ma non è…2

ddd

Chiudiamo con un’opera direttamente collegata alla prima: un trompe l’oeil. Anche qui il vecchio Babbo Natale sembra intento in una sana defecata campestre, ma osservando meglio l’opera, si scoprono particolari diversi e non meno interessanti. Tipo la toppa con scritto “HO HO HO”.

Vi salutiamo ricordandovi di segnalare le opere che ritenete degne del nostro spazio museale, oltre al favore di far conoscere questa preziosa opera di divulgazione anche ad altri.

Per visitare i precedenti ampliamenti della Gallery, cliccate sull’immagine in testa al post oppure su quella identica a lato.  

Arriveduàr…

Annunci

2 commenti su “The Gallery CCXXXXIV

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...