Testament- Brotherhood of the Snake


testament_-_the_brotherhood_of_the_snake_2016I Testament sono una band che unisce più che dividere, non sono i Metallica, qualcuno qui penserà “per fortuna”. No, i Testament vanno avanti con album talvolta esaltanti, altre volte “normali” ma mai veramente orribili o inscoltabili, saggiamente piazzati in uno spazio che si sono ritagliati nel corso degli anni. Thrash Metal potente, che ha assorbito qualche elemento di modernità ma senza esagerare, ci sono i blast beat e qualche accenno di growl nelle vocals di Chuck Billy ma poco altro, la cifra stilistica del loro sound è quella e non cambia. Un bene? Un male? Quasi sempre un bene a sentire i pareri entusiasti di chiunque, “Demonic” a parte che raccolse pareri peggiori di “The Ritual” (e che non ci crederete mai ma a me sono sempre piaciuti entrambi). E come poteva venire accolto allora “Brotherhood of the Snake”, un album tutto sommato potente, ricco di energia ma che a conti fatti non lascia il segno come un “The Gathering” e si attesta più sui livelli di un “The Formation of Damnation”, se non benissimo? Non fraintendete, è un album grondante Metallo, pieno di canzoni buone che giovano della potenza di Hoglan, della capacità di Petersen e Skolnick di regalarci riff e assoli schiacciasassi, a cui manca però la vera zampata, lo schiaffone vero che ti spinge a piazzarlo in un ipotetica top five dei migliori lavori dei nostri. Forse sono io ad essere incontentabile, ma da una formazione così, Hoglan-DiGiorgio-Petersen-Skolnick e Billy, uno si aspetterebbe un album che fa tremare i pilastri della Terra, una botta così sconvolgente da cambiare il Metallo finora conosciuto. Purtroppo non è così, siamo di fronte ad un disco piuttosto “normale”, ripeto ottimamente suonato e con pezzi tutto sommato godibili, a cui però difetta la personalità necessaria per durare nel tempo. Prendetelo pure e schiaffatelo nella vostra collezione, non sono soldi buttati, ma scommetto che dopo l’esaltazione iniziale rimarrà uno di quei dischi che ascolterete meno nella loro discografia. Vi sorprenderete ad ascoltare di più “Electric Crown” che un pezzo qualsiasi di “Brotherhood..”, scommettiamo?

Tracklist:

01. Brotherhood Of The Snake
02. The Pale King
03. Stronghold
04. Seven Seals
05. Born In A Rut
06. Centuries Of Suffering
07. Neptune’s Spear
08. Black Jack
09. Canna-Business
10. The Number Game

Voto:

3stelle

L’assaggio del disco: la title track

 

f

Vi adoro lo stesso sciocconi

p.s. scusate per la lunga pausa, è stato necessario.

Annunci

7 commenti su “Testament- Brotherhood of the Snake

  1. Bel dischetto, anche se come hai detto tu, da una formazione simile mi aspettavo un qualcosa in più: alla fine di pezzi brutti non ce ne sono, però in alcuni casi si avverte un senso di incompiuto, di compito svolto diligentemente ma senza strafare (mi viene in mente The Pale King, che poteva essere un capolavoro con quei cambi di atmosfera/tempo, se solo l’avessero sviluppata un po’ di più, così mi sembra si interrompa sul più bello…).
    P.s.: e il nuovo Metallica? 😀

  2. 1) Chi nun more… Bentornato! 2) Più che la tecnica individuale della band bisogna considerare la carriera ormai ultratrentennale: non si può sempre sfornare disconi e la tecnica è un vantaggio solo se ci sono le idee. Ce ne fossero di vecchietti come i Testament che sfornano album simili 3) a proposito di vecchietti sono proprio curioso di sentire il tuo parere sui ‘Tallica. Soprattutto sul disco n.2

    • 1)Grazie! 2)per carità, volevo solo dare la mia collocazione a questo disco, senza dire spropositi 3)lo sto ascoltando e presto ne scriverò…

  3. Pingback: Kreator- Gods of Violence | Rude Awake Metal

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...