The Gallery CCXXXIX


Benvenuti al nuovo ampliamento della settimana! Vi accogliamo con gioia e affetto come da contratto   si conviene a degli illustri cultori d’Arte come voi. Siete sempre in gran numero, sebbene la nostra rivoluzionaria gestione della fila faccia sembrare che la Mostra sia tutta per voi. Potrete ammirare ogni sfumatura, ogni dettaglio, ogni cosa vogliate senza dovervi districare tra mille nasi e nuche ondeggianti. Se volete quindi vivere un’esperienza il più completa ed appagante possibile, noi ve ne diamo la possibilità, ora sta a voi sfruttarla e farne tesoro. E ci raccomandiamo, dove è specificato non guardate le opere oltre il tempo consigliato, potreste rimanere travolti in maniera troppo violenta dalla bellezza ed accusare malori, di cui noi decliniamo la responsabilità, pur soccorrendo i malcapitati alla bisogna. E ora basta parlare, entrate pure.

 1.Una mano

dd

Una mano finta isolante, indossabile come un guanto, sospesa in aria mentre afferra un cubo di Rubik ,scomposto ed elettrificato, impigliato in una vite rinsecchita. L’insieme è facilmente riconoscibile, il senso molto meno.

2.La tentazione di San Rocco

dd

L’affascinante tela di Gianluca Pignorelli, celebre pittore del 400, risplende dopo il restauro. Raffigura San Rocco col suo fedele cane, spesso citato nei tipici sfoghi poco eleganti di molta gente, sulla via del pellegrinaggio. Tentato da due suore mascherate a fare uno “stop & go” con loro, le manda rabbiosamente a quel paese sospinto dalla forza della fede che svolazza dietro di lui, raffigurata come uno stormo di affascinanti angeli. So’bravi tutti con la fede più bona delle tentazioni.

3.Angosciante 

dd

Un laido tizio dalla faccia formata da tre wurstel affiancati viene vessato da un pizzicarolo armato. Forse egli ha mangiato senza pagare, forse il pizzicarolo è in realtà l’incarnazione di Wu-ber, il demone dell’insaccato. Colpisce nell’opera la colorazione e l’incoerenza dei personaggi con lo sfondo, non che la sproporzione imperante che aumenta il senso di angoscia di chi guarda.

 

4.Marschall, sempre il benvenuto

dd

Una nuova, grande opera di uno dei beniamini della Gallery Andreas Marschall, il quale lo ricordiamo ha una personale fissa nelle nostre sale. In su la vetta della torre antica, la mascotte più cretina degli ultimi venti anni alza fiero la bilancia del pizzicarolo di cui sopra, ritenendola ben più potente ed evocativa del martellone. Il quale va detto pesa molto di più e tenerlo alzato causerebbe ingenti danni alla colonna del tizio dall’elmo a proiettile. Persino i gargoyle della torre hanno un aspetto quasi innocuo, somigliano alle pettegole di paese di vedetta alle finestre.

 

5.!!!1!!1

fff

“I vaccini causano l’autismo!! L’olio di palma fa malissimo! Vergogna!!!1!1 Non voglio sentire ragioni, chi vi pagah a voi medici?” “Pensare che volevamo solo dirgli che l’ittero gli sta causando la crescita di escrescenze sulla schiena oltre al classico colorito giallo.”

Chiudiamo l’ampliamento di oggi con le opere donateci dal gallerysta onorario Todd, al quale porgiamo dei ringraziamenti raffinatissimi e costosi.

7.La Lupa

ddd

Una lupa, un neonato solo. O qualcuno qui aveva fame oppure siamo di fronte ad un altra lupa invece della celebre lupa “romana”. Certo che se Romolo avesse avuto quella faccia oggi i Romani sarebbero affabili come dei Viennesi.

8.Arte per i piccoli

uu

Tecnica pastello per un simpatico collage che stimola la fantasia dei più piccoli. Come si suiciderà il papà? I bambini potranno sbizzarrirsi a creare entusiasmanti scenari di morte del proprio genitore, collocando elementi o inserendone di nuovi a proprio gusto. L’installazione permanente di quest’opera permette ai genitori di introdurre i bambini all’Arte, intrattenendoli e divertendoli mentre loro si fanno i cazzi propri. 

 

 

 

Vi salutiamo ricordandovi di segnalare le opere che ritenete degne del nostro spazio museale, oltre al favore di far conoscere questa preziosa opera di divulgazione anche ad altri.

Per visitare i precedenti ampliamenti della Gallery, cliccate sull’immagine in testa al post oppure su quella identica a lato.  

Arriveduàr…

Annunci

Un commento su “The Gallery CCXXXIX

  1. La cosa che trovo triste di Marschall è che artisticamente sembra che non si interessi mai di cose nuove. Conosco solo le cose che ha fatto per il metal e quindi forse mi sto sbagliando, ma come si nota dalla copertina fatta per i Hammerfall, l’unica cosa che nel suo lavoro sembra cambiare e migliorare è la qualità degli attrezzi che usa per creare, mentre il resto sembra fermo all’omonimo disco degli Hammerfall del 1997. Del resto neanche il gruppo in questione è poi tanto cambiato rispetto agli esordi.

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...