Quel Rude Venerdì Metallico /213:Generalisti a tutti i costi


Il disco tremebondo degli Amaranthe che ho recensito qualche giorno fa l’ho già dimenticato, non ci voleva molto in effetti sebbene abbia ancora degli strascichi nelle orecchie. Perchè se da un lato è semplice accantonare una roba che non fa nulla per farsi ricordare, dall’altro è inevitabile fermarsi a pensare su quali siano i pensieri che spingono a produrre una miscela così indigesta per quasi tutti gli stomaci. Quasi perchè a qualcuno piace pure, buon per loro. Io non mi vergogno di affermare che il loro primo disco mi piacque pure, non è sbagliato produrre e suonare musica leggerina dal piglio commerciale, ma quando viene fatto con il giusto criterio. Prendiamo il Bon Jovi degli anni d’oro o i Ratt, erano altri tempi ed andavano di moda cose molto diverse da oggi, eppure quei singoli erano così precisi nel loro scopo, così ben costruiti da ficcartisi in testa non solo per pochi giorni. Chi di voi non ricorda a menadito “Livin’on a Prayer” o “Round and Round”? Brani di facile presa, dall’indubbia finalità di piacere a più gente possibile, eppure di gran qualità e ben costruiti. Ce ne sarebbero altri mille di esempi, forse anche più attuali, ma ora come ora non tutte le sinapsi mi assistono nel compito. Come sia possibile coniugare delle sonorità “dure” a quelle più accessibili non saprei dire, quello che so è che spesso quando ci si prova quasi mai l’amalgama funziona a dovere. Come dicevo in sede di recensione, se lo fa una band che si è costruita il pubblico nel Metallo, a meno di clamorose eccezioni, cicca sempre quando tenta di ammorbidirsi ed aprirsi ad un pubblico più vasto ed eterogeneo. Quante volte abbiamo visto gruppi tornarsene buonini all’ovile dopo un tonfo clamoroso in cerca di gloria? Nomi blasonatissimi e non, vengono alla mente i Saxon o persino i Priest di “Turbo” per dire che nessuno è immune alla tentazione. Spesso oggi, tra le macerie di un mercato sempre più povero e frammentato, si tende a confermare i gusti del pubblico, dando esattamente ciò che questo si aspetta, menomando anche la ricerca di evoluzione che dovrebbe essere naturale e aiuterebbe la nostra musica a risultare meno stantia e statica. Se si nasce già con l’intento di piacere a tutti, come nel caso degli Amaranthe, allora si potrebbe tentare di fare buona musica piuttosto che ondivagare tra le due sponde, peggiorando un discorso che funzionava disco dopo disco.

Io non ho mai denigrato  chi osa mescolare generi ed influenze, pensate a dove saremmo se qualcuno non avesse pensato a suonare Metallo con le velocità del Punk, o a mescolare Psichedelia e Thrash Metal, quello che mi lascia basito è il non vedere quanto sia pretestuoso e vano il modo con cui band come gli Amaranthe tentino non di creare qualcosa di nuovo partendo da diverse basi, quanto di ficcarle a forza nello stesso contenitore senza dare loro un’identità nuova. Non ce l’ho con loro, sono liberissimi di fare quello che vogliono, il solo fatto che continuino a produrre dischi implica che a qualcuno piacciano, solo che non li capisco proprio. Sarò vecchio io?

ee

Va bene, questo argomento funziona sempre, ma stavolta non basta.

 

 

 

 

Annunci

2 commenti su “Quel Rude Venerdì Metallico /213:Generalisti a tutti i costi

  1. Quando ti ho suggerito il nuovo disco in uscita, scherzavo, non pensavo che lo ascoltassi davvero 😀
    Scherzi a parte, il primo omonimo poteva anche essere gradevole, per un ascolto disimpegnato… ma andando avanti, le cose sono peggiorate in maniera tremenda, prova ne è Fury da questo ultimo aborto di album.
    Non è tanto il fatto di essere contro alle sperimentazioni (anche se ammetto che cose troppo moderne o contaminate non sono decisamente il mio pane), ma il fatto di saperle fare con criterio e qualità, cose che qui proprio non ci sono…

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...