The Gallery CCXXXVII


Benvenuti o bentornati carissimi! Come si poteva evitare di inaugurare un nuovo ampliamento in questo splendido Mercoledì? Non si poteva infatti e alacremente abbiamo tirato su due pareti e le abbiamo decorate con delle opere indimenticabili che non potevano mancare nella nostra collezione, ormai inserita nel Guinnes dei Primati(riferito agli artisti). Non vorremmo rubarvi altro tempo, perciò stomaci forti e mandibole serrate finchè vi sarà possibile. Entrate pure e beatevi di cotanta bellezza.

 1.Riport of the Dead

ss

“Persino da morto porto lo riporto, anche senza corpo mi sistemo il capello torto. Perchè io non sopporto la calvizie.”

2.Anafilaktòs

d

“Spartani, prendete i vostri biscotti giganti ed andate in battaglia. Io vi seguo fra un po’, il tempo di far sgonfiare il braccio. Non sapevo di essere allergico alle zanzare.”

3.Occhi

dd

Gli occhi della mente si spalancano, curiosi e dai colori vividi escono per guardare il mondo arancione che li circonda, tentando di portare conoscenza e sapere ad un tizio che non fa altro che guardare la minestra che ha nelle mani a coppetta.

4.Miscelaci dal male

d

La Dea Lupasia, protettrice dei termoidraulici viene rappresentata in quest’opera nella maniera più classica: testa di lupo pacioccione, cuore aperto e molte braccia. Lo scenario colorato per metà di rosso e metà di blu indica con facilità la funzione della divinità. Le molte braccia rappresentano la protezione ai manutentori di caldaie, scaldabagni eccetera, il cuore esposto simboleggia la bontà d’animo dei termoidraulici e del loro cuore quando si tratta di fare un preventivo. Ci si interroga ancora sul significato della testa di lupo.

 

5.Rimediare all’errore

n

Un veloce schizzo ottenuto dopo aver versato per sbaglio il contenitore della china sul foglio. L’artista Samantho Improvvisoni ricavò dalla macchia questi tre volti, ovviamente non perfetti ma altrettanto impressionanti tecnicamente, come metafora dell’accaduto, dividendolo in tre fasi ideali: la sorpresa, la rassegnazione, la rabbia.

Arriviamo con fare sicuro alle pareti adornate grazie alle donazioni dei nostri amici segnalatori, pardon, gallerysti onorari. Il primo a deliziarci l’apparato digerente è Alberto, al quale elargiamo ringraziamenti a cascata.

6.Primo appuntamento 

dd

La coppietta al primo appuntamento si trova sulle montagne russe più veloci e pericolose della terra. Lei sta per percuotere a sangue il suo ormai ex, il tempo di superare l’orrore per quella discesa infernale. Lui si giustifica e tenta di rimediare adducendo svariate scuse, tutte poco efficaci. Una su tutte:”pensavo che questi dossi e discese Amor avrebbero reso forti di fronte agli alti e bassi del nostro rapporto, cementandolo per sempre.”

Si passa alle opere donate da Todd, al quale estendiamo un fiume di ringraziamenti.

7.Simpaticissima canaglia

ddd

Povero, povero cane. Il bambino, pronto a divorare di nascosto la torta della nonna messa a raffreddare sul davanzale, inganna il tempo mingendo beffardo sul botolo che lo guarda con uno sguardo straziante. Sarà la volta buona che il bulletto verrà divorato senza pietà?

 

8.Inadeguato

dd

“Rarirarara ra ra rarira rara raaaa” Suona un requiem il vecchio scheletro, suona per il suo pubblico di bambini che gli avevano chiesto “le tagliatelle di nonna pina”. Annoiati, stanno per lasciarlo solo. Egli si strugge al pensiero di risalire la scala verso l’infinito per tornare a casa. E più si strugge, più il requiem si adorna di una tristezza che i bambini non possono comprendere.

 

9.Sembra ma non è

ddd

L’uso del collagismo, lo abbiamo visto, ha portato a correnti ed opere che ne hanno completamente minato lo scopo originario. In questa l’apparente mescolanza di elementi trova un (apparente) senso e racconta una scena, una storia triste. Una bara scoperta, un cadavere abbandonato e vegliato da dei tentacoli orribili e minacciosi, lasciato a marcire tra i rifiuti sul fondo di un acquario, tra i quali spicca un’ottima motosega semi-nuova . Le catene sono fissate alla bara e non conosciamo la loro funzione.

Chiude l’ampliamento Giuseppe Moretti, come ormai tradizione consolidata. Lo salutiamo con uno scroscio di ringraziamenti.

10.Simbolismo sessuale

ss

La chiarissima rappresentazione di un amplesso, con tanto di supersviluppato organo genitale femminile in evidenza, ci racconta molte cose con semplici tocchi simbolici. I funghi, uno dei due partner ha una malattia venerea, i fiori indicano il corso del rapporto tra i due, si seccherà a breve. Il fogliame e i teschi rappresentano la lentezza esasperante e la noia che la partner prova a causa della carenti capacità amatorie del tizio, del quale ci raccontano tutto le corna. Egli non sa che sua moglie in quel preciso momento sta facendo la medesima cosa, ma con altri tre amici.

11.The Giant Crab attacks!

ddd

“Ora se ne andrà di lato con la mia macchina…dov’è Capitan Findus quando serve?” 

12.Monete poco gradite

cc

“eccoti i due spicci! Ora vedi di toglierti dalle palle tossica!” La povera Genzian F. racconta il giorno in cui un tizio elegante quasi le tolse la vista spingendole sulle orbite due monete da cinque chili l’una.

13.Me piglierebbe a schiaffi da solo!

eee

La rabbia, la furia che esplode incontrollabile e rende l’uomo cieco al giudizio e alla razionalità. Quest’opera ci mostra come possa assumere molte forme e ritorcersi contro chi si sta lasciando dominare da questo stato d’animo pernicioso.

14.Reazioni a caldo all’ampliamento odierno

dd

“Ci cadranno sulla testa! Non guardatele sono orrende! Oddio guarda quelli che scopano, e il povero cane…no!!!” 

Vi salutiamo ricordandovi di segnalare le opere che ritenete degne del nostro spazio museale, oltre al favore di far conoscere questa preziosa opera di divulgazione anche ad altri.

Per visitare i precedenti ampliamenti della Gallery, cliccate sull’immagine in testa al post oppure su quella identica a lato.  

Arriveduàr…

4 commenti su “The Gallery CCXXXVII

  1. La 4 la vedrei adeguata per il sito “boredpanda”, magari presentata come “Dog rescued from an animal shelter survived a nuclear war and his new owner (under heavy drugs) pictured him as a goddess”. Con sotto in risposta commenti tipo “How cute”, “He can kill with his cuteness” , ma sopratutto l’aspramente criticato “Why?” Perchè tutto questo?

Rispondi a Doomsberg Cancella risposta

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...