The Gallery CCXVIII


Siamo pronti e carichi anche questo Mercoledì carissimi amici. Entrate che piove, i più affezionati visitatori tra voi sicuramente non ascolteranno nemmeno le parole cariche di sentimento ed emozione genuina che vi doniamo. Costoro fremono per entrare, in fondo  adusi ad introduzioni e raccomandazioni. A tutti  coloro che invece varcano la soglia per la prima volta vogliamo solo dire: entrate e rilassatevi. Non fatevi trascinare a fondo dalle vostre sensazioni, rimanete padroni di voi stessi, non esitate a chiamare aiuto e…godetevi la visita!

 1.Strana adunanza

fff

“Arrivai al fine del mio periglioso viaggio, in una amena radura spoglia. Una nera figura arborea faceva da testimone al peggiore raduno pagano mai visto. Esseri deformi festeggiavano ballando e torcendosi, suonando e mangiando frutta marcia…non mi unii a loro, non erano molto socievoli ed il mio cavallo nemmeno”

2.Foga

ddd

Una mangiata di Bucatini all’amatriciana fotografata nel suo atto finale. La foga e la tendenza del bucatino a schizzare la salsa, se inforchettati troppo vorticosamente, ha colpito ancora. Il tizio riflette se farsi un altro piatto o passare direttamente al secondo.

3.Ti Maledico(in senso buono!)

ddd

“Ti maldico frattone nudo e pungente, con il sacro zolfo infernale! Per l’autorità conferitami dal cornutone caprino, io ti riverso sopra i miasmi infernali, sperando che per una volta tu ti decida a produrre more succose per il sostentamento di questo figlio del male”

4.Temple of Boredom

ddd

Dall’alto di una struttura poco solida, quattro individui illuminano a giorno alcuni oscuri tizi ai piedi di una scalinata in tufo. Vogliono vedere chi è che si permette di lanciare pernacchie al dio dall’ascia dorata, che tutto vede e tutti annoia col suo silenzio.

 

5.Rinascita

ddd

“Dunque sono rinato con…tre bocche, un occhio! Oh mannaggia! Va be’ poteva andare peggio…ma un momento! Cos’è quel buco in fronte da cui esce aria così fetida…no, non è possibile!!”

Ed eccoci ancora una volta di fronte alla parte di ampliamento resa possibile grazie alle vostre disinteressate donazioni. La Direzione ringrazia personalmente tutti coloro i quali perseverano nello scopo di rendere la Gallery un posto unico per tutti gli amanti d’Arte. Lanciando ringraziamenti come shuriken, colpiamo il primo generoso donatore: Todd.

6.Traslocalbero

fff

L’albero antropomorfo sta pensando bene di lasciare il campo che una volta rendeva rigoglioso e felice lui e i suoi amici. Questi ora sono morti, tramutati in mobili “Sciatò D’AXL”, i mobili dai toni rossastri che tanto vanno di moda in Australia.

A chiudere, Giuseppe Moretti al quale estendiamo i ringraziamenti shuriken!

7.Scene nascoste da una coltre di mistero acido

rrr

Un’opera difficile da guardare, i colori vivaci ed accesissimi confondono la vista ed i sensi. E’ l’intento dell’autore sconvolgere chi guarda, spronandolo a focalizzarsi sui mille particolari pregnanti con i quali ha riempito la scena. Purtroppo però, nemmeno l’uso di volontari trattati con apposite sostanze psicotrope ha dato una soddisfacente catalogazione di tutte  le scene raffigurate, tali sostanze interferiscono con le corrette percezioni degli individui, ampliando il loro parco di soggetti e scene visualizzate.

8.Baila Dente!

ddd

Se la dentiera non regge e sfugge libera dalle vostre bocche, perchè non renderla un segno distintivo del vosto look? Sfoggiatela, palleggiateci e sollazzate i presenti con le vostre dentature ballerine. Tutti si ricorderanno di voi, non importa se prima sembravate il nipote di Filini.

9.Una nuova giornata

dd

Il big foot minge tranquillo, dopo che il “galloyeti” ha cantato la sveglia. “E’ ora di spaventare qualche redneck ritardato” riflette il bestio con una punta di soddisfazione, chiedendosi come mai nessuno di quegli imbecilli possegga un arnese per scattare foto decenti.

10.Simbolismo

ddd

Un’angela con il fisico leggermente sblusato, viene afferrato da una mano gigante. Cosa sta a simboleggiare questa immagine intrisa di profano misticismo? Teologi e studiosi dell’Arte si interrogano senza venirne a capo.

11.Corrente sottovalutata

ddd

Il tardo “collagismo” si sublima nei primi anni duemila nella corrente del “fotomostrismo”, dove alle classiche tecniche del collage fotoscioppo viene data una chiara direzione d’intenti: creare delle inquietanti creature usando  parti umane ed innocenti elettrodomestici e spesso, come in quest’opera, materiali idraulici. La resa finale, se da una parte tradiva la ricerca dell’inquietudine che atterrisce, dall’altra centrava in pieno quella che rallegra. La corrente si spense a metà del primo decennio del Duemila, forse troppo presto.

 

 

Vi salutiamo ricordandovi di segnalare le opere che ritenete degne del nostro spazio museale, oltre al favore di far conoscere questa preziosa opera di divulgazione anche ad altri.

Per visitare i precedenti ampliamenti della Gallery, cliccate sull’immagine in testa al post oppure su quella identica a lato.  

Arriveduàr…

Annunci

2 commenti su “The Gallery CCXVIII

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...