Artillery- Penalty by Perception


400x400Recensire un disco degli Artillery è una trappola, si rischia di andare fuori dal contesto per lanciarsi in anatemi contro i Metallari sordi che non danno il giusto peso a questo gruppo immenso e bistrattato dai più. Il classico gruppo di culto che continua imperterrito a pubblicare album incredibili senza essere considerato alla giusta maniera. I Danesi forse ci avranno fatto il callo alla condizione di “belli per pochi”, eppure a me viene sempre da pensare che se una band come loro non ha fatto il botto qualcosa di sbagliato ci sia. Magari le copertine orripilanti che hanno scelto per i loro primi dischi avranno avuto il loro peso, oppure sarà stato il cantato particolare e personalissimo del loro vecchio cantante Flemming Rönsdorf ad allontanare molte orecchie dal loro sound.

Ecco, visto? Ci sono caduto anche io.

Gli Artillery del post-reunion hanno sempre pubblicato dischi all’altezza dei loro esordi, ma questo “Penalty by Perception” è quanto di più fresco e grandioso che si potesse desiderare. Il loro Thrash tecnico e brutale, con occhio al Metallo Classico e alle melodie, si riversa impietoso sull’ascoltatore causando immediate reazioni di “headbanging coatto”, mentre feroci riffate grattugiate sollevano ondate di adrenalina, rianimando i vostri cuori sopiti da troppe revival-bands senz’anima. La capacità immensa che hanno i Danesi nel costruire i brani sfruttando una costruzione classica e facilmente assimilabile, permette loro di sbizzarrirsi con gli strumenti, senza mai strafare, formulando una specie di bignami per tutti coloro che vogliono suonare materiale tecnico che sia ascoltabile e coinvolgente. Perchè puoi suonare tecnico quanto vuoi, ma se non riesci a scrivere un pezzo decente dove vuoi andare?

Pur mantenendo una solida base nel Thrash più classico, l’album riesce a coinvolgere e a sorprendere fino alla fine, cosa rara in un genere che era inflazionato già a metà anni 90. Non si sente quella puzza di già sentito, quel vecchiume che ci piace solo perchè ci ricorda i bei tempi andati. E no, gli Artillery non fanno leva sull’effetto nostalgia, loro che potrebbero gridare “Old School” da tutti i pori.

Oltre alle ottime trame musicali, sono rimasto colpito anche dall’intensa prova del cantante Michael Bastholm Dahl, entrato in formazione già nel precedente “Legions” (2013). E’ un piacere tornare a sentire del Thrash con uno che canta pulito, non ricordavo nemmeno come potesse essere efficace, quando fatto a modo.

Una botta di vita quest’album, non potrete resistere davvero alle legnate donate a profusione da questi ormai più che maturi giovanotti. E per una volta, non snobbateli, giudicateli senza curarvi della copertina.

Tracklist:

01. In Defiance Of Conformity
02. Live By The Scythe
03. Penalty By Perception
04. Mercy Of Ignorance
05. Rites Of War
06. Sin Of Innocence
07. When The Magic Is Gone
08. Cosmic Brain
09. Deity Machine
10. Path Of The Atheist
11. Welcome To The Mind Factory
12. Liberty Of Defeat (bonus track)

Voto:

3stellee mezzo!

ff

“Domenica ce ne andiamo a pesca?” 

 

Annunci

4 commenti su “Artillery- Penalty by Perception

  1. l’ho ascoltato su youtube, di certo un genere piacevole, a metà strada tra il classico e qualcosa di più moderno. però forse manca una certa differenziazione tra i pezzi, e la traccia che spicchi molto sulle altre e si faccia subito ricordare.

    comunque non male.

    • Pensa che a me fa proprio l’effetto opposto, non trovo una canzone che non ricordo. Magari qualcuna nella parte finale è meno incisiva, eppure… 🙂

      • forse me lo devo risentire con maggiore calma, poi gli ascolti su youtube mentre stai facendo qualcos altro, non aiutano la concentrazione.

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...