The Beyond /4: The 8ful Height (no spoilers)


rubricasenzanomeLa discussione generata da un film è sempre un fattore positivo, sollevare quesiti e pareri contrastanti è infinitamente meglio di passare inosservati e dimenticati in fretta. Oggi si esagera, a volte si danno giudizi aprioristici mossi dai pregiudizi più disparati, ma resta comunque un aspetto positivo. E Tarantino ad ogni suo film porta il pubblico a picchiarsi a colpi di status e recensioni, amato ed odiato in egual misura, il regista più personale ed innovativo degli ultimi venti anni(statece) continua la sua carriera tirando fuori l’ennesimo colpaccio. “The 8Ful Eight” è un western che non è un western, un classico film d’assedio senza l’assedio, un horror al chiuso dalle tinte gialle e mi fermo qui per cercare di entrare più nello specifico e cercare di spiegarvi perchè dovreste vederlo.

fff

“Dai sentimo ‘ste cazzate”

La lenta inquadratura che apre il film vi mette in chiaro subito una cosa, dovete avere pazienza e godervi quello che state guardando,la fretta non vi sarà amica durante la visione. Non ne avrete bisogno, quello che succederà vi terrà comunque incollati alla poltrona, sarete catturati dalle conversazioni tra tipi con cui non prendereste manco un caffè. A questi non serve far cantare la pistola per essere temibili, basta uno sguardo minaccioso, una parola in più sputata in faccia senza ipocrisia. In fondo trovarsi al chiuso, intrappolati con altre persone poco raccomandabili ed infide è un’esperienza insidiosa anche per gente dura e sveglia. Gli otto di Tarantino vi si sveleranno poco a poco, dialogo dopo dialogo, comincerete a capire da subito che nessuno è chi dice di essere realmente. Non potrete fidarvi di nessuno, quando vi sembrerà di avere in simpatia un personaggio, questi ce la metterà tutta per farvi cambiare idea. Fuori c’è la tormenta, si rischia di morire anche solo per andare a cagare, eppure il vero pericolo è tra le quattro mura di un emporio in mezzo al nulla. Qualcosa stona, anche quando tutto sembra ben chiaro e messo al suo posto, il sospetto si insinua e non vi fa rilassare. La tensione vi salirà lungo la schiena come un gelido serpente, disturbando il vostro quieto ordine mentale che avevate costruito con tanta fatica, ascoltando ogni virgola dei dialoghi fiume e illudendovi di aver capito come andrà a finire.

bb

Il più pulito c’ha la rogna e non perchè nel West si lavavano di rado

Tarantino mette in scena un classico confronto tra personaggi senza scrupoli, bugiardi e spietati che vogliono solo portare a termine i loro scopi e perchè no, con un bel mucchio di dollari in più. Il Cinema di Tarantino mostra ancora la sua potenza evocativa, sa piegarlo ai propri voleri e farne un mezzo espressivo potentissimo, traviando le aspettative dello spettatore, distorcendone i preconcetti e le idee che aveva prima di entrare in sala. L’angoscia e l’incertezza si mescolano al falso senso di stabilità e sicurezza che anche i personaggi cercano, in un modo o nell’altro. Per tre ore sarete immersi in un incubo sporco e cattivo, dove non mancherà sangue a fiumi e piombo, capirete che per lanciare messaggi politici  e raccontare l’America non serve fare documentari pallosi, come il Cinema di genere da sempre ci insegna, si può riflettere e divertirsi allo stesso tempo.

Non serve sezionare il film parlando della regia asciutta di Tarantino, di quanto siano bravi gli attori o della colonna sonora di Morricone, tanto meno replicare alle palesi stronzate che son piovute addosso al film (la misoginia? davvero? fatevi curare cazzo!) quelle son cose che avete letto ovunque. Io volevo solo dirvi che se ve lo perdete, fate una cazzata grossa quasi come fermarvi per strada a raccattare stranieri con la vostra diligenza.

ggg

Annunci

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...