Abbath- Abbath


ABBATH-abbath-2016L’iconico face painting di Olve Eikemo, in arte Abbath, campeggia sul primo lavoro solista uscito dopo l’abbandono dei suoi Immortal. Horgh e Demonaz hanno praticamente messo alla porta il frontman, il quale dopo aver fallito nel riprendersi il nome del gruppo, ha pensato bene di chiamare la band col proprio nome e tanti saluti. Una band rimaneggiata ancor prima che l’album venisse pubblicato, infatti della formazione che ha lavorato alle registrazioni c’è rimasto solo il bassista King Of Hell (ex-Gorgoroth ed in forza anche ai God Seed),  il batterista Kevin Foley proveniente dai Benighted  ha lasciato il posto vacante uscendo dalla band a poca distanza dalla dipartita del secondo chitarrista Per Valla.

Cosa ci potrà mai essere dietro una copertina così inequivocabile?

Esatto.

Il disco è un prevedibile figlio del sound degli ultimi Immortal, un classico Black Metal fortemente influenzato dal Death Metal spigoloso e carico a pallettoni. Il Metallo riversato nelle nostre orecchie non stupisce quasi mai, pur risultando piacevole e ben congegnato. E’ una prova convincente, dove Abbath preferisce giocare sul sicuro, senza sforzarsi troppo nel ricercare nuovi approcci, ne tanto meno provare a battere strade inusuali come quella del progetto solista di qualche anno fa “I”.

Si va giù di blast beats, rallentamenti e ripartenze che si susseguono senza sosta, richiamando alla mente le fredde scale tanto apprezzate su “Sons of northern Darkness”. La curiosità ora pende tutta dalla parte degli Immortal, quale sarà la direzione scelta dai due “immortali” superstiti? Un altro disco sulla falsariga del sound che anche Abbath ha riproposto, oppure un’incursione in lidi più vichinghi e “bathoryani” come nel discosolista di Demonaz?

Un bel quesito, non c’è che dire. Intanto mi godo il massacro perpetrato da Mr. Eikemo, poi si vedrà.

Tracklist:

01. To War
02. Winter Bane
03. Ashes Of The Damned
04. Ocean Of Wounds
05. Count The Dead
06. Fenrir Hunts
07. Root Of The Mountain
08. Endless

Voto:

3stelle

L’assaggio del disco:”Winter Bane”

ddd

“Chi non salta Demonazz-è è!!”

Annunci

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...