R.A.M. The Awards Down! 2015


ram awards 2015

Uno dei momenti più divertenti della vita di questo blog è arrivato, come ogni Gennaio mi chiedo cosa mi sia piaciuto davvero dell’anno appena trascorso, allo stesso tempo cosa mi ha fatto davvero pietà? E tutta quella roba di cui non mi ricordo una mazza? Stilare il post per assegnare gli ambitissimi “R.A.M. the Awards down!” è un’esperienza formativa, un momento irrinunciabile che pure quest’anno ha subito un lieve ritardo (voluto) rispetto agli altri siti, ma come si dice “meglio tardi che svegli”. No un momento, com’era? Va be’…le luci sono accese, il microfono-SSA SSA!!-funziona, dunque è il momento attesissimo da tutti voi: annunciare i migliori del 2015, preparatevi ad applaudire, o fischiare chissà, i vincitori.

Band del 2015:Motörhead

dd

Non ho potuto fare a meno di celebrare una band che mi ha dato tanto, nell’anno in cui finisce per sempre la carriera. Niente patetismi però, la loro musica rimane, e quella non me la porterà via nessuno.MAI

Outsiders:Lamb of God, Armored Saint, Avatarium,Clutch, Enslaved

Miglior Disco 2015:

dd

Stupendo, vario imperdibile. L’energia degli Armored Saint ha preso una parte notevole nei miei ascolti dell’anno scorso, se l’aveste perso recuperatelo il prima possibile, se ne sentite la necessità leggete la mia recensione cliccando qui.

Outsiders:”Sturm und Drang”-Lamb of God, “Underworld”-Symphony X, “Condition Human”-Queensryche, “Atom by Atom”-Satan, “Static”-Huntress

Miglior DVD/BluRay:Nessuno, quest’anno non ho preso nessun dvd o bluray.

 

Miglior Ritorno:nessun ritorno dalle tenebre mi ha colpito particolarmente quest’anno

Sorpresa del 2015:Queensryche

aa

Non l’avrei mai detto e invece i Queensryche ci hanno regalato il miglior album da quindici anni a questa parte. Una vera sorpresa, non c’è che dire.

Outsiders:Clutch, Cradle of Filth, Devil You Know, Leaves’ Eyes

Miglior Esordio:Visigoth-“The Revenant King”

xx

Dietro una copertina tremenda si nasconde un esordio coi fiocchi per i Visigoth. Heavy Metal puro ed epico che si mette in scia di nomi come Grand Magus. Paragoni a parte, gran disco da ascoltare.

Outsiders:”Shadow Realms”-Firespawn, “Salem’s Wounds”- Karyn Crisis Gospel of the Witches, “The Life I remember”-Once Human

Italiani che lo hanno fatto meglio:Sadist

dd

Outsiders:Temperance, Eldritch

Classico riscoperto: “Another Perfect Day

Another_Perfect_Day

Formazione da sogno 2015:

Voce: John Bush

dd

Incazzato, melodico, potente, raschiatutto. E’ lui il miglior cantante del 2015 e senza timore di dire castronerie, il più completo in circolazione.

Chitarra:Ryan Knight

ddd

Se i The Black Dahlia Murder hanno fatto un notevole balzo in avanti lo devono anche ai suoi assoli: tecnici, melodici e sempre ficcanti.

Basso:Ian “Lemmy” Kilmister

ff

In memoria, nella posizione del bassista da sogno, il meno bassista di tutti.

Batteria:Chris Adler

aa

Micidiale, eclettico e riconoscibile. Come si fa a non volergli bene?

Siamo ora alle premiazioni meno lusinghiere, i peggiori dell’anno appena trascorso.

Band Delusione 2015:Iron Maiden

dd

E’ con certo dolore che fregio i Maiden di questo “premio”, ma non vogliatemene. “The Book…” è davvero pesante, nel senso sbagliato.

Peggior Disco:”Suicide Society”-Annihilator

dd

La noia, l’irritazione ed il fastidio sono le fasi emotive in cui sono passato durante gli ascolti di questo ciofecone. Un disastro totale, senza giri di parole.

Disco spaccacoglioni del 2015:”The Book of Souls”-Iron Maiden

ss

Le buone idee che pure non mancano sono affogate dentro ridondanti minuti di ripetizioni inutili e verbose. Gran peccato, ma continuare a seguire la linea dei brani lunghi e copincollati continua a non funzionare. Se ne accorgeranno la prossima volta?

Formazione da Incubo:

Voce:Jeff Waters

ddd

Non è il suo mestiere diciamolo, però la pochezza dei brani finisce per affossarlo del tutto. Se poi insiste nell’imitare Hetfield, riesce nell’impresa di farmi rimpiangere Padden(esagerato!).

Chitarra:Chris Impellitteri

fff

Tecnico quanto volete, per me è diventato palloso e prevedibile.

Batteria:Nicko McBrain

fff

Per la seconda volta nella storia finisce tra i peggiori dei “R.A.M. Awards Down!”. Mi piange il cuore sentirlo suonare in quel modo così prevedibile, noioso e piatto.

Come ogni anno, esprimete le vostre preferenze nei commenti, fatemi sapere se siete d’accordo con me o meno.

Vi ricordo che a giorni arriveranno pure i mega-post “wurstel” con tutti i dischi del 2015 che non ho recensito.

Per rinfrescarvi i premi assegnati negli anni scorsi, cliccate qui.

 

 

Annunci

11 commenti su “R.A.M. The Awards Down! 2015

  1. Azz…Quest’anno pure io concordo con tutto!!! Andando a braccio e non volendo stilare una classifica “ordinata” in maniera voluta, ecco le mie preferenze 2015:

    Children of Bodom – I worship chaos
    Avatarium – The girl with the raven mask
    Vhol – Deeper than the sky
    Druid – Druid
    Cradle of Filth – Hammer of the Witches
    A Forest of Stars – Beware the Sword You Cannot See
    Marduk – Frontschwein
    Sylosis – Dormant Heart
    Borealis – Purgatory
    Paradise Lost – The Plague Within
    House of Lords – Indestructible
    Pyramaze – Disciples of the Sun
    Armored Saint – Win Hands Down
    Mgla – Exercise in Futility
    Lamb of God – Sturm und Drang
    Soilwork – The Ride Majestic

    Visto che hai citato Visigoth DEVI recuperare questo disco del 2014 dei Primalfrost (lo trovi anche full sul tubo): “Prosperous Visions “. Semplicemete fantastico.

    Brano piu trascinante dell’anno: “My Catharsis” degli Starkill.

    Bye

    • Quest’anno ho ho azzeccato per davvero oppure ci sono state poche cose davvero buone. Chissà, comunque come ogni anno vado a spulciarmi le band che mi consigli! 😀

  2. Mah…semplicemente quest’anno i nostri ascolti sono combaciati! Ed anche dischi che non ho menzionato, come quello degli Enslaved, li ho trovati buoni ma magari ascoltati meno perchè con meno effetto “sorpresa” di altri. Altri ancora non ho avuto modo di ascoltarli, come i Sadist. Ovviamente anche io spulciero’ magari fra i piazzamenti se c’è qualcosa da “recuperare” (tipo l’anno dei grandi Shade Empire”…) 😀
    Tutto sommato un anno per nulla malvagio musicalmente parlando…

    • Una buona annata in effetti, non ho messo gli Enslaved solo per non ripetere e dare spazio ad altri comunque meritevoli. 🙂

  3. gli armored saint li voglio anch’io!!!!!

    per i Ryche, provavo ad ascoltare condition humna su youtube, ma tranne i singoli ufficiali l’album è stato rimosso.

  4. Eccoci! 🙂

    D’accordo su Armored Saint e Queensryche, anche se io li invertirei, nel senso che John Bush & Co. ormai sono una garanzia, invece “quegli altri” sono tornati a fare buonissima musica (magari non più innovativa, ma che ‘mme frega?) e Condition Human mi ha proprio colpito, lo ascolto sempre con piacere.
    Symphony X bene anche con Underworld che ho preferito a Iconoclast.
    Poi rispetto a te io sono più sul versante hard rock, e un bel po’ di roba buona anche lì c’è stata, anche se Europe-Scorpions-Def Leppard non sono tornati in formissima…
    Altri ascolti frequenti sono stati il nuovo Avatarium e Gilmour 🙂

    Poi discorso “grandi vecchi”: senza facili sentimentalismi, Bad Magic è il disco dei Motorhead che mi è piaciuto di più da Inferno 🙂
    Per i Maiden boh… alcune buona canzoni, ma TROPPE note… un disco unico, togliendo quei 2-3 brani deboli e accorciando qui e là sarebbe stato molto meglio, ma in ogni caso non me la sento di bocciarli…

    questo a grandi linee ciò che ricordo 😀

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...