The Gallery CXCVII


Bentornati o benvenuti, come diciamo tradizionalmente a tutti i nostri visitatori. Siete meravigliosi, abbiamo avuto fiducia in voi e ci avete ripagato in maniera sublime. Grazie per aver apprezzato con così tanto calore l’ampliamento di Mercoledì scorso, ci ha fatto piacere e convinto ancora una volta che ne vale la pena. Ora però spazio ad un nuovo ampliamento, realizzato in collaborazione con la Regione poichè riconosciuto come “opera dal valore culturale” al pari di un cinepanettone. Grati per il contributo, vi invitiamo ad entrare per godervi il vostro sussulto emozionale.

 1.A.I.R.

fff

Cosa succede ad indossare una tuta anti-contaminazione senza essersi lavati il giorno prima? Scoprire cosa acccade se si è mangiato fagioli, broccoli o quelle cose che ci permettono di arieggiare i locali, possibilmente evitando di soggiornarci poi. Quello sguardo così innaturale all’apparenza divertente e simpatico, racchiude tutto il disagio ed il malessere che le situazioni poc’anzi   descritte provocano

2.Zi’ Luette

ff

Un tizio con due ciuffi ribelli? Un essere demoniaco? Un cretino che fa le ombre cinesi(quindi di scarsa qualità)? Non è dato sapere, sappiamo solo che quest’audace scelta di rappresentare tutto con una silhouette rende l’opera intrigante, sebbene ci si possa soffermare ben poco ad ammirarla.

3.Dedica

fff

Ancora occhi che esprimono disagio, terrore, disgusto, paura e senso di inadeguatezza. Questo speciale dipinto è dedicato alla Gallery, ed è opera del pittore Rayo Vallecano y Alvarez del Cocodrillo, altrimenti noto come Giulio Chiese. Pare sia un autoritratto.

4.Waterwar

ddd

Se non ti lavi da sei mesi e puzzi come una rarissima specie di bufalo, può succedere che nemmeno l’acqua del pediluvio abbozzi. Ed è quello che succede all’ “Eddie” con il macchinario cardiaco di Iron Man. Chissà se rimetterà al suo posto l’acqua calda, una volta anche profumata, con una bella alitata stile “Pomata’s sister”.

5.It’s a Trap!

ff

“Ecco dove avevo messo il mio teschio per le fatture. Devo portarlo dal commercialista, se no me sbaglia tutta l’IVA” disse la Strega Zanicca prima di perdere una mano nella tagliola delle tasse.

Ebbene, siamo arrivati di fronte alle opere giunte nella Gallery grazie a delle donazioni disinteressate dei nostri amici segnalatori. Li ringraziamo a profusione, scandendo bene le parole e non lesinando affetto. Il primo a ricevere l’infusione di ringraziamenti è Alberto.

6.Gli stati dell’artista

fff

Il trio rappresenta le tre fasi di approccio dell’artista con l’opera. A sinistra la tragica consapevolezza nell’avere la mente vuota, al centro la potenza e l’entusiasmo dell’opera finita, a destra il ripensamento, la voglia di prendere un drappo per coprire l’opera e non farla vedere a nessuno. Le fiamme? All’autore non andava di porre l’accento su uno sfondo elaborato o proporzioni che avrebbero distratto dall’intensità delle emozioni espresse dai tre personaggi, così ha completato l’opera con fiamme fotoscioppe.

7.Quelli del visitatore

ddd

C’è anche la quarta fase, ma questa tocca a noi, in tute le sue scomode digradazioni.

Ed è il turno di Todd. Una bella infusione di ringraziamenti anche per lui, ancor di più dato che Il Direttore ha dimenticato di rispondergli ‘sta settimana.

8.Bio

ss

“Compreresti dei funghi di cui non conosci la provenienza? Mangiare con alimenti non sani è una discesa verso la Morte. Mangia Biologico, mangia sano. Spendili ‘sti cento sacchi per due porcini, il tuo corpo ti ringrazierà.” Opera che fu realizzata per pubblicizzare una nota catena di negozi alimentari a carattere salutista/bio.

9.Artista di rottura

dd

“Ciao sono Armanda, presento questo pezzo che si intitola ‘meglio gay che Ubaldo Lay’. Lo so che ormai non se lo ricorda nessuno, ma trovatela voi una rima con gay.”

10.Il ritorno dell’Infantilismo

ccc

L’Infantilismo erutta in tutta la sua potenza in questo grandissimo pezzo d’Arte. Lasciate stare quei  disegnini dei bambini fatti da adulti che vedete di solito nei film, questo è vero estro artistico infantile. Ammirate la piega del foglio esaltata dal colore, la cura della cornice a matita, le orecchie e le braccia tese a significare sgomento. Lo sgomento di fronte ad una chitarra enorme con una sola corda. Ammesso che sia una chitarra e non una medusa spiaggiata. Ah, l’Infantilismo!

E a chiudere, l’immancabile Giuseppe Moretti. Una sentita infusione di ringraziamenti anche per lui, con la speciale postilla riservata a Todd valida anche per lui.

11.Classici

fff

Vicolo sporco, tizio in jeans, vittima a terra, passeggiatrice. Niente di nuovo, una sterile riproposizione di temi, non fosse per la colorazione. Innovativo l’effetto alone-fotoscioppo che indica quanto abbia voglia di osare l’autore, mostrando coraggio nell’esplorare una tecnica per lui palesemente sconosciuta.

12.Comprali tutti!

fff

Che simpatici i nuovi “Burinotti”! La nuova serie di pupazzi da collezionare (leggi:prendere polvere per anni su bacheche e mensole). E’ un prodotto Ceppigatti Giocattoli!

13.Il Maiale uccide anche d’Estate

ddd

Il maiale è la morte! Se non altro non ti fa soffrire, una bella falciata veloce ed il gioco è fatto. Sempre ammesso che riesca a tenerla quella falce, non si capisce bene l’impostazione dell’impugnatura, se il Maiale umanizzato abbia delle mani o no. Un’opera misteriosa e per questo affascinante.

14.Crudeltà gratuite

ddd

Il classico esempio di fotoscioppe figlio dei primi duemila. Bastava avere poche nozioni di base, ai limiti del “copia/incolla” per creare piccoli capolavori come questo. Come non soffrire di fronte a cotanto dolore, tanta crudeltà tutta per un uomo solo?Tutti possono provarci, pochi possono rendere efficacemente del sangue che zampilla, qui dalla ferita schizza direttamente contro il vostro buongusto.

15.Ma sputa quando canta?

cc

La voce potentissima che disgrega e smarmella lo sfondo, il capello biondo piastrato, capi di pelle mai messi prima e una bandana super trendy. Potenza e disgusto convivono per la prima volta.

Vi salutiamo ricordandovi di segnalare le opere che ritenete degne del nostro spazio museale, oltre al favore di far conoscere questa preziosa opera di divulgazione anche ad altri.

Per visitare i precedenti ampliamenti della Gallery, cliccate sull’immagine in testa al post oppure su quella identica a lato.  

Arriveduàr…

Annunci

2 commenti su “The Gallery CXCVII

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...