The Gallery CXCIV


Bentornati carissimi, finalmente è di nuovo Mercoledì giorno in cui la Gallery si arricchisce di nuove opere. E dire quante ormai siano ordinate e catalogate dentro il nostro abnorme complesso museale, che rivaleggia con la reggia di Versailles per estensione e per la bellezza contenuta all’interno delle ampie sale, è sempre più complicato e difficile. I nostri metodi di catalogazione sono precisi ed ordinati, eppure non sappiamo più da anni il numero preciso delle opere che possediamo. Non importa, gli ampliamenti son ben tenuti e fruibili quindi  cosa volere di più? Nulla, se non che vi godiate l’ampliamento odierno con leggerezza, lasciando le preoccupazioni e i problemi digestivi al di fuori. Prego signori, da questa parte…

 1.Pissicologo

rrr

“Dunque, mi dica di questi incubi. Mi scusi per i sandali ho problemi di traspirazione, lei mi chiederà perchè ho messo su i calzini. Perchè senza io non esco mai. Ah, mi scusi per il coltello al posto della mano, sa sono mutilato di guerra e in casa mi arrangio con questa protesi multiuso. Stavo pelando le cipolle quando mi sono ricordato del suo appuntamento. Si lo facciamo in giardino per non soffocare dalla puzza. Dunque, dicevamo i suoi incubi…ma è ancora lì? Non la vedo bene, ho una fastidiosa cataratta che neanche gli occhiali alla Bettino Craxi riescono ad agevolare…”

2.Fate Piano, grazie

ddd

Una “Madonna addolorata” che riprende nuova vita ed uno spessore lontano dalla classica iconografia che per secoli l’Arte ci ha proposto. Qui la Vergine Maria dorme di gusto nel primo piano, seguendo il consiglio della scritta che la sovrasta. Nel particolare in basso a sinistra, lasciamo a chi guarda immaginare cosa stia combinando…

3.Minimalismo becero e pessimista

vvv

Perfetto esempio del “Minimalismo Becero e Pessimista”, corrente artistica nata intorno al 1918, dopo la fine della Grande Guerra. Gli artisti fotografarono il dolore e la disillusione post conflitto con opere realizzate in poco tempo, con pochi mezzi e con poche capacità. Allora nonostante le difficoltà economiche e sociali, venivano fischiati e spernacchiati con grande energia da tutto il mondo accademico e non. Oggi abbiamo rivalutato le loro opere, aggiudicandoci questo capolavoro del noto pittore-incisore-zappatore Aldo Merdini. Ammirate la perizia del pessimismo elargita con i diversi toni di grigio, le scritte colorate che spezzano “il mero corso della vita vuota che vuota vita”, aiutandoci con la definizione della critica d’Arte Shondra Monh Dahini, la quale da Nuova Delhi venne in Europa solo ed esclusivamente per ammirare i “Minimalisti beceri e pessimisti”.

4.Cinghial of Fire!

gg

Un tremendo e minaccioso “carretto a cinghiale” fa lanciare anatemi ed improperi al conducente diavolo, esasperato dalla scomodità del mezzo e dalle emissioni dell’animale sotto sforzo, non solo olezzanti ma infiammabili! Prendono fuoco con le scintille provocate dal contatto della frusta con i peli dell’animale. Per quello il diavolo, che ha una fretta esagerata, sta soffrendo le pene dell’Inferno, in una catarsi ironica e senza uscita.

5.Nightmetro

fff

Un poveraccio ha perso il senno e si graffia la faccia dopo essere riuscito a raggiungere San Pietro con la Metropolitana. Le gaie e ridenti orde di pellegrini si tramutano in morti puzzolenti, i padri di famiglia perdono la vista e la prole, mentre un crocifisso a cui è appesa una specie di falena ricorda a tutti i Cattolici che la vita è sofferenza e dura poco. Avrebbe dovuto scegliere il tragitto a piedi, solo così non avrebbe avuto queste tremende visioni e si sarebbe goduto il suo “angelus” felice e gaio come una suora che tocca il Papa per la prima volta. 

Giungiamo con l’animo più riflessivo a causa delle opere appena ammirate, nelle pareti adornate grazie alle vostre generose donazioni. Ringraziamo il coraggioso Negrodeath che ci invia un’opera di rottura, difficile da guardare, eppure ricca di fascino. Lo ringraziamo correndo al bagno…

6.La Sega

ddd

Apparentemente una nuova visione del sesso estremo in questa “fuck machine” di fantasia. E invece no. Con questo spaccato brutale, viene sublimato il desiderio della masturbazione, empio secondo l’autore dell’opera Celibe Vergognotti, che causa sì piacere, ma anche dolore e senso di colpa. La “sega”, nella metafora che viene meticolosamente suggerita, devasta l’organo femminile ed è una tortura  auto-imposta. Il Vergognotti, morto di Pipposi epatica, una malattia oggi quasi del tutto scomparsa che colpisce il fegato dei masturbatori pentiti, non raggiunse più nella sua corta carriera i picchi di autobiografia racchiusi in questa opera.

Passiamo alla donazione di Santo P. che ringraziamo anche per la pubblicità smodata che ci fa.

7.Per cortesia, si sposti

ddd

“Tu non puoi passareeeeee!!!” “Guardi che io ce abito qui…per cortesia, omino dal cappello a punta, se se sposta gentilmente, c’avrei da mangiare mio marito. Tutte le sere ‘sta storia, ma non è il caso che se faccia vede da uno bravo lei?”

Chiude l’ampliamento odierno il sempreverde Todd, segnalatore di lungo corso che ringraziamo con giubilo.

8.Consapevolezza

fff

“Cor cazzo che esco, sto tanto bene qua sotto….andatece voi a fa a capocciate di fronte alle porte sbarrate de un Centro Commerciale! Sono uno zombie acculturato io, li ho visti tutti i documentari di Romero!”

9.Nuovi ingredienti

ggg

Dopo il grande successo del Topinambur in ambito culinario salutista, viene proposto un altro tubero esotico dalle proprietà organolettiche di altissimo valore. L’ortaggio chiamato volgarmente “faccetrisse”,  proviene dal Sud Est Asiatico ed è coltivato usando solo concimi biologici. Quali non è dato sapere. Finora chi lo ha assaggiato non ha avuto grossi problemi di digestione, il tubero risulta gustoso e appetibile. Unica pecca, il consumarlo porta velocemente alla morte.

 

Vi salutiamo ricordandovi di segnalare le opere che ritenete degne del nostro spazio museale, oltre al favore di far conoscere questa preziosa opera di divulgazione anche ad altri.

Per visitare i precedenti ampliamenti della Gallery, cliccate sull’immagine in testa al post oppure su quella identica a lato.  

Arriveduàr…

Annunci

2 commenti su “The Gallery CXCIV

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...