The Gallery CLXXX


Benvenuti carissimi amici vicini e lontani, anche quest’oggi vi accogliamo frementi come giovani al loro primo incontro galante. Siamo onorati ed ansiosi di aprire il centottantesimo ampliamento di una Sala Museale che sta superando come estensione il territorio di San Marino e del Liechtenstein messi insieme. Un bel traguardo raggiunto grazie al vostro affetto, alla vostra passione e trasporto per tutto ciò che è Arte VERA. Entrate solerti dunque, biglietto alla mano, per godere una strepitosa carrellata di opere che i vostri occhi tarderanno a cancellare dalla retina.

 1.Geronimo Bosch (quello dei trapani)

ff

Cazzi con le ali, scheletri che pisciano e defecano, gente deforme che copula esseri altrettanto informi. Una pecoreccia e sciocca aggregazione di esseri disgustosi e disturbanti, o almeno che vorrebbero esserlo, senza riuscirci un gran che, somigliando più che ad un’allucinata tela di Bosch ad un insieme di Sgorbions.  Come non apprezzare la bara capovolta da cui esce un cadavere che chiaramente non riesce a dormire con tutto quel casino. Mentre le Alte e severe ceppe di cazzo vegliano erette su tutti…

2.”Per lo sfondo tranquilli, lo cambiamo”

c

Due cavalieri dalle armature scintillanti posano per un bel ritratto. L’autore dell’opera ha cambiato un po’ lo sfondo originale, un muro di mattoni sporco di piscio e merda di cane, per dare più epicità ai due. I risultati spaziano dal pacchiano al tragicomico.

3.Anziano triste

cc

I problemi della terza età rappresentati da un bosco grigio sul quale è stata apposto un corpo del quale riusciamo a vedere bene solo la testa, purtroppo. L’espressione corrucciata e sofferente ci ricorda la caducità della vita e il dolore che la permea in ogni momento. Non vi sentite consapevolmente peggio dopo aver visto quest’opera dall’impatto così feroce?

4.Palla demmè

cc

Una metafora quella del pianeta-palla di merda, già vista in un’altra opera gelosamente conservata nella Gallery, qui gestita in maniera più colorata ed allegra. Scritte color pastello incorniciano un paesaggio desertico nel quale vediamo sto scarabeo spingere a lato di una strada il pianeta/palla di merda. Non è chiara l’intenzione dell’autore: l’umanità è la macchina che schiaccia con noncuranza la palla tratta in salvo da uno scarabeo, ben più nobile della razza umana? Oppure lo scarabeo è l’umanità che salva il pianeta dalla cafoneria di qualche guidatore della domenica?

5.Repka ci sei mancato

x

Repka ci delizia di nuovo con il suo marchio di fabbrica immutabile da trent’anni: figura in primo piano e altre due dietro che ripetono l’azione di quella davanti. Stavolta abbiamo un selvaggio con i capelli alla Ronnie James Dio, il naso alla Booker T e la panza alla Paolo Villaggio che gusta un avambraccio fresco fresco. Dietro di lui, uguale.

Eccoci pronti a ristorare il nostro animo con le opere donate dai nostri amici. Il primo a darvi queste gioie impareggiabili è Alberto, al quale mandiamo ringraziamenti a pioggia.

6.Opera mastodontica

cc

Il Rushmore con le facce dei Deep Purple non è nulla in confronto a questa cima talmente alta da superare le nubi sulla quale sono stati “scolpiti”  tre musi di tigre. Colpiscono le espressioni convinte e grintose delle tre fiere, peccato che sia un’opera che vedranno pochi eletti rocciatori professionisti.

7.Non perderlo!

x

Treni simili a thermos “sfrecciano” in digitale su binari nel mezzo del nulla, gareggiando forse tra loro. Un tizio vestito solo con un paio di jeans cerca di raggiungere l’ultimo binario col treno in corsa diretto a Sburrate nell’Ano. Ce la farà o finirà sotto un banale rapido Roma-Napoli?

Passiamo alle interessanti opere inviate  da Todd, al quale inviamo una grandinata di ringraziamenti.

8.Battaglia gaia

xx

Il fratello scemo di Jem sta affrontando, vestito in maniera piuttosto equivoca, un drago che lo ha preso prigioniero insieme alla sua moto. “Bvuto mi hai bvuciato puve la chitavva! To’ to’!!”

9. Esche è!

dd

Dalle onde del mare rosso sangue, spunta l’esca definitiva per le vostre esigenze! La pesca sportiva non sarà più la stessa dopo aver provato questo spaventoso prodotto. Attenzione: il prodotto può ingoiare con facilità falangi e metacarpi. Inserire con attenzione sull’amo della vostra canna seguendo le istruzioni riportate nella confezione. Comunque non  guardate mai negli occhi il prodotto.

A chiusura dell’ampliamento ci gustiamo le opere di Giuseppe Moretti, al quale spediamo ringraziamenti a vortice.

10.Mi presento sono…

ff

“Ciao, sono una bella ventenne che vorebbe conoscere altri ragazzi per amicizia e chissà. Sono bella e formosa, simpatica e dallo sguardo vispo. Allego serfie per farvi vedere da voi la mia sincerità. La foto LO scattata davanti al monumento a Giuseppe da Verrazzano che sta sulla collina di Marinata.”

11.Madonna a cena

ff

Un poco raccomandabile individuo mangia la sua pietanza accompagnato da un’enorme statua della Madonna che sarebbe fuori luogo pure nella Clinica “Santissime Addoloratissime Sorelle di Gesù”. La pistola disegnata con gusto sul tavolo serve a far da contrasto all’evidente fervore religioso dell’insieme.

12.Forever Alone

gg

Il tipo di spalle fotoscioppato con maestria, ricorda quei bambini sciocchi che si fanno i fotomontaggi  scarsi con le donnine. La cosa divertente è che le tre signorine non lo degnano di uno sguardo manco col fotomontaggio, pensate a che livelli di solitudine si può arrivare.

13.Gliela incarto?

dd

Una bambina dalle fattezze orribili viene mandata dai genitori a fare la spesa. Arrivata al mercato un fruttivendolo le ha incartato la testa invece della spesa per non dover più sopportare la vista del suo volto.

14.Mangia Sano

ddd

Un Pinosauro, un dinosauro che ha le fattezze di un certo Pino da Termiti, sputa “fuoco” a causa della cattiva digestione. Una rigorosa ecografia ci mostra il motivo di tale ingolfamento.

Vi salutiamo ricordandovi di segnalare le opere che ritenete degne del nostro spazio museale, oltre al favore di far conoscere questa preziosa opera di divulgazione anche ad altri.

Per visitare i precedenti ampliamenti della Gallery, cliccate sull’immagine in testa al post oppure su quella identica a lato.  

Arriveduàr…

Annunci

5 commenti su “The Gallery CLXXX

  1. La numero 8 mi ricorda certi quadri/affreschi di alcune chiese sul tema di San Giorgio e il drago, solo che qui il Giorgino per mazullare il rettile usa la chitarra invece della spada. 🙂

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...