The Gallery CLXII


Il tempo vola cari amici, pare passato solo un giorno dall’inaugurazione dello scorso ampliamento piuttosto che una settimana. Puntuali a prescindere dalle nostre sensazioni, siamo ansiosi e contenti di presentarvi un nuovo ampliamento, pregno di bellezza. Entrate, accomodatevi sui divanetti collocati di fronte alle opere e liberatevi nei cestini appositi alla vostra sinistra, tutto vi sembrerà più bello una volta usciti. Non è tanto per dire: ci sono milioni di testimonianze a riguardo, la Gallery e le sue opere aiutano ad uscire dai disagi psicologici di varia natura, curano il bruciore di stomaco e l’indigestione, finanche la stitichezza!* Avanti signore e signori, porgete il biglietto e migliorate la qualità della vostra vita.

 1.Foto ricordo

dd

Un turista appena uscito dall’Inferno con la sua armatura più elegante, si fa fare la foto vicino ad uno storico monumento nei paraggi del Purgatorio, il cartello stradale “Castel Infernetto-Rocca Limbo”, meta obbligata per le anime che si sono perdute e abusato come trespolo dai turisti volanti. 

2.Monologo 

jjj

Un ombra con le braccia alzate sta simpaticamente intrattenendo delle teste scheletriche disegnate da lui stesso. Sta parlando da sei ore filate e al tramonto le teste finte hanno preso vita solo per pianificare una fuga notturna. Sarà dura trascinarsi su quella superficie, soprattutto per dei disegnini come loro, ma meglio provarci che passare un’altra giornata con quel predicatore.

3.Tu non puoi passare, io sì

fff

Gandalf non fa passare gli altri, peggio di un casello autostradale, ma lui pur di saltare la fila alla posta attraversa i muri. Deve recapitare quel bastone magico così particolare a Alfonsus il rosa, mago dai grandi poteri  che vive emarginato nella magica Foresta di Galadrekkiun, “Luce delle grandi Orecchie” in elfico. Ma invece di saltare la fila, farla portare a quell’aquila volante in due ore gli pareva brutto? E’ la seconda volta che deve recapitare una cosa all’altro capo del mondo e la prima usato due corrieri che non avevano manco le scarpe e la competenza necessaria, ora si serve della posta celere. Valli a capire ‘sti Istari.

4. L’aquila di Ligonchio

fff

Quest’aquila si appena resa conto di avere un becco enorme, sgomenta lo osserva, non ci aveva mai fatto caso. Lo sta squadrando da un bel pezzo, tanto che i suoi occhi ormai sono preda di uno strabismo perenne, rimugina se sia il caso di ricorrere alla chirurgia estetica. Riuscirà a mangiare con il becco alla francese?

5.Saluti dal Pacifico

ccc

Una bellissima foto, nella quale riconosciamo lo stile frizzante e leggero delle scritte tipico delle cartoline, ci mostra quanto sia arduo trasformare una foto in un capolavoro. E’ un chiaro esempio di come si possa racchiudere in un solo scatto tanta potenza, dinamismo e sensazioni forti. 

Salutiamo i nostri amici segnalatori passando nella parte dell’ampliamento allestita grazie al loro prezioso contributo. Li ringraziamo con amicizia. Il primo a cui porgere il ringraziamento è Todd, appunto grazie mille esentasse.

6.Lavaggio divino

v

Zappas trasparente con programma lavaggio pianeti. Solo Zappas vi offre la qualità e la tecnologia per ripulire i pianeti dalle macchie più ostinate, ed in più intrattiene i bambini ed i vostri animali domestici grazie alle pareti trasparenti che permetterano di seguire tutto il processo di lavaggio. Zappas le fa e nessuno le distrugge. Anche perchè chi dovrebbe venire in casa a sfasciarvi la lavatrice?

Passiamo a Giuseppe Moretti, attrezzatissimo ormai nella sua specialità: la chiusura dell’ampliamento. Lo ringraziamo con una nostra specialità, l’inchino ossequioso.

7.Consegna difficile

hh

La vecchia infermiera che non vuole andare in pensione, sta porgendo il cuore di un donatore al chirurgo, il quale si sta domandando dove sia finita la borsa frigo per mantenere integro l’organo in attesa di essere trapiantato e perchè quel ritardo. “Ma dottò guardi, a’ngerto pundo, me so’ sentita shtrana, me gireva la teshta. Nzo fatto a tempo a sedemme pe’ ripigliamme un zegondo, che so’cashcata de faccia pe’terra. La borsa frigo m’è rimashta sotto ar petto e l’ho crepata tutta. Il cuore nzè fatto gnende, e manco io, solo shta macchia de sancue sur golfetto. Tembo de riarzamme, passà dalla commare mia pe’famme preshta un barattolo de marmellata vòto ed eccome qua, prondi!”

8.Insegna

vvv

Opera commisionata in partenza come insegna pubblicitaria per una polleria. Poi l’artista Sfreggè, noto per le sue provocazioni, decise di mettere dei visi sofferenti sui corpi astratti del pollame. Al committente non piacque il lavoro che nemmeno pagò, ripiegando su una scritta più tradizionale con vernice rossa. L’autore dell’opera però non se ne liberò, la tenne a monito per il futuro.

9.Messaggi incisivi

fff

“Una birra così buona che la bevono anche nello spazio!”  recita il famoso slogan di questa pubblicità, dove per far capire ancora meglio l’universalità del gusto della bevanda, viene accompagnata da stazioni spaziali improbabili e monumenti dalla fama occultista, per quel tocco di complottismo che fa tanto discutere e aiuta a ricordare il prodotto. I fiorellini sull’etichetta si riferiscono alla nuova variante “birra al luppolo e margherite” dal chiaro effetto rilassante.

10.Immune alle critiche

fff

Un collage dalla fattura eccezionale, dove un volto celebra l’assoluto menefreghismo dell’autore verso il rispetto di qualsiasi gusto estetico, urlando il proprio pensiero a chi critica questo vuoto astrattismo con le scritte “mastica” e “masticattack”, chiara abbreviazione del popolarissimo “ma sti cazzi”.

Vi salutiamo ricordandovi di segnalare le opere che ritenete degne del nostro spazio museale, oltre al favore di far conoscere questa preziosa opera di divulgazione anche ad altri.

Per visitare i precedenti ampliamenti della Gallery, cliccate sull’immagine in testa al post oppure su quella identica a lato.

 

Arriveduàr…

*Attenzione:vi è rilevata anche una piccola percentuale di casi in cui i sintomi sono peggiorati, tanto da divenire cronici. La Gallery non è un presidio medico chirurgico,  ma un Museo. Aut.min. conc.at. mal.mast.caz. come da articolo "il".

 

Annunci

3 commenti su “The Gallery CLXII

  1. Pingback: Helevorn- Compassion Forlorn | Rude Awake Metal

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...