In Flames- Siren Charms


siren-charmsIl compendio dell’inutile, la raccolta del superfluo, il manuale del “la butto là…”, il sistema migliore per non concludere un cazzo in undici canzoni. Questo è il nuovo terrificante parto dei sempre più confusi In Flames, un disco che pesca dalle svariate influenze tamarre e rimorchione, le spruzza con modernismi rubati qua e là e le frulla ottenendo una roba indigeribile. E’ inutile stare ancora a pensare al passato, al Death melodico e all’importante contributo che la band diede nel creare un sound unico ed imitatissimo. Oggi quella stessa band, in palese assenza di idee si mette ad imitare, e male, chi è venuto dopo.
Ve lo ricordate il precedente “Sounds of Playground fading”? Questo riesce ad essere ancora più scialbo e privo di qualsiasi spunto interessante. Elettronica e “kornate” si mescolano a timidi riffetti che oggi saprebbe scrivere pure Giorgio Albertazzi(???), Anders Friden ormai si crede il cugino furbo di Jonathan Davis e gorgheggia lamentandosi per tutto il tempo, sgraziato ed inadeguato. Il problema principale non sarebbe manco il furioso copia/incolla, quanto l’assoluta incapacità di scrivere pezzi decenti.

Vi starete chiedendo il perchè abbia scelto di ascoltare e recensire ‘sta sbobba con tanta roba buona che aspetta? Perchè fino all’ultimo ci ho sperato che dietro i completini “ultra-trendhipster” da pirla, ci potesse ancora essere speranza per un gruppo che fino a “Come Clarity” era riuscito a cambiare identità senza perdere di vista la direzione, prima di cominciare a credersi il gruppo più alla moda e imprescindibile del mondo.

Non prendete manco in considerazione l’idea di scaricarlo, statene alla larga come se fosse un disco di Scialpi.

In Somma, In Ascoltabili, In Completi, In Affidabili, In Capaci, di sicuro non più “In Flames”.

Tracklist:

01. In Plain View
02. Everything’s Gone
03. Paralyzed
04. Through Oblivion
05. With Eyes Wide Open
06. Siren Charms
07. When The World Explodes
08. Rusted Nail
09. Dead Eyes
10. Monsters In The Ballroom
11. Filtered Truth

Voto:

1stella

L’assaggio del disco:”Rusted Nail”, ma pensateci bene prima di ascoltarlo.

ddd

Il titolo dell’album si ispira alle mitiche caramelle, per esplicare il concetto di influenze miste contenute nel loro sound attuale. Ma le caramelle sono meglio, manco a dirlo

Annunci

11 commenti su “In Flames- Siren Charms

  1. Io l’ho ascoltato aggratisse grazie ai potenti mezzi di Spotify e ho pensato: “Boh.”
    No, seriamente, non m’ha detto una beneamata fava a parte un vago senso di già sentito, già fatto. Magari a riascoltarlo cambierò idea, ma per ora… boh.
    (e sì che sono una delle 4 persone a cui Sounds of a Playground Fading piace, pur nel suo essere un casotto)

      • Come dicevo con Aislinn settimana scorsa, volevo andare di nuovo a vederli (sarebbe il terzo tour di fila, e per il gruppo del cuore…) ma se non cambio idea su ‘sto album fuffosetto, nope, mi tengo i soldi 😦
        E piango.

  2. Ho ascoltato i due singoli che han messo in rete: tristezza… meglio rimanere a Come Clarity, gli album dopo mi hanno fatto rivalutare (e di molto) Reroute… e Soundtrack…
    E non mi si venga a dire: “i tempi di Jester sono passati, gli In Flames si sono evoluti ormai” perché qui non è evoluzione, ma musica scialba e messa in pezzi raffazzonati: non è death, non è metal, è forse qualcosa di simile all’alternative/nu-qualcosa della peggior specie.

  3. A me il disco suona come la scelta di un gruppo che vuole aprirsi ulteriormente verso il mercato musicale americano. Non amando particolarmente quei tipo di suoni e atmosfere, salvo rare eccezioni, non mi è piaciuto neanche questo lavoro. In più c’è l’aggravante che in passato erano una delle punte di diamante della Svezia metal.

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...