Quel Rude Venerdì Metallico /143:Do ut Des


Il vecchio adagio latino che dà il titolo al post di oggi si riferisce al classico scambio di favori tra siti e blogger. Io ti metto il link sul mio blog e tu fai lo stesso così da trainare i lettori dei due siti a leggere ciò che riteniamo valido e ad aiutare a vicenda i due siti ad aumentare il proprio pubblico. Una pratica che per te è sempre mossa innanzi tutto dalla stima e dal rispetto per il lavoro che hai deciso di pubblicizzare. Nel blogroll (raccolta di link) che c’è nella colonna a destra di R.A.M. ci sono siti che leggi di frequente, ne rispetti i proprietari e loro rispettano te ed è un piacere sapere che qualcuno di voi scopra spazi meritevoli di attenzione.

Ma non sempre è così, a volte per qualche oscuro motivo, qualcuno ritrae il suo appoggio ed il suo supporto eliminando il tuo link dal proprio sito, senza nemmeno avvisare. Proprio ad inizio settimana hai dato una rinfrescata al blogroll eliminando parecchi di questi siti che avevano rimosso il link di R.A.M. dai propri e in alcuni casi ci sei rimasto pure male di aver scoperto la loro mossa. Insomma ci può stare che all’improvviso tu possa aver deluso qualcuno e che questo ti abbia rimosso dai suoi link, ma perchè farlo in maniera silenziosa e senza preoccuparsi minimamente di avvisare?

Se lo avessero fatto fornendo un motivo allora avresti considerato pure di lasciare il loro link tra gli altri, ma così no. Non è giusto, se togli senza motivo il tuo supporto a R.A.M. senza dire niente, lo ripaghi allo stesso modo. Non importa se ancora continuerai a leggere le loro cose, non ti senti però di lasciare la visibilità che puoi offrire a persone che hanno rifiutato la loro senza spiegarne le ragioni. Se qualcuno vuole prendersi la briga di controllare, scoprirà che ci sono dei siti linkati che non hanno ricambiato, oppure altri che proprio non presentano alcun blogroll tra le loro pagine, ma li hai lasciati perchè stimi il loro lavoro, quindi non è che cerchi sempre una contropartita da ricevere per il favore.

Non sei mai stato tra quelli che linka o condivide solo se riceve qualcosa in cambio, ma non sopporti quelli che si comportano come degli approfittatori. Il “do ut des” non si fonda solo sullo scambio reciproco, ma soprattutto sulla stima e sulla correttezza. Perchè se rimuovi il link di R.A.M.  dopo aver ottenuto quello che cercavi, uno può pensare che sei un gran paraculo che aveva come obiettivo esclusivamente il proprio interesse.

La stessa cosa vale anche sui social network come Facebook, dove ogni condivisione ed ogni “mi piace” spesso nasconde un intento davvero troppo interessato e allora no ragazzi, meglio ignorarsi piuttosto, e amici come prima.  Quante volte qualcuno ha messo il “mi piace” alla pagina di R.A.M. per poi spammare una o due pagine proprie, pregandoti di fare lo stesso, salvo ritrarre il proprio “like” una volta ottenuto il loro click di merda ? Come si dice, bòni si, fessi no.

Ecco, oggi c’avevi solo questo da dire, nel magico mondo di Internet ci scanna per molto meno ed è sempre meglio mettere in chiaro le cose prima. Se desiderate supporto e condivisioni dovete almeno sforzarvi di dimostrare che lo scambio che proponete è mosso da sincera voglia di condivisione e stima reciproca, insomma prima di tutto vi interessa quello che leggete da ‘ste parti e non puntate solo alla pubblicità sfruttando il lavoro altrui, perchè è meglio avere intorno meno persone corrette che un gruppo nutrito di avvoltoi sopra la testa, di quelli ne incontri già troppi in giro e per dirla alla Tex, non è ora di farli banchettare con la tua carcassa.

tex_peste_pe

 

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

2 commenti su “Quel Rude Venerdì Metallico /143:Do ut Des

  1. Non ho mai gestito un blog, però in passato gestivo dei forum, che spesso erano affiliati ad altri forum o siti. Per lo più le cancellazioni avvenivano (il motivo di solito lo scoprivo dopo, tramite terzi) per motivi politico/religiosi. Qualcuno degli amministratori degli altri forum leggeva qualche mio post in cui dialogavo con varie bestie fanatiche e in uno scatto d’ira toglievano i banner.

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...