Misery Index- The Killing Gods


Misery-Index-The-Killing-Gods-CDSiamo di nuovo in Estate, stagione nella quale subisci un calo di energie e d’ispirazione notevole. Soprattutto nelle prime settimane,  il cervello ti si riduce ad una caramella gommosa incapace di funzionare a dovere e se pensate sia dura convivere con una caramella che dirige le operazioni più semplici come mangiare-bere-dormire, figuratevi quanto sia complicato metterla in moto per scrivere-disegnare o per altre attività creative.

Per fortuna ci sono degli stimolanti naturali che riducono in maniera sensibile questa terribile tendenza, uno di questi è, manco a dirlo, il Metallo. E ci sono un sacco di dischi nuovi pronti ad accorrere in tuo aiuto, oggi ti sei affidato ai Misery Index e al loro nuovo devastante album, uscito appena un mese fa, ma che hai ascoltato con attenzione solo nell’ultima settimana.

“The Killing Gods” afferma la voglia del gruppo di terremotare l’orecchio altrui con una dose maggiore di melodia, incastonandola nelle feroci partiture Death Metal e le reminiscenze Grind dei primi lavori. Il risultato è notevole, le canzoni sono rabbiose, implacabili e parlare di melodia sembra quasi un azzardo, ma anche senza prestare particolare attenzione farete caso alla cura degli assoli e di certi intermezzi che hanno la capacità di smuovere e rendere ancora più intense le parti tirate. La batteria di Adam Jarvis resta una delle tue cose preferite dei Misery Index, non è un batterista che imposta tutta la sua prova nella mitraglia in blast beat, riesce sempre a mostrare una notevole fantasia nelle rullate e negli stacchi, donando ai pezzi un dinamismo che la sola aggiunta di melodia o l’alternanza di parti lente/veloci non riuscirebbero a portare.

Un degno successore del disco precedente, l’impietoso  “Heirs to Thievery”, “The Killing…” è un disco prodotto in maniera cristallina (forse anche troppo per alcuni), ma dal valore innegabile, una sincera pedata nel culo che vi scuoterà dal torpore estivo e dall’effetto caramella, caso mai ne soffriste anche voi.

Tracklist:

1. Urfaust 
2. The Calling 
3. The Oath 
4. Conjuring the Cull
5. The Harrowing 
6. The Killing Gods 
7. Cross to Bear 
8. Gallows Humor 
9. The Weakener 
10. Sentinels 
11. Colony Collapse
12. Heretics

Voto:

3stellee mezzo!

L’assaggio del disco:”Conjuring the Cull”

ddd

Questi portano dinamismo ed energia ai giovani, nonostante le fotosesciòn!

 

Annunci

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...