Quel Rude Venerdì Metallico /140:Metal Hammer, il ritorno


Non è una notizia freschissima, ma chi se ne frega dai: Metal Hammer ritornerà in edicola quest’estate. La rivista che ha formato la tua metallitudine nell’adolescenza e negli anni seguenti ritorna un po’ a sorpresa imbarcandosi in un’avventura molto difficile, visti i tempi infami di crisi perenne (crisixn) che viviamo. In un mondo che guarda sempre più spesso nostalgicamente al passato glorioso, alla ricchezza dei boom economici che ormai sanno di leggenda, è un bel segnale di ottimismo che va quanto meno apprezzato per il coraggio. Rivedere quel logo rosso campeggiare di nuovo ti ha acceso di emozione, inutile negarlo, però ripensi agli ultimi desolanti anni in cui lo avevi abbandonato e l’entusiasmo un po’ scema, quindi meglio capire prima cosa aspettarsi.

In prima linea nella redazione c’è il caporedattore Fabio Magliano, uno degli ultimi ad arrendersi nell’abbandonare la barca che affondava negli anni del declino, ma non sei riuscito a capire chi altri andrà a comporre l’ossatura della redazione, si promettono comunque grosse sorprese:

“[…]Ecco perchè il Metal Hammer che sta prendendo forma se da un punto di vista redazionale avrà le radici fortemente ancorate nel passato (con alcuni clamorosi ritorni che potranno riportare la rivista ai fasti degli anni Novanta)”.

Queste parole che scatenano curiosità malsane, sono tratte dall’editoriale che compare su Metal.it, ormai ribattezzato Metalhammer.it e che vede già Gianluca Grazioli dirigere il comparto online della rivista, una componente che i giornali stranieri hanno implementato con efficacia da tempo.

Speriamo bene, l’eredità è bella pesante ma fino ad Agosto non potremo mettere le mani e gli occhi sulle pagine per cominciare a capire se è una scommessa che potranno vincere.

Di Fabio Magliano ricordi oltre alle recensioni e alle interviste sul giornale, un aneddoto  che ti coinvolse nel lontano 1999.

Erano i giorni del tuo primo Gods of Metal e avevi una visione troppo ottimistica dei festival italiani, li immaginavi come delle aree enormi tipo Wacken dove piantare la tenda e poi andare tranquilli a godersi i concerti con pochi agili passettini. La verità che accolse te e i tuoi amici smontò quelle idee e ti trovasti a dover entrare con la borsa della tenda e i pesanti zaini nello spazio dell’ardente Filaforum di Assago per non perderti i primi gruppi che tanto volevi ascoltare. Ma non si poteva stare tutto il giorno con quella roba sulle spalle, anche se da bravi somari lo avremmo meritato, così ad un tuo amico venne la geniale idea di chiedere allo stand di Metal Hammer se potevano tenerci la roba. E fu proprio il buon Magliano a dirci che non si poteva fare, guardandoci con uno sguardo compatente, ma il mio amico per nulla scoraggiato gli chiese se avesse potuto almeno chiudere con un lucchetto le nostre cose dietro i pali dello stand. A quel punto lo sguardo di Magliano, che aveva fino a quel momento compatito tre ingenui regazzini per la loro inesperienza, si tramutò in divertito stupore e disse con una nuance di menefreghismo giustificatissimo:”va bene, ma se ve la rubano son affari vostri”. Dopo essere uscito dalla buca che avevo scavato nell’asfalto che cominciava già a liquefarsi per il caldo, andammo ad assicurare la roba dietro lo stand. Nonostante il lucchetto apribile con uno sguardo, le cose rimasero al loro posto fino alla sera e una volta recuperate ci prodigammo nel raggiungere l’area del campeggio e montare fra mille bestemmie al buio la tenda.

Ecco, non puoi scrivere Metal Hammer che subito ti trasformi in un sentimentale che racconta storie di vita vissuta.  Meglio chiuderla qui prima di annoiare, un sentito “in bocca al lupo” a chi sta lavorando e speriamo di leggere presto il nuovo Metal Hammer.

Questa vale come

Questa vale come un “buona fortuna”

 

 

 

 

Annunci

14 commenti su “Quel Rude Venerdì Metallico /140:Metal Hammer, il ritorno

  1. io compravo qualche rivista una decina di anni fa o poco più, ma non ero un lettore di metal Hammer (averò un paio di numeri al massimo), leggevo a volte il quindicinale Metal Shock, con alcune rubriche molto brillanti ma forse troppo incentrato sul metal estremo che a me piace meno, e soprattutto Flashmagazine, più affine ai miei gusti. poi smise di uscire anche lui, e se è tornato comunque nelle edicole non l’ho più trovato.

  2. Di riviste cartacee ne prendo saltuariamente, per lo più Classix Metal e Metal Maniac o altro quando trovo articoli che mi interessano, preferisco le webzine e i blog su Internet. Però sono sinceramente curioso di questo ritorno, vedrò di procurarmi il primo numero, anche se a dire il vero il sito è purtroppo il peggiore a livello di grafica e comodità nella navigazione (infatti non ci vado praticamente mai… spero la rivista su carta sia diversa)

  3. Non ricordavo l’episodio del Gods Of Metal, grazie a chi me lo ha fatto rivivere e lieto che gli zaini non siano stati saccheggiati! E soprattutto grazie per lo spazio che ci avete dedicato (e per l’augurio particolare…GRADITISSIMO!). Metal Hammer tornerà con una veste nuova soprattutto dal punto di vista dei contenuti, la redazione penso sia formata da persone esperte e competenti che non dovrebbero tradire le aspettative. Sicuramente sarà molto differente dalla vecchia versione della rivista (no, non metteremo i Linkin Park in copertina!). Riguardo al sito, non è cambiato molto perchè i tempi tecnici per andare on line non ce lo hanno permesso, ma nei prossimi mesi subirà anch’esso un restyling grafico radicale. A presto!

    • Grazie a te Fabio, è un onore avere un tuo commento! Ti auguro un grande successo e spero di poter dedicare altro spazio al nuovo Metal Hammer (ps hai dato un’occhiata alla rubrica “Archivi Metallari”? Ci sono vecchi numeri di MH scansionati e commentati da me)

      p.s. dire grazie per gli zaini quindici anni dopo vale lo stesso? 😀

  4. Ho visto e mi sono emozionato pure io, anche se all’epoca non ero ancora della partita! Quando volete, io sono sempre qui. E’ un piacere ENORME quello che ci fate, parlando della rivista. Grazie di cuore!
    P.S Figurati! Anche se è strano che alla prima botta avessi detto di no… forse ero ancora addormentato 😉

    • Arriveranno anche i numeri dove figuri tu, abbi fede 😉

      p.s. puoi rivolgerti al singolare sono solo io a mandare avanti la baracca! 😀

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...