Quel Rude Venerdì Metallico /135:Gayardi e tosti!


E’ di ieri la notizia che Paul Masvidal  e Sean Reinert dei Cynic hanno rivelato di essere gay, una non-notizia secondo molti e anche secondo te, dato che la cosa non ti fa nè caldo nè freddo. Ognuno è libero di fare ciò che vuole e il sesso dovrebbe essere l’aspetto della vita in cui ogni essere umano dovrebbe poter esprimere se stesso come meglio crede,escluse pratiche perseguibili penalmente, scontato anche specificarlo. Dovrebbe ma non è così.

Oggi nel Metallo un’enorme fetta di persone a sentire queste cose corre ad indossare le “mutande di bandone” e si lancia in commenti idioti e denigratori, pronti a difendere la purezza e una apparente normalità “machista”  consona del Metallaro perfetto. Ma dateci un taglio per la miseria, possibile che un musicista sia giudicabile in base ai propri orientamenti sessuali? I Cynic attuali ti annoiano a morte, ma a prescindere da quello che attizza Reinert.  Ed è la stessa con molti altri musicisti omosessuali, ma davvero è stupido anche parlarne. Ti scandalizzano molto di più le sciocchezze neo-nazi, quelle si che dimostrano stupidità e suscitano vero ribrezzo, ma a quanto pare fa più paura il gay. Se pensate che i gay siano persone anormali, affette da problemi e inferiori ad un qualsiasi essere umano etero, allora per voi non ci sono speranze. A ‘sto punto si spera che almeno vi sia piaciuta qualche droga in vita vostra, altrimenti sareste dei perfetti  Jo Vanardi, un noto conservatore omofobo dal cervello composto prevalentemente da argilla espansa. Ma se invece siete solo dubbiosi se schifare o meno l’homosex, o volete passare inosservati durante una conversazione,  eccovi alcuni semplici accorgimenti per capire meglio quanto è forte la vostra repulsione e allo stesso tempo non fare figure di merda.

1-se pensate che un musicista gay sia meno metallaro e valido di uno etero, provate ad ascoltare una qualsiasi band power Metal dichiaratamente etero e poi Rob Halford. Sarete tormentati da mille dubbi, ma qualche certezza comincerà a spuntare.

2-non dovete più guardare porno con atti omosessuali che abbiano per protagoniste le donne. Se vi fanno schifo gli omosessuali dovete essere coerenti  fino in fondo con le vostre convinzioni.

3-pensate a quanto rimorchiavano dei tizi che si vestivano e truccavano da mignotte negli anni 80. E non paragonatele alle vostre di conquiste, ci rimarreste malissimo.

4-Non sghignazzate ogni volta che sentite la parola “finocchio” in frutteria, metti che l’ortolano sia gay avrete dei guai a fare la spesa. Nel caso non lo sia fate comunque la figura dei bambini dell’asilo, ce li avete presenti? “Culo!” “Ahahahahaha”

5-se ascoltando Metallo suonato da un musicista che sapete gay, pensate solo a dei piselli e a pratiche connesse, il problema non sta in ciò che ascoltate, ma dentro la vostra testa piena di dubbi.

6-non dite mai la litania:”io non ho nulla contro i gay, purchè stiano lontano quattro palmi dal mio culo”. Non fa ridere dal 58. E potreste sopravvalutare il vostro sex appeal.

7-non ricorrete MAI alla tremenda frase:”ah ma io rispetto i gay, ho molti amici gay e sono persone normalissime”.  E’ il modo migliore per dichiarare che li considerate inferiori. E’ come dire: “ah ma io non ho nulla contro i Rottweiler, molti miei amici ce l’hanno e nessuno mi ha mai morso lo scroto. I cani intendo”.

8- non è che non potete più usare parole divertenti come “ricchionata” o simili, censurarvi non vi aiuterà a superare lo schifo che provate e non risolverà i vostri dubbi. Si può scherzare con tutto, figuratevi.

9- se però usate la parola “gay” e i suoi sinonimi  come insulto, di nuovo, non limitatevi, anzi fatene un uso smodato, qualcuno che vi chiarirà le idee prima o poi lo troverete.

10-non cantate più a squarciagola canzoni che inneggiano alla libertà dell’individuo. Il sesso fa parte di quelle libertà, non è che vale solo per le stronzate. Quindi o pensate che davvero siano tutti liberi di essere ciò che vogliono, oppure da subito cominciate a scremare le canzoni che ascoltate.

Seguendo questi accorgimenti potreste conoscervi meglio e sapere perchè ce l’avete tanto con Masvidal e Reinert. Tranquilli, non pensate di essere dei poveri gay repressi, spesso siete solo degli idioti.

y6yy

E comunque scene così solo nei film

 

 

 

 

 

 

 

Annunci

19 commenti su “Quel Rude Venerdì Metallico /135:Gayardi e tosti!

  1. Tutto il discorso è sacrosanto: ogni persona è libera di fare quello che vuole e i musicisti devono essere giudicati per quello che suonano e non per le proprie scelte sessuali. Giustissimo.
    È estremamente ipocrita, a mio avviso, tutta la pletora di commenti a questa “notizia” (virgolette d’obbligo perchè sinceramente a me, come a te, e come a milioni di altre persone, della sessualità di Masvidal ce ne frega molto poco) in cui dietro a commenti pseudo liberali si delineava una comunità metal totalmente a favore della sessualità libera e contro qualsiasi pregiudizio.
    Ora, dopo parecchi anni di immersione totale in tale comunità, devo ammettere di aver incontrato veramente poche persone che la pensano sul serio in questo modo.
    Quella dei metallari è sempre stata una tra le comunità più becere e conservatrici. Penso all’assassinio della ragazza massacrata di botte perchè gothic, agli scontri tra thrasher e glamster e a tanti altri episodi più o meno simili.
    Seriamente, da quando Rob Halford ha fatto dichiarato apertamente la propria omosessualità, c’è veramente qualcuno che non ha fatto battute? Nel momento in cui ha fatto una dichiarazione del genere è stato bollato per sempre, e tutto il rispetto che si è guadagnato in 40 anni e che continua a guadagnarsi non gli è purtroppo servito a scrollarsi di dosso questa etichetta.
    Quando una band pubbilca un album più leggero e melodico rispetto alla propria proposta solita, quante volte si è sentito dire “si sono infrociti”?
    Quando è stata resa pubblica l’omosessualità di Ghaal, con servizi in cui compravi anche il suo presunto fidanzato modello diciottenne svedese, ti ricordi quanti si sono sentiti delusi? quanti si sono sentiti traditi? ti ricordi le minacce di morte che gli sono arrivate? Come se frequentare un pischelletto sbarbato lo rendesse meno carismatico ed apocalittico sul palco: il live a Krakow l’ha fatto un gay che sta con un modello appena maggiorenne, con buona pace di tutti i true blacksters incazzati.

    Insomma tutto questo pippone per dire solamente una cosa. Bella l’apertura mentale dimostrata da tantissime persone. Ma sarebbe ancora più bella se non si limitasse al post di circostanza in calce ad una news su internet.

    Ciao, a presto

    Fomentor

    • “Quando è stata resa pubblica l’omosessualità di Ghaal… ti ricordi le minacce di morte che gli sono arrivate?”

      Ho letto un’intervista al chitarrista King ov Hell in cui diceva, ridacchiando, che tutto sommato pensava sarebbe andata peggio. Del resto Gaahl non è uno con cui si scherza, basta ricordare come ha trattato un criminale che si era infiltrato a casa sua.

    • Intanto grazie per aver commentato ed argomentato in maniera così esaustiva il mio post. Mi viene spontaneo precisare che credo fermamente in quello che ho scritto, sono convinto anche che il mondo sia pieno di persone che la pensano come me, ma non mancano gli esempi negativi e le persone intolleranti, nel Metallo poi c’è di che scegliere. Ma non me la sento di fare i processi alle intenzioni, in fondo come si può capire se una persona sta scrivendo in maniera sincera quello che pensa o esprime solo un giudizio di comodo? Vai a sapere, io mi accontento di sapere che qualcosa comunque è cambiato dai tempi della dichiarazione di Halford. Qualcosina.
      E’ anche vero che certe espressioni come “ricchionata” o quella che usi “si sono infrociti”, non è sono per forza un segnale di omofobia o odio per i gay,insomma dipende da come vengono usate, si può anche scherzare sull’omosessualità come su tutto, insomma non vedo in questo un problema.

      • sì sì hai ragione quelli sono più modi di dire che altro e vengono solitamente usati in tutta innocenza.
        e voglio precisare che la mia non era un’accusa di ipocrisia al tuo post, in cui esprimi un’idea pienamente condivisibile e la argomenti, ma solo a tanti commenti che sono spuntati come funghi su altri siti (dove non ho preferito commentare perchè da quello che ho visto hanno tutti la miccia corta e ci mettono un attimo ad esplodere) dove pare uscire un ritratto dei metallari paragonabile alla famiglia del mulino bianco. sarebbe bello se fosse così ma, se già si pongono paletti tra persone che ascoltano generi diversi, figurati in campo sessuale 🙂
        alla prossima

        • e tanto per dire, quando nel 2008 (mi sembra) organizzarono il gay pride a Bologna nello stesso giorno e nello stesso posto del Gods Of Metal, si è notato quanta poca tolleranza c’è stata, con le ronde che facevano i cori da stadio dicendo “A NOI CI PIACE LA FIGAH”. anche a me piace ma invece di andare a farlo sapere a tutti i gay presenti ho preferito averne una in tenda 😀

  2. Uno dei problemi della società è che molta gente è incapace di regolarsi la vita da sola. Alle persone viene insegnato fin dalla più tenera età che senza un’autorità esterna è impossibile vivere. Che l’amore è di dio, l’istinto del diavolo e il corpo della famiglia e dello stato. La conseguenza di questa educazione è che le persone non si fidano delle proprie sensazioni, ma agiscono seguendo gli ordini/interessi di un partito/setta. E se nella vita incontrano qualcosa o qualcuno che minaccia questo ordine esterno, vengono presi dal panico e cercano di distruggerlo.

    Neanche immaginare i cazzi che ci aspettano ora che stanno crollando le ideologie e le religioni.

    • Questa è un’opinione interessante, ed è vero che l’educazione di stampo cattolico che vede il sesso come una macchia orrenda da nascondere, un impulso bestiale da reprimere, sia responsabile di molte delle aberrazioni ideologiche che purtroppo si vedono. Ma ogni individuo è dotato di cervello, se non lo usa vuol dire che non ha capito come funziona o ne ha poco. Nessun essere umano pensante può rimanere indottrinato troppo a lungo se non vuole.

      • “Nessun essere umano pensante può rimanere indottrinato troppo a lungo se non vuole.”

        In una società/comunità, il prezzo da pagare per chi la pensa diversamente è, per citare La Bibbia, l’espulsione nelle “tenebre esteriori”. Molte persone non sono in grado di reggere lo stress che comporta il perdere tutto. In molti preferiscono vivere nella menzogna piuttosto che uscire allo scoperto e rischiare di perdere gli amici, il lavoro, spesso la propria famiglia. Ma del resto, ad esempio in un contesto di una società/comunità religiosa, aderendo pubblicamente all’ideologia dominante e facendo nel privato i propri porci comodi, si può passare al massimo per dei pessimi credenti e così rimanere nella “grazia di dio” , mentre per quanto riguarda la sessualità l’opzione “pessimi eterosessuali” pare non esista. Dico pare, perche ho scoperto, riparando i computer di alcuni conoscenti, pubblicamente dei fanatici omofobi, che i peni dei transessuali non sembrano turbarli più di tanto.

  3. Già il fatto che l’orientamento sessuale di qualcuno sia una notizia dovrebbe far riflettere. Io ammiro però il coraggio dei musicisti metal che si dichiarano, perché lo fanno in un ambiente, come dici anche tu, ancora permeato di machismo conservatore.
    Questi rischiano di perdere dei fan uscendo allo scoperto. Ed è grave, è triste, è desolante.
    Ma non riguarda solo il mondo del metal. È così anche a Hollywood e nel mondo dello spettacolo in generale.
    Per non parlare dello sport dove vabbè, neanche a parlarne. Una minaccia alla mascolinità, proprio.
    E io continuo a non capire per quale motivo al prossimo dovrebbe interessare con chi vado a letto 😀

    • Ma infatti, perchè dovrebbe fare la differenza nello stimare una persona? A meno che non stupri degli animali o persone protette dalla legge, perchè dovrei cambiare opinione su una persona, un musicista o uno sportivo in base al suo modo di vivere il sesso e l’amore?

  4. tendo sempre a separare la vita privata del musicista dalla sua musica: è quest’ultima che mi interessa, che mi deve trasmettere qualcosa oppure no. quindi ben vengano i vari Halford, freddy Mercury o brian molko dei placebo, rispetto ai “sex symbol” Ligabue, o magari eros ramazzotti o gigi d’alessio!!!!

    il metal si sa che è un ambiente più conservatore di altri, si vuole sempre la solita immagine donne-birra-borchie, che a me piace anche, purchè non diventi un obbligo e un esagerazione. comunque non so, ma non credo che i Priest abbiano perso consensi dal coming out di halford (ma potrei sbagliarmi).

    comunque in assoluto è meno peggio un omofobo dichiarato di quelli che ostentano l’amico gay per far vedere quanto sono “avanti”, progressisti e moderni.

  5. Premetto che sono il primo a dire ricchionate tra amici, e giù di battutacce da caserma,
    ma in effetti sì hai ragione, pensa a Rob Halford e tutti i discorsi omofobici del cazzo se ne vanno in malora.
    Qua si tratta di giudicare la musica, e poco importa se è stata scritta da un alieno multisessuale verde dal pianeta Mongo
    Dopo tutto a questo mondo tutti sono e dovrebbero essere liberi di fare quello che li aggrada. Rispettando la libertà altrui.

    Peace & Love & Metal \m/

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...