Quel Rude Venerdì Metallico /134: Slayer, avanti tutta


Ieri chi segue la pagina Facebook di R.A.M. ha avuto modo di ascoltare il nuovo pezzo che gli Slayer hanno pubblicato quasi a sorpresa, ma per i sfortunatissimi che non l’hanno ascoltato l’agevoli di nuovo (dopo averli invitati a mettere ‘sto “mi piace” alla pagina):

Il pezzo è buono, tradizionale e cattivo, si potrebbe dire rassicurante. Il vocione di Araya ricorda gli urli disumani dei bei tempi, soprattutto quelli di “God Hates Us All”, disco che sembra calzare moltissimo con il tono di questa nuova canzone. Sarà un caso che GHUA è un disco scritto per larga parte da King? Certo che no. Invece il contributo di Bostaph non sembra eccessivamente brillante e ricco di tecnica, conoscendo le doti del batterista ci si aspetta molto di più. Comunque un buonissimo pezzo che dimostra la ferrea volontà di non mollare, nonostante tutto.

Il dubbio che potessero fermarsi dopo la morte di Hanneman e l’abbandono di Lombardo non aveva sfiorato nessuno, dato che gli Slayer avevano continuato il tour dopo la scomparsa di Jeff senza grossi patemi d’animo, ed evitato accuratamente di rispondere alle rivelazioni di Lombardo circa i guadagni divisi in modo ingiusto. Rivelazioni comunicate senza eccessiva mole di particolari, con grande umiltà e con un po’ di ritrosia,  spiegando a chi chiedeva quali fossero le magagne interne alla gestione della band e al motivo per cui non poteva più dividere il palco con i suoi compagni storici. Ma oltre ad uno scarno comunicato in avvocatese, nè King nè Araya hanno pensato bene di rispondere sui punti specifici sollevati da Lombardo.

Non hanno collezionato molte figure onorevoli di questi tempi, ma la cosa non sembra intaccare affatto lo status di una band che continua il suo girovagare sui palchi di tutto il mondo, con l’ormai rodata formazione che vede Gary Holt ben piantato alla destra di King.

dd

Pure nelle foto promozionali!

Per te l’avventura degli Slayer sarebbe potuta finire tranquillamente con la morte di Hanneman e il definitivo abbandono di Lombardo, ma forse è solo il cuore a parlare. I cervelli di King e Araya la pensano in modo diverso e a noi tutti non resta che farcene una ragione.

Tanto quando uscirà l’album nessuno potrà fare a meno di ascoltarlo. Nonostante tutto.

 

 

 

 

Annunci

10 commenti su “Quel Rude Venerdì Metallico /134: Slayer, avanti tutta

  1. Non ho mai capito questi patemi d’animo(non tuoi)sulla vicenda Lombardo,era gia uscito dal gruppo per un bel pezzo(dal ’91 al 2002 se non sbaglio) eppure gli Slayer hanno continuato dritti per la loro strada.Chiaramente lui è il batterista storico e i lavori con Paul Bostaph non sono paragonabili a quelli della band negli anni ’80 ma questo secondo me non giustifica gli insulti stupidi rivolti alla band da tanti pseudofan.Per me Lombardo è un mito e ha suonato in alcuni dei miei dischi preferiti di sempre ,ma la band poteva farcela anche senza di lui cosa che invece non possiamo dire con la scomparsa di Hanneman.Scusa se l’ho fatta lunga ma spero di essere stato chiaro.

    • Chiarissimo, e per certi versi sono d’accordo con te. Senza Lombardo se la sono cavata, nonostante io lo ritenga un pilastro del loro sound e un batterista insostituibile, l’assenza di Hanneman pesa anche per come è stata gestita. Non sono sembrati troppo scossi e hanno continuato senza grosse preoccupazioni il loro tour. Ma così va il mondo e arrabbiarsi è inutile, in fondo ognuno è libero di fare ciò che ritiene giusto e gli Slayer hanno ritenuto giusto andare avanti semplicemente sostituendo i membri mancanti. Noi possiamo solo scegliere se continuare a seguirli o meno.

      • Sul fatto di proseguire il tour sono in parte daccordo con te,ma forse la loro è stata solo la loro particolare reazione ad un evento tragico come successo nel 2001 quando rimandarono di un solo mese il tour europeo dopo le twin towers…

        P.S Grazie per la risposta.

  2. Confermo, il cuore direbbe di alzare il dito medio, però sarà impossibile non dargli una possibilità, visto che poi questa anteprima sembra buona.
    Parlando di altro, nuovo soreption ordinato… poi ti dirò 😉

  3. Meh. Francamente non mi dice un gran che, al di là delle varie cattiverie sulla formazione etc etc, conta solo la musica.
    E, purtroppo, qua stiracchiamo un 6 politico giusto perchè sono gli Slayer.
    Benvenga un nuovo lavoro, se veramente si dovesse ritornare ai tempi di God Hates Us All sarebbe fantastico, è il disco con cui li ho conosciuti (in ritardo, faccio ammenda in ginocchio sui ceci) \m/

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...