Quel Rude Venerdì Metallico /115: I Queen? No grazie…abbiamo già dato


I Queen li conoscono proprio tutti, ma tutti tutti. La prematura scomparsa di Freddie Mercury poi ha dato una spinta ulteriore alla fama del gruppo  e donato quell’alone di mitica sacralità intoccabile che pochi gruppi hanno. Guai a dire che la fase pop del gruppo sia tremenda o che canzoni come “Radio Ga-Ga” o “I want to break free” siano quasi inascoltabili.

Guai!

Da parte tua, hai passato gli anni Avanti-Metallo* ad ascoltare in continuazione la band inglese, coinvolto dai tuoi amici che ne avevano assaggiato da qualche parte i singoli del celebre “Greatest Hits II”, ma anni ed anni, mica per dire. Rapito dalla figura carismatica di Freddie, dai baffoni che celavano una dentatura importante, da quelle movenze gayarde e la voce potente,  li ascoltavi sempre ed era l’unica musica che ti interessava.  Anzi l’unico gruppo, gli unici esseri degni di imbracciare degli strumenti.

fff

Deeeedoooo! Didodido deeeeee do!!!

Era meraviglioso scavare per scoprire quanti più aneddotti possibile sui Queen, tipo la chitarra fai da te di May, che faceva venire sempre in mente la stessa considerazione: è per quello che fa così cagare a vederla?

Indelebili le prime volte che si parlava di musica dura, veniva fuori l’idea che “Headlong” fosse il pezzo definitivo del Rock, il più duro mai concepito da mente umana, punto e stop. Non esisteva altro. Al massimo “I want it All” e “Prince of The Universe” se la giocavano.

Poi il Metallo è arrivato a spazzare via tutte quelle certezze granitiche, a trasportare le tue orecchie in un mondo che non aveva eguali e che ancora oggi esplori con gioiosa passione ed amore.

I Queen sono rimasti un ricordo, una fase che non ti interessa più, nonostante la stima e qualche sparuto  brivido nostalgico che ti prende quando capita di ascoltare una canzone del gruppo. Non ascolteresti mai più però di tua volontà un loro disco, forse a causa della pesantissima devozione degli anni pre-adolescenza, chissà. Sono stati un mattone importante, una base da cui partire per raggiungere mete diverse, un primo approccio consapevole ed importante alla musica, ma oggi per loro non c’è spazio.

Non più, hai già dato.

fff

Non fate così su, mica ho scritto che vi odio. E’ finita, ma rimaniamo amici, ok?

*La tua vita si divide in due fasi: Avanti Metallo/Dopo Metallo.

Annunci

25 commenti su “Quel Rude Venerdì Metallico /115: I Queen? No grazie…abbiamo già dato

  1. io vado controcorrente, a me piacciono, almeno i pezzi storici (album interi non ne ho mai preso uno), e non mi stanco di risentirli, invece da ragazzino non ne ero un fan accanito, tutt’altro.

    anche io prima del metal arrivavo da musica più leggera, come il pop anni 80, ma non ho mai rinnegato niente di ciò che prima mi piaceva (o quasi, la rilevante eccezione è Sting e i Police, 15 anni fa li sentivo a rotazione e ora mi da sui nervi), tutt’ora ascolto con piacere duran duran o tears for fears, e la fissa per i depeche mode non mi è mai passata.

  2. Ecco, ho avuto la tua stessa, identica fase. Non riesco più ad ascoltarli, li trovo datati, ovvero legati indissolubilmente alla loro epoca. Un po’ come le Chordettes, agli anni ’50. Stanno bene in quel contesto e basta.

    Poi, vabbé, non sono sfociato nel metallo. Ora ascolto tutto. E basta.

    E saluta Sarah Jean. u.u

  3. Forse hai sviluppato queste sensazioni perche hai avuto una fase musicale pre e post metal, io invece non ho amato nulla alla follia prima dei queen…quell’ amore è nato già in ambito metal con i metallica… quindi non ho avuto una fase pre metal vera e propria, sono i primi approcci con la musica… sono metallaro da tanto ma posso dire senza problemi che ascolto quasi di tutto… 😉

  4. anch’io negli anni pre-metallo ero bulimico di Queen.. negli anni la cosa si è attenuata, ciò non toglie che quando mi ricapita di imbattermi nel live at wembley mi bagno come una collegiale…

  5. Boh…io a parte riconoscere le doti vocali di Mercury e canticchiare allegramente qualche loro canzoncina sotto la doccia non è che li abbia mai idolatrati. E una cosa che mi faceva girare abbastanza da ragazzo era quando qualcuno accostava ai Led Zeppelin i Queen, perchè ” Cuin I e Cuin II so “pesanti…”. Pesanti???? Maddai… Insomma io l’ho sempre considerati pop-rock…..

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...