Quel Rude Venerdì Metallico /114: La prima volta anzi, le prime volte


Qualche venerdì fa, avevi raccontato della tua prima delusione dopo l’ascolto di un disco particolarmente atteso, di quanto sia forte e sgradevole quella sensazione tanto forte da rimanere sedimentata per sempre dentro di te. Però non rimangono impresse solo le sensazioni brutte e sgradevoli, anzi. Ricordi benissimo alcune prime volte che a ripensarci ti scappa un sorriso e una gradevole sensazione di sollievo. E tanto per curiosità ne racconti qualcuna di quelle più care, con lo stile asciutto dell’elenco che tanto piace.

-la prima volta che hai ascoltato un gruppo Metal è stato nei primi mesi del liceo, durante un autogestione. Erano i Maiden e la canzone era “Fear of the Dark”.

-sempre i Maiden detengono due primati: il primo disco acquistato fu la cassetta di “A Real Dead One”, tramite uno di quegli orrendi servizi che vendevano musica per posta. Quelli che all’inizio “tre dischi cinquemila lire, poi so cazzi tua ogni mese a mandare indietro cose che ti mandiamo noi a  prezzo pienissimo”. Si, lo facevano anche con i libri…

-l’altro primato di cui sopra è il primo CD acquistato, “Maiden Enlgand”, cofanettone con VHS allegata. Anche lì era una roba per posta descritta sopra. 

-la prima volta che hai ascoltato i Judas Priest fu durante una trasmissione che davano sul canale tedesco “Viva” che si chiamava “Metalla”. Passarono il video di “Painkiller” e una volta visto, nulla fu più come prima.

-i Black Sabbath ti stregarono con l’album “Paranoid”, comprato troppi anni dopo  rispetto a quanto avresti voluto, ma allora quello che compravi ascoltavi. Soprattutto se eri l’unico metallaro nel giro di cinquanta km.

-il primo gruppo Death mai ascoltato sono stati gli Obituary. Eri ancora senza lettore CD, così andasti a casa di un ex-amico(ex- perchè negli anni ha capito che l’amicizia è nulla di fronte ai soldi), per registrare su cassetta un compact uscito con la rivista “Thunder-Magazine”, precisamente il secondo numero. Ricordi ancora la sensazione di sbigottimento all’attacco di John Tardy su “Lost”, brano presente sull’allora appena uscito “World Demise”. Ma il tuo sbigottimento fu niente al confronto del terrore schifato dell’ex-amico e di un altro amico che era presente. Tra l’altro quella fu la prima volta anche per i Sepultura, presenti nella compilation con “Biotech is Godzilla”.

Magari un giorno ne parliamo meglio di questi dischetti...ce li hai ancora tutti. Le riviste, sono ancora disperse...ma le ritroverai!!

Magari un giorno ne parliamo meglio di questi dischetti…ce li hai ancora tutti. Le riviste purtroppo, sono ancora disperse…

-in ambito Big Four, ricordi benissimo la prima volta con gli Slayer, il disco “Divine Intervention”, i Megadeth con “Symphony of Destruction”, i Metallica con “Enter Sandman” e gli Anthrax arrivarono con la cover “Antisocial”, presente su una compilation dedicata a Dylan Dog rimediata da un compagno di classe.

-il primo contatto con il Black Metal avvenne con il video di “Blashyrkh-Mighty Ravendark” e le faccette di Abbath.  Rimanesti folgorato dalla potenza del brano al contrario della comicità del video che non emerse appieno, se non anni dopo.

-il tuo primissimo concerto di un certo spessore fu il Gods del 1999, abbastanza tardi in effetti. Ma la pigrizia unita alla cronica mancanza di pecunia, non aveva facilitato il battesimo del fuoco prima dei diciannove anni. E quella volta fu grazie ad una certa spinta ottenuta da una doppia combinazione di eventi che magari un giorno, nella rubrica “Archivi Metallari” racconterai meglio.

E voi, avete qualche prima volta che vi farebbe piacere raccontare? Come sempre, i commenti sono a vostra disposizione.

Annunci

20 commenti su “Quel Rude Venerdì Metallico /114: La prima volta anzi, le prime volte

  1. Per citare il buon Wolf “non facciamoci i pompini a vicenda” è oggettivamente merito tuo e di pochi altri il mio approfondimento al metal. Da sempre appassionato di musica rock classic, folk e spruzzi di hard non ho mai visto di buon occhio quello che il panorama metal presentava. Iron Maiden e Manowar mi hanno introdotto nel genere e fatto da apripista a quello che poi è diventata una vera e propria passione mista a curiosità. Come ben sai ti ho seguito fino ad un certo punto perchè dal Death al Black ho iniziato ad accusare problemi di digestione e mi sono fermato anzi, ho approfondito, questa volta singolarmente, il panorama power. Di situazioni vere eproprie non ne ricordo quindi ho preferito argomentare generalizzando.

  2. diverse prime volte: il primo cd metal che ho ascoltato per intero (e messo su cassetta), ovvero Infinite degli Stratovarius, la prima volta che ho sentito i Lacuna Coil, e ho deciso che il gothic (allora lo erano più di oggi) faceva decisamente al caso mio.

    ma forse la cosa che ricordo con maggiore intensità è quando sentii alla radio Silent Lucidity dei Queeensryche, fino ad allora del tutto sconosciuti, e ne volli sapere di più, acquistando poi un greatest hits a scatola chiusa (niente youtube all’epoca): l’amore verso quel gruppo (almeno per i lavori meno recenti) dura anche oggi.

  3. Ho iniziato con robaccia tipo NOFX e Green Day, che alle medie ascoltavano i miei compagni di classe più “fighi”, cioè quelli che si drogavano e ripetevano la classe per la decima volta. Musicalmente quel tipo di punk rock commercialissimo mi piaceva, ma ho sempre odiato quel tipo di attitudine da trasandati con l’ago attaccato al braccio. Di metal conoscevo giusto i Maiden, ma non sapevo ancora che fossero metal perchè nel mio giro ero l’unico che gli ascoltava. Poi un giorno in un negozio di dischi il tipo aveva messo su i Gamma ray di Somewhere out in space e fu amore al primo ascolto. In seguito vidi il faccione di Hansen su una rivista (Metal shock) e da allora ho iniziato ad approfondire il genere.

    • Ecco io quella roba fintopunk non l’ho mai digerita…gran bel disco “Somewhere Out in space”, forse l’ultimo degno di nota dei Gamma Ray. 😀

  4. ricalco pedissequamente lo schema e procedo…

    – primo approccio con il metal: Iron Maiden “Alexander The Great”, vacanze di Natale 1986… mio cugino li aveva visti pochi giorni prima dal vivo e me li portò ad ascoltare per le vacanze…amore a prima vista!

    -anche qui il primo disco acquistato è per i Maiden con “Killers”… intanto però avevo già cominiciato un fitto processo di registrazioni in cassetta e in pochi mesi del 1987 conobbi Scorpions, Dio, Ac/Dc, Deep Purple, Led Zeppelin, Black Sabbath ecc… per quanto riguarda il primo CD si va diversi anni più avanti ed è “Cowboys From Hell” dei Pantera.

    – il primo video metal che ho visto “cosciente ” di quanto stavo vendendo è “Crazy Train” di Ozzy durante lo spazio “heavy” di videomusic, il mitico “Heavy Con Kleever” …da lì capii che anche cose tipo i Saxon a Sanremo o i Kiss e i Vanadium a Discoring che avevo visto durante l’infanzia erano cose collegate a questo genere.

    -la prima volta che sentii i Thin Lizzy capii che avevo trascurato una grande band…

    -il metallo estremo per me era …un errore di registrazione ! Un compagno di liceo mi doppiò su cassetta “Reign In Blood” e il giorno dopo a ricreazione gli chiesi se per caso aveva messo per errore il giradischi a 45 giri… non potevano andare a quella velocità !

    Una sorta di “Big Four” fu il “Clash Of The Titans” con Slayer, Megadeth, Testament e Suicidal Tendencies… avevo 17 anni, da poco avevo visto il mio primo Monsters Of Rock e per una serie di ragioni mia madre non mi voleva mandare nonostante il sunnominato cugino residente a Firenze si fosse offerto di venirmi a recuperare alla fine del concerto. Discussioni infinite ma “no”… dissi, “io vado, chiamo quando arrivo a Firenze” …e così feci…scappai praticamente di casa per gli Slayer!

    -per me fino ai primi anni ’90, “black metal” era il titolo del secondo album dei Venom e un genere a metà fra thrash e death con alfieri i primi Bathory, Hellhammer e alcune bands thrash e death dalle liriche piuttosto oscure e sataniche… i primi gruppi con facepainting mi incuriosirono… gli Immortal del primo disco mi piacevano perchè simili ai Bathory, i primi Emperor non mi impressionarono, mentre invece mi piacque moltissimo l’esordio dei Cradle Of Filth…

    -primo concerto metal i Manowar a Firenze nel 1989 ! Ma l’anno prima avevo visto i Pink Floyd a Torino… non è metal ma fu un’esperienza indimenticabile.

  5. Potrei farti una lista anche io ma preferisco soffermarmi su una prima volta in particolare, il mio primo concerto!
    1994, Milano, machine head freschi di primo album di supporto agli slayer di divine intervention:
    Avevo 17 anni e dovevo andare con un mio compagno di scuola, ci avevo messo due mesi a convincere mia madre, che era terrorizzata dal ricordo dell heysel ( non vedo il nesso.. ma va bhe si sa come possono essere le mamme…;-) ) bhe finalmente mancavano due giorni al concerto e mi era venuta la febbre a 40!!!
    Sembra assurdo… ma il giorno del concerto non avevo più una linea di febbre… potenza del metal 😉 tutto finì bene e andai a gustarmi un concerto devastante 😀

  6. Sarà per via della mia età anagrafica ormai avanzata ma con i ricordi ci vado ormai volentieri a nozze. Il metal è entrato in casa mia quando avevo solo 13 anni, ed era il 1980. Primi dischi acquistati, paticamente al tempo della loro uscita, furono “Back in Black” degli AC/DC e “Ace of Spades” dei Motorhead, credo in quest’ordine ma non sono del tutto sicuro. Primo concerto potrebbe essere stato un Deep Purple a Milano nel 1988 (nella loro formazione originale). Conservo i tagliandi di trent’anni di concerti per cui non dovrei sbagliare a identificare quello come il primo. Ho naturalmente visto un sacco di Gods of Metal, ma ho fatto in tempo a vedere anche i “Monsters of Rock”, rassegna che poi fu ridemoninata “Gods of metal”, appunto. Il primo “Monsters” è del 1990 con Whitesnake, Aerosmith, Poison e altri che non ricordo. L’anno successivo altro “Monsters” con AC/DC e, a supporto, Metallica, Queensryche….. Potrei andare avanti per ore ma mi sa che è meglio che la smetto qua….. Ciao

  7. Prima volta con il metal, praticamente da quando sono nato 😀
    Ok, diciamola meglio: da quando ho ricordi: in casa giravano parecchie MC registrate da mio fratello con Metallica (divoravo quella del Black Album, all’epoca uscito da poco) e Guns n’Roses (I due Use Your Illusion, anche questi usciti da poco ai tempi…) quanti ricordi… 😥 e quelle cassettine in casa ci sono ancora!

    Poi è stata la volta dei classici: Maiden, Priest… ricordo però che ancora prima di quelli (seguendo i gusti di mio fratello, le MC che registrava e i primi CD che acquistava), sono arrivati Europe, Extreme, Mr. Big, Van Halen e compagnia guitar-herosa 😀

    I generi più estremi, come forse ben sai, non sono proprio il mio pane: ricordo che il primo contatto con una band del genere è stato un video dei Dark Tranquillity passato sulla trasmissione che conduceva Elena Di Cioccio su AllMusic; non ricordo il titolo della canzone perché cambiai canale dopo 10 secondi, disgustato 😀 In compenso, mi fulminò il video di No one there dei Sentenced: da lì sono andato a cercarmi tutto di loro (anche lì, ho schifato da subito i primi album del periodo-death). Il primo concerto di questo genere è stato tardi, nel 2006: alcuni amici mi trascinarono a forza al concerto degli In Flames per il tour di Come Clarity (che, dopo averlo sentito ininterrottamente sulle auto di ognuno di loro per mesi, iniziavo ad apprezzare); di supporto c’erano i Sepultura.

    Primo live invece, in vacanza: era un concerto gratis degli Elii in piazza a Rimini 😀
    Primo festival è stata una manifestazione che si è tenuta nella mia piccola ed insignificante città: un festival di due giorni con band locali ed italiane, sia originali che cover-band, non male devo dire (tra l’altro, gli headliner della giornata conclusiva erano…i FINLEY!!! ovviamente evitati come la peste…)

    Scusa, alla fine è venuto fuori un papiro

    • Ma perchè scusarsi, ve l’ho chiesto io di scrivere le vostre prime volte, ci vogliono parole in quantità! 😀

      Sei stato fortunato ad avere un “tutor” che ti ha permesso di conoscere subito roba buona, peccato per il lato estremo non affrontato abbastanza 😉

  8. Dunque, anagraficamente vicino ad The Obsidian Mirror, ne condivido parallelamente piu’ o meno il percorso metallico. Si potrebbe fare una sigla di “Attenti a quei 2” tanto per rimanere in quegli anni…:-). Anyway:

    – Il primo disco metal (?) me lo ricordo perfettamente: 1981, compio 14 anni e mio cugino arriva a casa con un disco senza manco il titolo e una copertina con un vecchio e na cesta di legna. Lo guardo con sospetto, faccio un sorriso malriuscito e dico “figo!” senza chiaramente avere la piu’ pallida idea di quello che sia. Pero’ il cugino Massimo è uno che ha un ascendente pazzesco su me. E allora il giorno seguente metto sul piatto il disco e rimango a bocca aperta colpito da un cazzotto allo stomaco con “Black Dog”. Se consideri che al tempo gli unici LP che figuravano nella mia sparuta raccolta erano quelli di Grease e dello Zcchino d’Oro e la mia collezione di 45 giri comprendeva “Bandido” dei La Bionda e “Spacer” di Sheila B. Devotion….. Poi pero’ vengo rapito da ogni ascolto successivo e…..

    – Il primo vero disco metal, vado a memoria (labile) credo sia stato “Unleashed in the East” dei Judas Priest. Credo, perchè a differenza di coloro che “assaggiavano” con i Greatest Hits, io avevo preferito la strada dei live, che adoravo. Per cui in quel periodo cominciai ad essere un vero collezionista: “Made in Japan” dei Deep Purple, “Live…In the Heart of the City” dei Withesnake, “One Night at Budokan” del Michael Schenker Group e chi piu’ ne ha ne metta…..

    – Il primo disco death che ascoltai fu a casa di una ragazza con la quale ero uscito. Non aveva l’aria da metallara ed infatti mi confesso’ che il disco era del fratello piu’ grande.Pero’ me lo doveva far ascoltare perrchè era “stranissimo”. Era Leprosy. Fra un paio di cannette e un bel po’ di bicchieri mi ricordo che lo ascoltammo tutto, un po’ distaccati, un po’ “fatti”. Morale della favola, Il disco non mi piacque e con lei non combinai una ceppa….per cui chiusi li col death. Ricominciai nei primi 90 con Morbid Angel, Celtic Frost, Master e compagnia bella…

    – Il primo disco black non me lo ricordo. Se vale scelgo “To Mega Therion” dei Celtic Frost che adoravo e ancora idolatro.

    – Il primo concerto rock nel 1984 a Nettuno: AC/DC con gruppo spalla i Motley Crue. Tour di “For Those About To Rock”….Poi a Novembre gli Iron Maiden a Milano. E poi tanti altri…

    • Proprio un peccato ricordare “Leprosy” con “un’imbiancata teribile!”…e facciamo che “To Mega…” vale va… 😉

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...