Stormlord- Hesperia


FrontGli Stormlord sono un gruppo ormai maturo rispetto agli esordi in cui erano pesantemente ispirati ai gruppi Black “tastierosi”, una crescita graduale ma costante suggellata dai due precedenti lavori, soprattutto l’ultimo “Mare Nostrum”.

E tanta maturità dona loro la sicurezza e la sfrontatezza di prendersi davvero sul serio, incentrando il concept di questo album sull’Eneide. La storia la sapete tutti, Enea fugge da Troia e arriva in Italia con il padre e il figlio, attraversando mille disavventure. Fonda Roma e vissero tutti felici e contenti. Certo, l’opera di Virgilio non è così banale ma per sommi capi questo è e gli Stormlord provano a raccontarci la famosa epopippa (neologismo: epopea abbastanza noiosa) usando un Metallo di gran classe.   I testi alternano oltre al solito e irrinunciabile Inglese, parti in Italiano e Latino, un’operazione rischiosa che però paga, a fronte di canzoni così coinvolgenti e riuscite, intrise di epica e melodia. Cristiano Borchi si sgola per raccontare la storia di Enea e le parti in Italiano non penalizzano affatto la resa finale come si potrebbe pensare, provate ascoltare la title track per sincerarvene.

La musica è aggressiva quando serve, i brani assecondano lo svolgimento della storia rinunciando spesso all’impatto diretto. Azzardano gli Stormlord, non hanno paura di inserire parti musicali in odore di tradizione mediterranea, permettendosi anche di spruzzare di elettronica alcuni passaggi, creando un complesso ma riuscito insieme.

Tecnicamente la band è ben corazzata, ma desta particolare attenzione  David Folchitto: è la solita macina, un batterista solidissimo che oltre a sapere andare cinquemila all’ora, sa dare quel tocco in più anche nelle parti lente e ragionate.

A conti fatti “Hesperia” è il miglior disco del gruppo, ascoltatelo senza infognarvi nel pregiudizio.

Tracklist:

01 – Aeneas
02 – Motherland
03 – Bearer Of Fate
04 – Hesperia
05 – Onward To Roma
06 – Sic Volvere Parcas
07 – My Lost Empire
08 – Those Upon The Pyre

Voto:3stellee mezzo!

L’assaggio del disco: “My Lost Empire”

dd

Gli Stormlord dopo aver passato un pomeriggio dal meccanico a dare una mano

Annunci

4 commenti su “Stormlord- Hesperia

  1. Non vedo l’ora di ascoltarlo….!Mare Nostrum” l’ho consumato. E poi solo per il fatto che su di loro ci sono un casino di pregiudizi (“So fasci…”, “Se la Tirano…”,” I soliti romani che si credono…” ) mi stanno simpatici.

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...