Quel Rude Venerdì Metallico /107:La prima volta fa più male?


Il disco orribile che delude e quasi pone fine del tutto alla carriera di una band, prima o poi arriva per tutti. Avete presente quel momento in cui il gruppo che più amate pubblica un album tremendo, inascoltabile?

Ma sì che ce l’avete presente…

Purtroppo sono pochissimi i gruppi che non hanno mai sbagliato un colpo, di solito dopo tanti anni di attività arriva lo scivolone, il disco tremendo, sciapo e privo di idee.

A te è capitato moltissime volte di rimanere scottato, ma la prima volta che capitò fu davvero una mazzata, perchè la band che pubblicò il manifesto della tua prima delusione era quella che ti aveva iniziato al culto del Metallo.

tumblrm78j0lgssj1rb3jhl

 Non importava quanto ne parlassero male in giro e di quanto fosse scema “The Angel and the Gambler”, come poteva essere brutto un  album dei Maiden? Dovevi ascoltarlo per forza…non poteva essere così scarso.

E invece lo era, eccome se lo era.  Purtroppo sappiamo tutti come andò, l’album conteneva alcune canzoni davvero penose cantate male e prodotte peggio, con “The Angel and the Gambler” nella versione “extended annoying version”, il “bellissimo” refrain di “Lightning Strikes twice”, in cui Blaze si mangia ogni parola producendo quei rumori tipici di chi si schiarisce la gola. Ma anche l’inesplicabile e martoriante “Como estais amigos”, autentico mattone inascoltabile. Completava la catastrofe un Eddie andreottiano in copertina  assolutamente inguardabile, bruttissimo.

Fu allucinante convivere con quella sensazione di aver sprecato i tuoi sudati denari, era la prima volta che ti sentivi così cretino ad aver speso soldi per un CD.

Negli anni successivi moltissimi gruppi riuscirono a fare anche peggio dei Maiden, pubblicando mondezza informe che giace inerte nella tua collezione da anni, ma quella prima bruciantissima volta non si dimentica.  “Virtual IX” fu una specie di passaggio dall’età “innocente” in cui le band preferite non sbagliano mai, dove i dischi sono tutti meravigliosi, all’età in cui “prima ascoltare poi giudicare”. Un brusco risveglio che prima o poi tocca a tutti, un momento di lucidità che apre un bivio: o se ne esce più saggi, cominciando a capire come vanno le cose, oppure si comincia a far finta di niente per non guardare in faccia alla realtà, come fanno certi fan di quelle band che inventano anniversari astrusi per ri-registrare o ripubblicare album passati perchè non hanno più un cazzo da dire. E nessuno glielo fa notare…forse perchè fingerebbero di non capire.

E voi, avete il ricordo vivido e doloroso del primissimo disco che vi ha deluso orrendamente?

Annunci

34 commenti su “Quel Rude Venerdì Metallico /107:La prima volta fa più male?

  1. qualche decina!…abadon dei Deep Purple è inascoltabile,Shadowmaker dei Running Wild,St Anger dei Metallica,sono quelli che mi vengono subito in mente…tanti erano talmente brutti che li ho dimenticati….

  2. Senza dubbio i Manowar con “Gods of war”. Tremendo. Insieme ai Maiden è stata la band che mi ha introdotto al genere quindi capisco in pieno le tue sensazioni. Nonostante anche “Warriors of the World” non fosse una chicca memorabile continuavo ad ascoltarli e seguirli, se non fosse per il legame affettivo più che musicale. Dal 2007 ho smesso e senza pentimenti. Una bella botta.

      • Io ho conosciuto i metallica con il black album.. e l’ ho amato alla follia, poi mi sono comprato tutta la discografia, e l’ ho amata tutta, ma quel disco e il successivo non li sopporto, infatti ri carico di merda non l ho neanche comprato, per assurdo ho accettato più st anger.. perché ormai avevo capito che il meglio i metallica lo avevano già dato e ormai erano rock stars di mezza età…

  3. Nonostante sia, a conti fatti, un gran bel disco, mi deluse parecchio ‘Formulas fatal to the flesh’, mi era sembrato che l’incomparabile malvagità dei Morbid Angel se ne fosse andata tutta insieme a David Vincent

  4. Load e Reload dei Metallica..avete presente quando ascolti i primi 5 cd dei Metallica e poi arriva un tuo amico veterano del genere e ti dice “Puoi fermarti qui con i metallica.”? Bhè io ho fatto la cazzata di aquistare Load e Reload originale perchè ovviamente in giro non riuscivo a trovarli all’epoca…40mila lire buttate. Poi vabbè , il primo cd degli Helloween che ho ascoltato è stato Chameleon , un trauma..

  5. io raramente compro le nuove uscite, e prendo cd del passato recente o lontano. le mie delusioni quindi non hanno fatto seguito a un’attesa per l’uscita della band preferita, ma ci sono state di sicuro, volte in cui davvero me la sono presa con me stesso per i soldi spesi:

    -Amorphis. far from the sun. una band di cui avevo sentito solo qualcosa, e il primo cd acquistato fu una delusione totale

    -The Gathering: How to measure a Planet: dopo il meraviglioso Mandylion e il bello Night Time Birds, un album troppo lungo e dispersivo, purtroppo il primo segnale della direzione che avrebbe perso la carriera di questa band (comunque sempre in grado di csrivere bella musica, ma senza la carica e l’energia di metà anni 90).

  6. Io di solito i dischi che compro li ascolto in religiosa solitudine, in perfetto ordine… ricordo però che di St. Anger (di cui conoscevo già l’orrida canzone-primo singolo) ascoltai il primo minuto di ogni canzone: arrivato alla traccia numero, spensi e dissi a mio fratello: “ho buttato via 20€…” (tra l’altro, era pure l’edizione speciale in digipack con dvd…) 😥

  7. Ricordo che Powerplant dei Gamma ray mi deluse moltissimo, anche perchè uscì dopo quel capolavoro di Somewhere out in space. Poi vediamo… A grand declaration of war, anche esso uscito dopo un EP, Wolf’s liar abyss, che lasciava ben sperare per il futuro del gruppo (ormai andato a puttane, tanto che tra le proprie fila figura il chitarrista dei Limbonic art, che ascoltando certi vecchi lavori del gruppo neanche sapevo sapesse suonare la chitarra). In seguito ci si misero anche i Blind Guardian con A night at the opera, i Death ss con Humanomalies, i Behemoth con Thelema.6 e Zos Kia Cultos, i Moonspell post Sin/Pecado e anche il ritorno di Burzum lo trovo abbastanza deludente.

  8. Blind Guardian – “Imaginations From The Other Side”. Troppo barocco, prolisso e scassacazzo per me che li avevo scoperti e amati con “Somewhere Far Beyond”. Da allora, nota, non ho mai cambiato idea.

  9. ma di virtual XI, vogliamo parlare della secondo me peggiore canzone dei maiden in assoluto? when two worlds collide. un ritornello abominevole, linee vocali scritte da un sordo deficiente…

    il mio album delusione è load, che però per almeno metà mi piacque e mi piace tuttora, al netto del cambio di stile. cioè, reload fa schifo intero e st anger è indifendibile aldilà del genere, ma ormai i metallica non erano più i miei idoli assoluti quindi ho mandato giù più facilmente il rospo

  10. Nessuno che ha avuto delusioni da Judas Priest e Megadeth? Io, per questioni anche anagrafiche, moltissimi album non li ho comprati al momento dell’uscita, però ricordo che son Demolition e Risk mi sono fermato a pensare “Ma che cacchio sto ascoltando?” 😀 (ma qui è un po’ come sparare sulla croce rossa)

    Ah, ora ricordo che anche quando ascoltai The X Factor dei Maiden ci rimasi di sasso, salvo poi apprezzarlo molto qualche tempo dopo, anche alla luce del “coso” che han pubblicato subito dopo…

    • In effetti conta solo la primissima in questo post, e i MAiden di Virtual IX per me furono la primissima botta. Poi ne arrivarono a palate negli anni… 🙂

  11. Non c’entra una cippa col Metal, ma io ricordo la delusione quando comprai “Nebraska” di Springsteen, acclamato da tutti e io come un fesso a raccattarlo. Una rottura ce palle che un decimo basta ed avanza. Da allora non l’ho piu’ ascoltato, o meglio per me è annegato in The River…:-)

  12. Che bella idea questo post.
    E’ proprio vero, prima o poi i tuoi idoli ti “tradiscono”.

    Per motivi anagrafici, seppur da molto giovane, sono stato iniziato alla sacra musica nella seconda metà degli anni ’80 (classe ’76, per capirci).
    Il mio primo 33, lo ammetto, fu “The Final Countdown”, ma subito subito dopo arrivò “Powerslave” e da li a salire (anche perché, prima dei cotonatissimi nordici, mi arrivò tra le mani una cassettina con la prima parte di “Live after death” e fu amore a primo ascolto: non avevo ancora 10 anni!)
    Ho vissuto in diretta (su vinile) cose come “And Justice for all”, “Seventh son…”, “Tales of creation”, “Keeper of… 2, “Kings of metal”, “Rust in peace”, “Blessed are the sick”, “Beneath the remains”, e di poco differite perle come “Master of…”, “Keeper…1”, “Nightfall”, Ozzy live con RR, per capirci.

    Ecco quindi le BOTTE clamorose che hanno letteralmente posto fine alla mia spensierata giovinezza:
    1) il Black Album (non potete immaginare: ci fu anche una telefonata tra me e un amico lontano per consolarci a vicenda in quella estate divenuta fredda all’improvviso).
    2) No prayer for the dying (senza parole)
    3) Pink bubbles go ape (gulp!)

    Ne arrivarono molte altre, ma ormai ero “forte” e “Virtual XI” non riuscì a farmi nulla.
    Se qualcuno ha la mia età, forse mi può capire.

    Complimenti per il blog.

    • Grazie per i complimenti e per la condivisione della tua prima “tranvata” 😀

      p.s. il black album non lo ascolto per intero da decenni. Non sopporto gli assoli di Hammett…

      • Mi associo alla tranvata del “Black Album” (se questo è il suo vero titolo). Mentre ascoltavo la cassetta con il booklet dei testi in mano erano più le imprecazioni che altro…..I MetallicA per me sono finiti lì.

  13. Pingback: Quel Rude Venerdì Metallico /114: La prima volta, anzi le prime volte | Rude Awake Metal

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...