Butcher Babies- Goliath


butcherbabiesgoliathUna band che si fa senz’altro notare per la presenza delle due ex-playmate dietro al microfono, le quali  fino a poco tempo fa salivano sul palco indossando solo del nastro adesivo sui capezzoli, ispirate a Wendy O’Williams e ai suoi Plasmatics, come si capisce già dal nome del gruppo ripreso da “Butcher Baby“, il titolo di una canzone del gruppo punk gnuiorchese. A quanto pare la presenza delle ragazze in questo caso è più un ostacolo piuttosto che uno stimolo all’ascolto, perchè come si sa, una donna che ostenta la propria libertà sessuale fa fuggire gli uomini o una buona parte di essi.

Il discorso sulle Butcher Babies e sulle critiche preventive alla loro musica lo avevi già fatto qualche tempo fa, se volete recuperarlo cliccate qui,  ma è difficile esulare il discorso. Il loro disco ti è piaciuto, lo ascolti più spesso di quello che pensavi e le ragazze ci sanno proprio fare sul palco, come si evince dai molti filmati su Iutubbe, allora perchè ignorarle nel nome di una purezza maschilista e settaria? “Goliath” è un album godibile, davvero. A prescindere dal contorno di sfrontatezza e anti-machismo che le due cantanti rappresentano, sono le canzoni belle pesanti e dal piglio moderno a destare il vero interesse, ricamate a perfezione da ritornelli melodici che si infilano nel cranio dopo pochi ascolti. Ci sono pezzi davvero trascinanti, roba come “I smell a massacre” o “In denial” spacca i denti senza tanti complimenti, ma i brani funzionano più o meno tutti, sebbene il gruppo possa ancora crescere molto dal punto di vista compositivo. Le tanto vituperate Carla ed Heidi si sgolano lungo tutto il disco mostrando quanto siano idioti quelli che le offendono senza neanche ascoltarle. Provate ad ascoltare l’album, poi se vi fa così schifo lasciatelo dov’è, ma non giudicatelo solo perchè al microfono ci sono due donne che non hanno paura di mostrare la loro fisicità senza essere solo delle bamboline mute e servili.

Tracklist:

1. I Smell A Massacre
2. Magnolia Blvd.
3. C8H18 (Gasoline)
4. Grim Sleeper
5. Goliath
6. In Denial
7. Give Me Reason
8. The Mirror Never Lies
9. Dead Poet
10. The Deathsurround
11. Axe Wound 

Voto:

3stellema anche qualcosa in più!

L’assaggio del disco:”I smell a massacre”

xxx

Annunci

5 commenti su “Butcher Babies- Goliath

  1. Bon, dai, il brano sopra non è neanche tanto malaccio. Bisognerà vedere come la baracca (il gruppo) resisterà alla prova del tempo.

    • Sono curioso anche io, ci stanno dando dentro con le prove dal vivo, suonano ovunque almeno in America. Vedremo…ascoltati il disco intero. 😉

  2. Pingback: Butcher Babies- Take it Like a Man | Rude Awake Metal

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...