Wormed- Exodromos


363390Quando pensate a testi e brani ricchi di atmosfere fantascientifiche con molta probabilità avete in mente i Voivod, con lo stesso automatismo che vi fa pensare ai Running Wild quando si parla di Pirati o a delle stronzate adolescenziali quando pensate agli Avenged Sevenfold.

I Wormed sono esattamente dalle parti dei Voivod, dove il Metallo racconta di invasioni aliene e tecnologie senzienti,  ma la musica degli Spagnoli è molto lontana da quella dei Canadesi. Questi baldi giovani scelgono di raccontare le loro storie attraverso un Death Metal brutale e velocissimo, con brani da tre minuti densi come una polenta ma molto più gustosi. Il loro Metallo è figlio dei Suffocation, dei Cryptopsy  più incazzati e in qualche modo dei Nile, con delle canzoni devastanti che vi sorprenderanno ad ogni ascolto per la profondità e quel gusto inusuale che li distingue dalla massa.

Sebbene siano costruiti con un approccio molto canonico alla materia del Metallo  Estremo, i loro brani riescono ad emergere e distinguersi dalla compagnia sfasciatutto di quei gruppi che per suonare diversi si incartano in tecnicismi così contorti da rendere inascoltabili i loro dischi. I Wormed si permettono di essere molto tecnici e brutali, riuscendo però a non farsi prendere la mano, tenendo sempre d’occhio il risultato finale da raggiungere e le storie che vogliono raccontare. Storie da seguire col libretto dei testi sott’occhio però , perchè il cantato ultra-brutal in stile Pathology non è proprio intelligibile, anzi se proprio devi trovare un difetto al disco è proprio nella scelta di insistere troppo su questo tipo di cantato che potrebbe impedire a molti di proseguire nell’ascolto di un disco che merita moltissimo. Se il cantato potrebbe illuderci di stare a sentire i soliti luoghi comuni da macelleria e smembramenti un tanto al chilo, la musica fa di tutto per risultare unica nell’evocare  quei temi così rari nel panorama di Death estremo.

Un lavoro bellissimo,  provate a concedergli un ascolto anche se non sopportate il cantato troppo brutale, sarà un bel viaggio a bordo di un astronave enorme e sofisticatissima, dove invece che guardare dal finestrino le meraviglie dello spazio, degli energumeni in tuta spaziale vi scazzottano per allietare la vostra odissea nello spazio.

Tracklist:

01: Nucleon
02: The Nonlocality Trilemma
03: Tautochrone
04: Solar Neutrinos
05: Multivectorial Reionization
06: Spacetime Ekleipsis Vorticity
07: Darkflow Quadrivium
08: Stellar Depopulation
09: Techkinox Wormhole
10: Xenoverse Discharger

Voto:

3stellee mezzo!

L’assaggio del disco:”Tautochrone” schiaffi interstellari

 

dd

“Non conosce Uguàlos? Una paesinos piccolissimos in provincias di Granatas. Che si dice a Ugualos?” “Che si dice a Uguàlos…?…Olè!”

Annunci

3 commenti su “Wormed- Exodromos

  1. Musicalmente non sono niente male, il cantato però fa a mio parere cacare… é un filtrato di merda, un mezzuccio utilizzato da quelli che non sanno cantare death e vogliono comunque cercare di apparire brutali., come la fighetta dei celebral bore… non so se li hai mai sentiti…

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...