Quel Rude Venerdì Metallico /96:I seggiolini di Paul Bostaph


rude venerdì 2°anno

L’improvvisa e tragica scomparsa di Jeff Hanneman ha portato con se oltre all’ovvio dolore per la perdita del miglior compositore degli Slayer, il pesante dubbio sul futuro del gruppo, privo di un gigante come lui. Mettiamoci pure che alla batteria non c’è più Lombardo e la band aveva scelto al suo posto Jon Dette, una specie di perenne sostituto che può aspirare al massimo a suonare decentemente i pezzi altrui, dotato di un carisma che rasenta quello di uno smacchiatore di giaguari, con lui prendeva definitivamente corpo un domani fatto di tour infiniti per fare cassa e poco altro.

E’ di ieri la notizia, riportata ieri sera sulla pagina Facebook di RAM, che al posto della riserva Dette sia subentrato in pianta stabile Paul Bostaph, anche lui uno specialista in sostituzioni, sebbene dotato di grande talento dietro le pelli. Bostaph non è nuovo in casa Slayer (a dire il vero manco Dette come vedremo), i più navigati ricorderanno che prese il posto di Lombardo dopo il suo primo vero divorzio con la band di King e co. All’epoca di “Divine Intervention” infatti Bostaph divenne quello che non doveva far rimpiangere Lombardo, in parte ci riuscì adattando il suo stile a quello del cubano e rimanendo ben saldo a degli stilemi che qualcun’altro aveva definito, dimostrando enorme tecnica e precisione. Ma durò poco, dopo il disco di cover “Undisputed Attitude” uscì dal gruppo per dare sfogo ai suoi istinti compositivi e sperimentali, fondando la band “The Truth about Seafood” che più che il nome di una band sembra un programma di cucina salutista. Venne sostituito per il tour da Jon Dette all’epoca già scaldaseggiolini part time.

ddd

I Truth About Seafood e Bostaph. Non si capisce come mai non se li sia inculati nessuno.

Senza nemmeno pubblicare un disco con i TAS, Bostaph tornò negli Slayer, chissà forse spinto dalla saccoccia vuota. Il suo contributo stavolta durò più a lungo, prestando servizio per album come “Diabolus in Musica” e “God Hates Us All”, prima di abbandonare di nuovo il posto che fu di Lombardo, il quale lo sostituì con immenso giubilo da parte di tutti i fan, forse un po’ meno di tutti i membri del gruppo. Bostaph stavolta non fondò una band dal nome assurdo, ma entrò nei Systematic, un gruppo alternative che non conosceva nessuno, una qualità che valse al gruppo una carriera brevissima ed appena due dischi, di cui uno solo con il batterista “che non sta mai fermo in un gruppo che me pari Gene Hoglan”.

Mentre gli Slayer furoreggiavano ringalluzziti sui palchi di tutto il mondo, Bostaph entrò negli Exodus registrò il buon “Shovel Headed Kill Machine” resistendo un paio d’anni in formazione prima di lasciare il posto al rientrante Tom Hunting, al quale aveva tenuto caldo il seggiolino. Accasatosi con i Testament, diede il suo contributo per il disco “The Formation of Damnation” restando saldamente aggrappato alla sua batteria fino al 2011.

Fino ad oggi non si avevano molte notizie su di lui, a parte le date con gli Hail! dove si ritrova a suonare in un beffardo arabesco del destino, con l’uomo che sostituiva gente che puntualmente riprendeva il proprio posto, Tim “Ripper” Owens.

Un parallelo con Owens sembra quasi scontato, la sola differenza è che in alcuni casi il batterista ha lasciato per misteriosi motivi personali e non per far posto a chi aveva sostituito, ma rimane comunque uno che dopo aver lasciato la sua band “d’origine” ha sempre posato il culo su seggiolini altrui, adattandosi a fare ciò che gli veniva chiesto.

Ora è tornato, ma gli Slayer non sono più quelli di dieci anni fa e non solo per la scomparsa di Hanneman. Basterà la sua immensa professionalità a tenere vivo un gruppo che pare sempre più avvitato sulle proprie glorie passate e che continua a girare il mondo tirando a campare proponendo i soliti pezzi?

E chi lo sa…ma fra tutti i sostituti e riserve quello che fa più tenerezza è Dette, il galoppino della doppia cassa.

ddd

Va che uomo Dette, l’Oscar Pettinari della batteria.

Annunci

2 commenti su “Quel Rude Venerdì Metallico /96:I seggiolini di Paul Bostaph

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...