In Vain- Aenigma


365609“Aenigma” è uno di quei dischi che spuntano quasi per caso, ascoltati così per curiosità su qualche bacheca di amici o su qualche pagina, ti conquistano al volo e ricordi una volta di più che non si finisce mai di imparare e conoscere nuovi gruppi. Se si ha la voglia di farlo non ci sono più ostacoli o problemi di reperibilità, basta un semplice click. E per fortuna!

Stavolta la sorpresa sono stati gli “In Vain”, band Norvegese che suona un Death Metal bello corposo impregnato di finezze Progressive e spunti che possono ricordare i compaesani Borknagar. Sarebbe ingiusto però ridurre ad un paragone o l’incasellamento di genere “Aenigma”: questo disco è un lavoro raffinato e duro nei momenti giusti, un carico di Metallo che fa vergognare il manierismo Prog degli Opeth ultima maniera. Brani epici si alternano a melodiose soluzioni che esplodono in un continuo cambio di umori e sensazioni. Quello che rimane costante è il divertimento che una roba apparentemente pesante ed intellettualoide riesca a sostenere per tutta la durata non proprio ridotta del disco. Pentacle_top album

L’ormai noto gioco di voci pulite e in growl è studiato nei minimi dettagli per dare uno spessore emozionale ai brani, dove il normale growl non è meno espressivo del cantato pulito, anzi come in pochi altri dischi i due stili di cantato non sono due elementi distaccati e nettamente in contrasto. Per semplificare il concetto: non immaginate i soliti coretti che spezzano la monotonia di un album pachidermico e pretenzioso per di più  cantato con un growl atonale.

La classe di questi musicisti fa sì che l’album scorra via una bellezza contribuendo ad alimentare la speranza che ci si possa ancora salvare dall’appiattimento “nuclearblasto”  fatto di album con una sola canzone che cambia titolo. “Aenigma” vi divertirà ascoltarlo,  ricaverete ognuno differenti impressioni, mutando e scoprendo di ascolto in ascolto quanto siano validi questi ragazzotti.

Tracklist:

1.Against the grain
2.Image of time
3.Southern shores
4.Hymne til havet
5.Culmination of the enigma
6.Times of yore
7.Rise against (bonus track ltd. edition e digital)
8.To the core
9.Floating on the murmuring tide

Voto:

4stelle

L’assaggio del disco:”Against the Grain”

ddd

Come fotoseciòn e fotoscioppe siamo nella media però…

p.s. L’unica nota negativa è il sax insistente nell’ultima canzone, ma quella è un’idiosincrasia personale per lo strumento che odi quasi al livello della fisarmonica.)

Annunci

10 commenti su “In Vain- Aenigma

  1. Tutti i loro album sono pazzeschi, compresi i primi EP.
    Io li conosco e seguo già da Latter Rain e non ho il minimo dubbio ad affermare che entro qualche anno saranno ben più grandi di tante altre band osannate di adesso.
    Se lo meritano, davvero

  2. Pingback: Intervista agli In Vain, con un leggerissimo ritardo! | Rude Awake Metal

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...