Aspettando il Centesimo ampliamento: Vademecum per avere un posto sicuro nella Gallery. Trucchi e segreti per realizzare un’opera indimenticabile: Cap. 1: i soggetti


In attesa di festeggiare lo storico traguardo del centesimo ampliamento della Gallery, il curatore e Direttore della stessa dispensa in un comodo e tascabile vademecum gratuito gli accorgimenti ed i consigli per poter ambire  ad entrare un domani con le proprie opere nella Gallery. Non è facile orientarsi in un ambiente dove l’avanguardia diventa tradizione, dove il classicismo diventa rottura degli schemi  e l’anatomia è un’opinione: non affidatevi alla vostra imperizia, non lasciate tutto al caso come fate di solito, seguite i pratici consigli di Estetica che questo manualetto vi fornirà in modo chiaro e dettagliato. Vedrete,  il vostro percorso artistico sarà meno accidentato.

Parte Uno: I Soggetti

Non importa quale sia il tema della vostra opera, quello che va messo bene al centro è il soggetto. Qualsiasi tecnica pittorica stiate usando, fate in modo che il vostro soggetto principale emerga, anche in maniera grottesca. Ma è bene capire che per essere dei veri artisti dovete affidarvi a degli archetipi comuni e riconoscibili, affinchè la vostra opera sia chiaramente portatrice del messaggio che volete dare. Questi di seguito sono i più noti soggetti che potete utilizzare senza paura di sbagliare, divisi per generi e ricordate: il vero artista riesce a mescolare questi elementi senza nessuna originalità.

Classic Heavy/Glam: la band vestita come se avesse appena svaligiato un negozio di pelle o un gay bar anni 80, un amplificatore, una chitarra che fa cose per cui non è stata inventata, animali feroci, preferibilmente Tigri, serpenti, Cavalli ed Unicorni,Draghi. Ma anche simboli guerreschi come medaglie e simili sono indicati. Motociclisti su moto improbabili, cyborg realizzati con materiali poco nobili quali stagno o latta. Front (10)

Thrash Metal:Maniaco con coltelli, catene o motoseghe,umano o non-morto.  Tizio vestito con jeans, smanicato con toppe ed occasionalmente con cappello dalla visiera alzata o occhiali da sole, anche qui la variante non-morto è ben accetta. Di solito è bene impegnare il proprio modello in attività ricreative come il bere birra, il vomitare (anche varianti esoterico-batteriologiche), l’uccidere con armi da taglio o catene, lo stuprare, il percuotere tamarri o persone avverse. Uomini con tute antiradiazioni e maschere anti gas, soldati, soldati zombi, alieni deformi e demoni che suonano. Politici in giacca e cravatta, politici mostruosi, bancari o gente con un completo comprato all’Oviesse.

25172_1409924924993_1138586227_1211762_2213005_n

Death Metal: uomini che mutano forma, strani organismi che si mescolano fra loro, zombies, ovini vari, in special modo capre e montoni, diavoli che suonano, trombano o pontificano. Uomini armati con armi da taglio, bestie demoniache, orrori lovecraftiani, finte stampe medievali, uomini o altri essere smembrati o brutalmente torturati.

ddba71738690124b2dba3f25756b554a

Black Metal:caprone, caprone, caprone, caprone, tizioo gruppi di tizi truccati immortalati in pose “particolari”, uomini con armature artigianali e armi da taglio esotiche.

1264331528_diabolical-breed-2004

Power Metal: gente vestita come casanova o il Rondò Veneziano,  guerrieri cornuti e non, spade e armature, pupazzetti sorridenti o minacciosi, soggetti equestri. Donne nude, donne vestite poco, donne con armature bikini inutili, animali fantastici.

db6e6eb1d528ef5a860c981f20d30499

Epic Metal: come nel power, solo che aumentano spade, muscolature e la gente o i pupazzi sorridono di meno.

Thor85

Brutal Death: le budella ed i corpi massacrati senza un perchè, arti, le donne, vagine, tette, assassini, chirughi pazzi, macellai, arrotini.

corpseflesh

Ricordate di non volare affatto con la fantasia ma attenetevi a queste linee guida, magari mescolando fra loro i soggetti per dare un tocco personale alle vostre creazioni. Nel secondo capitolo, che uscirà domani, verranno illustrate le ambientazioni in cui inserire i vostri soggetti.

Annunci

3 commenti su “Aspettando il Centesimo ampliamento: Vademecum per avere un posto sicuro nella Gallery. Trucchi e segreti per realizzare un’opera indimenticabile: Cap. 1: i soggetti

  1. per me qualche spunto interessante arriva anche dal prog: animale magari meno minacciosi ma pur sempre improbabili, piramidi volanti, alieni stralunati, costruzioni partorite da qualche falso architetto…

    comunque ora la febbre da centenario sale!

  2. Pingback: Aspettando il Centesimo ampliamento: Vademecum per avere un posto sicuro nella Gallery. Trucchi e segreti per realizzare un’opera indimenticabile: Cap. 2: l’ambiente e la grafica | Rude Awake Metal

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...