Saxon- Sacrifice


saxonOggi molte glorie del passato che hanno conosciuto fama e successo vanno avanti per inerzia,  abbandonate ad una stanca routine “album-tour-album-tour”.  Molte altre scelgono di non pubblicare più musica inedita perchè tanto i dischi non li compra nessuno, una motivazione che di solito nasconde la paura di sputtanarsi una storia dorata che consente ancora di girare il mondo e riempire i palazzetti senza nessun disco da promuovere. Ma i Saxon forse non ricadono in nessuna delle due categorie per un motivo che le sconfessa entrambe: la storia dorata se la sputtanarono già all’epoca dei dischi morbidini che fecero per sfondare in America, scivoloni che sono costati anni per essere recuperati ed ormai il grande successo era volato via insieme agli anni 80. Per continuare non restava che rimboccarsi le maniche e dare giù col Metallo, come solo una band “operaia” sa fare e lo hanno fatto sempre in maniera onesta, seppure a livelli ovviamente alterni. Quello che si avverte in dischi come questo, è l’onesta e l’umiltà di una band che ha assaggiato la caduta e sa cosa vuol dire sentirsi arrivati.

Il loro ultimo lavoro è un onestissimo disco di Metallo come fanno i Saxon da decenni, con canzoni più riuscite ed altre meno, ma energico e passionale.

Forse per molti è un po’ poco per giudicare bene un disco che comunque non inventa nulla, non aggiunge niente alla storia dei Saxon e di cui si può vivere anche facendone a meno. Però tu ci vedi una scintilla di passione che altri non ci mettono più, affogati nel benessere e nell’abitudine, e questo basta per continuare ad amarli.

Tracklist:

01. Procession
02. Sacrifice
03. Made In Belfast
04. Warriors Of The Road
05. Guardians Of The Tomb
06. Stand Up And Fight
07. Walking The Steel
08. Night Of The Wolf
09. Wheels Of Terror
10. Standing In A Queue

Voto:

3stelle

Non ce n’è bisogno, ma l’assaggio del disco è “Warriors of the Road”, un tiratissimo pezzo sulla Formula Uno.

ddd

Vecchi che non passano le giornate guardando gli altri lavorare

Annunci

2 commenti su “Saxon- Sacrifice

  1. Dei Saxon conosco ovviamente i primi album, storici… dei lavori dalla svolta “americana” fino a tutti gli anni ’90 ho sentito davvero poco; con il nuov millennio però mi pare si siano risollevati decisamente.
    Call to Arms mi era piaciuto un sacco, anche più dei 2 precedenti… questo devo ancora sentirlo

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...