God Seed- I Begin


I God Seed sono la rinascita di  Gaahl e King ov Hell dopo essere stati trombati  da Infernus e dalla legge che ha negato loro la proprietà del nome dei Gorgoroth. Per ricominciare, formano i God Seed e dopo qualche data Gaahl se ne va e King Ov Hell (uno dei nomi più sciocchi di tutta la scena Black) pubblica il materiale che stava preparando per i God Seed  con il nome “Ov Hell” insieme a Shagrath dei Dimmu Borgir: “The Underworld Regime”, un gradevole ma trascurabile disco di Black Metal tradizionale. Nel frattempo Gaahl si da alla moda, se ne fotte del Black e tu te ne fotti di Gaahl, che già c’è tanta roba a cui stare appresso. Poi è arrivato l’esordio su disco dei God Seed, il live al Wacken nel 2008 dove avevano suonato come Gorgoroth roba dei Gorgoroth  prima che il nome venisse assegnato ad Infernus. Più che un esordio, un uscita per allertare chi come te aveva un po’ sepolto nella memoria i due pards prima del ritorno con nuova musica. Ed oggi scopriamo che è nuova davvero, non è una sterile riproposizione del suono che fu, ormai espresso anche meglio da altri gruppi, quanto una nuova ricerca del linguaggio Black.

Picchiano come bastardi soprattutto in apertura, quasi a riallacciare il discorso con il proprio passato, per poi cominciare a spiazzare con canzoni che incorporano elementi come tastiere e campionamenti. Canzoni maligne e pesantissime che in alcuni momenti sembrano puzzare di Rammstein (Alt Liv), in altri di Enslaved. Ma non è solo un gioco di rimandi, una credibile alchimia lega la voce bastarda e scartavetrante di Gaahl, con la musica che sul principio Black si appoggia solo per dilatarsi e inglobare nuovi modi di schiaffeggiare l’ascoltatore. Il rischio di proporre una roba pretenziosa messa insieme a caso  c’era, invece l’azzardo è riuscito, l’album è davvero buono, cattivo e  molto interessante per la notevole varietà nelle atmosfere. Non è proprio uno di quei dischi tutti uguali dall’inizio alla fine, Gaahl e soprattutto King ov Hell che ha composto buona parte del materiale, meritano un plauso per il coraggio e la voglia di andare avanti cercando di trovare una nuova strada per la loro musica.

Ascoltatelo, potreste avere una gradita sorpresa…

Tracklist:

1. Awake
2. This From the Past
3. Alt Liv
4. From the Running of Blood
5. Hinstu Dagar
6. Aldrande Tre
7. Lit
8. The Wound
9. Bloodline

Voto:e mezzo!

L’assaggio del disco:”Awake”

Gaahl e King ov Hell vestiti da Gaahl e King ov Hell.

Annunci

6 commenti su “God Seed- I Begin

  1. Una vocina interna mi dice di tenermi alla larga da questo disco. Sarà perchè il pezzo promozionale è un pò fiacco (secondo me eh), sarà che anche le preview su itunes non mi dicono assolutamente nulla, boh, non vorrei buttare via dei soldi.

    • A me é piaciuto molto, pur non essendo un adoratore dei due ex-gorgoroth…prova ad ascoltare qualche pezzo intero sul Tubo e decidi… 🙂

  2. Finalmente ho potuto sentire il disco. Ma la batteria ha veramente quel suono così sporco, intendo sopratutto quello dei piatti?

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...