The Gallery LXX


Bentrovati e benvenuti alla riapertura della nostra Gallery, dopo un piccolo periodo di riposo siamo pronti a regalare un nuovo, enorme ampliamento delle nostre sale. Abbiamo approfittato  della chiusura per tinteggiare le pareti purtroppo devastate dall’azione emetica di alcuni visitatori particolarmente colpiti dalle opere esposte. Ma andiamo a cominciare, che è già tardi e devono arrivare ancora sei o sette autobus carichi di visitatori…

 1.La tratti bene la sua testa

Quella qui sopra sono i risultati che si ottengono ascoltando troppo a lungo il disco? Bellissima la testa d’uovo in ceramica, ottima per le alte temperature

 2.Liquidi in eccesso

Dovrebbe essere il torso di un essere antropomorfo giusto? Tutti quei liquidi lo fanno più assomigliare ad uno spot vivente per bevande energizzanti. “Così tanta energia che i tuoi arti esploderanno di gusto!”

3. Cybertossici

Ammirate il capello metà Luke Perry, metà Sara Tommasi. Anzi lo sguardo lucido ed intenso ricorda proprio quello della grande performer bocconiana. E le facili battute le lasciamo per strada grazie…

Praticamente un plagio…

4.La vendetta dell’ortolano

Un eroe dalle braccia piuttosto irregolari tiene su una melanzana alla quale ha fatto gli occhi ed una rozza bocca. Quelli dietro  al biondo dalle mutande di bandone e la capezza che sembra un cucchiaio da sommelier, sono gli sgherri del fruttarolo al quale ha rubato l’ortaggio. 

5.Fotoscioppe per principianti

C’è sempre posto per le fotoscioppate orrende e questo collage è un esempio classico del genere. Gli effetti delle scritte sono realizzabili anche da un gatto che cammina a caso sulla tastiera, basta lasciare aperto il menu con le opzioni. Per il resto siamo di fronte ad un’opera talmente enorme nella sua semplice accozzaglia di colori sparatissimi, che non è il caso di aggiungere altro.

6.Amare la patata 

La patata tira sempre, ma evidentemente il grafico qui ha capito male le indicazioni che gli ha dato la band.

7.”Mamma che cos’è un pacco emorroidario?”

Un tizio con evidenti problemi intestinali si fa fotografare durante l’evacuazione. Ostenta indifferenza e rilassatezza, ma io una controllatina dal proctologo però me la farei dare…

Ed ora gentili visitatori, le segnlazioni che ci giungono dai nostri mitici ed indomiti amici, ai quali vanno i ringraziamenti più grandi che riuscite ad immaginare.

Iniziamo con le perle di Doomsberg, un detective di opere nascoste al quale porgiamo un saluto ed un profondissimo inchino  grazie al quale possiamo vederci le ginocchia da vicino. Con tanto di rima…

8.Giochi pericolosi

L’altalena più pericolosa del mondo, talmente pericolosa che disintegra chi la usa, modifica gli arti e quant’altro. La bambina sta chiaramente chiedendo:”ma quanto cazzo hai spinto?”

9.Copiare con (poco) stile

Un’incisione ad opera di Madama Doré, la cugina del grandissimo incisore  Gustave Doré(1832-1883) e mamma di tante belle figlie. La signorina purtroppo denota una scarsa conoscenza dell’anatomia ed una mano ben lontana da quella dell’illustre parente.

10.Poveretta, le hanno fatto di tutto

La Gioconda strabica con la testa attraversata da un wurstel,  affiancata da due “buzzicone” in chiari atteggiamenti erotici?  Non è consigliabile cercare un senso a quest’opera, figlia dell’ “accazzismo” più spinto.

11.Un paio di maroni!

“Occhio che scivoli e muori” dice la signorina sirena che porge una spada rubata ai Manowar al sosia di Jorn lande, il quale si gratta prontamente le balle. 

 

12.Colori vivaci

Per distinguere bene i soggetti di questa opera, bisogna mettersi di lato rispetto ad essa, poi strizzare gli occhi fino quasi a non vedere un cazzo, inginocchiarsi e guardare l’angolo destro in basso. Chi non vuole entrare nelle profondità di questo magnifico lavoro, può accontentarsi di sapere che è stato realizzato con tecnica elementare “pennarello Turbo Giotto”.

13. Rosso di sera…

I quattro imbecilli che  si sono infilati in questa buca speravano forse di fuggire al mare di colore vermiglio che affoga ogni elemento , rendendo incomprensibile cosa stia accadendo. E poi perchè soffrono? E perchè uno di loro è una specie di parafulmine? Al solito, troppe domande senza risposta…

Spazio alla miticissima ThrashingDeavastation (per gli amici TD) che si conferma vera intenditrice…grazie e un bell’inchino anche a te. Senza rima, che le ripetizioni annoiano.

14.Lite per futili motivi

Una lite furibonda per un osso finita con un impiccagione? Ma dai va be che siete nonmorti, ma un minimo di tatto lo vogliamo avere?

15.Il giallo del tizio giallo

Si fatica non poco ad entrare nella cifra stilistica di quest’opera. Cosa sta accadendo di preciso? Un itterico sta dissezionando un cadavere appoggiato su una tavola da stiro? E quella dietro di lui è una roccia, una mano, altro? Quando le domande cominciano a diventare troppe è il momento di smetterla e passare ad altro…

16.Macelleria sociale

Ecco un altro momento di poesia: uno zombie  dalle costole particolarissime, sta facendo degli insaccati usando un coltellacio improbabile. Certo che se vengono i NAS lo fanno chiudere, ma guarda che razza di posto per macellare un capo!

Concludiamo con le segnalazioni di Alberto, un nome tutelare che accompagna quasi tutti nostri ampliamenti. Anche per te un grazie abnorme ed un inchino dal quale ci rialzeremo con le vertebre fuori posto.

17.Arie da robottone

Un tizio uscito dalle pubblicità dei gelati che c’erano su Topolino negli anni 70/80 mostra il suo lecca lecca a forma di chitarra. Si fa notare il mantello che si alza sollecitato dall’aria posteriore, causata dal gesto improvviso dell’alzare il braccio per cazzottare il logo della band. Belli i continenti in pelle di daino sullo sfondo…

 

18.Pippa Baudo

Dai con quella faccia lì si capisce che sei un segaiolo, poi se mostri pure le vesciche ed i calli sulle mani, di dubbi non ne rimangono più. Immaginate che razza di occhiaie celano quegli occhiali a specchio. La giacca è stata lavata dimmerda, restringendosi di molto, soprattutto sulle braccia.

 

19.Un uomo finito

E Repka ci mostra ancora una volta che non sa disegnare altro che palazzi distrutti, tizi di tre quarti in primo piano con la faccia da invasati. Ormai le proporzioni sono un ricordo, la bellezza delle sue opere pure. Per scoprire altre perle dell’artista, consultate la Specialissima Gallery a lui dedicata, la n°26.

Vi salutiamo ricordandovi di segnalare le opere che ritenete degne del nostro spazio museale, oltre al favore di far conoscere questa preziosa opera di divulgazione anche ad altri.

Per visitare i precedenti ampliamenti della Gallery, cliccate sull’immagine in testa al post oppure su quella identica a lato.

Arriveduàr…

Annunci

31 commenti su “The Gallery LXX

  1. Ahi, me n’è sparito un altro di commento, non è che sono i link magari? Comunque suggerivo Nespithe dei Demilich e War Master dei Bolt Thrower, poi mi son pure ricordata di The Stargate di Mortiis ahahah

  2. Capito, thanks 🙂 Ah mi son ricordata pure Convicted dei Cryptic Slaughter, sembra il disegno di mio cugino alle elementari, a me sta pure simpatica quella copertina ahahah,

  3. Anche in questo caso vincono sempre i grandissimi anni ’80. Nel confronto le porcate fatte con photoshop un decennio fa ne escono con le ossa intere.
    Ah, al tipo della numero 2 ha preso fuoco il dindino. Ci tenevo a dirlo.

  4. Per ora posto queste due, come sempre sperando che non siano state già coperte (sta diventando umanamente impossibile riguardare tutte le rubriche passate 🙂 .

  5. Il guerriero “scolpito” che si tocca i maroni è fantastico. Anche perchè anatomicamente gli manca pure una fascia di addominali “alti” (hanno disegnato tre salsicciotti i nvece di 4…)

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...