Delain- We Are the Others


Verso certi gruppi hai un occhio di riguardo, basta guardarsi intorno qui su R.A.M. per capirlo, ma non pensate subito male. Quando una bella ragazza è dietro al microfono non ci sono esitazioni: devi sapere assolutamente come canta. E Charlotte Wessels canta benissimo, nonostante sia abbastanza giovane, (classe 1987, fatevi da voi i conti).

I Delain sono il gruppo fondato da  Martijn Westerholt, l’ex-tastierista dei Witihin Temptation,  sono al terzo album e stavolta ci siamo. I precedenti dischi erano un po’ troppo “sciapi” per emergere dal marasma di band “gothic-paracul-metal” che si contendono ogni più piccolo  brandello della carcassa del genere, leggerissimamente inflazionato.

L’album è fresco, dominato da composizioni ultramelodiche e dalla voce candida e potente di Charlotte, una cantante di quelle che può fare la differenza, finalmente più padrona della sua voce. Forse più leggeri di tutti  i concorrenti diretti, i Delain intrattengono con una serie di brani davvero piacevoli, fortunatamente relegando l’unico momento very Pop ad un brano, tra l’altro abbastanza orripilante  “Are You done with me”, cantato in maniera magistrale ma per te è troppo. Si nota la comparsata di Burton C. Bell in “Where is the Blood”, in un breve ma intenso duetto con la roscetta olandese.

Un ottimo disco, da considerare se vi piacciono le voci femminili di un certo valore e le buone melodie. E la copertina stile “Liberty” non è affatto male…(Albè che te possino! 😀 )

Tracklisting:

01. Mother Machine
02. Electricity
03. We Are The Others
04. Milk And Honey
05. Hit Me With Your Best Shot
06. I Want You
07. Where Is The Blood (feat. Burton C. Bell)
08. Generation Me
09. Babylon
10. Are You Done With Me
11. Get The Devil Out Of Me
12. Not Enough

Voto:

e mezzo!

L’assaggio del disco:”Get the Devil out of me”
E non poteva mancare una piccola galleria dedicata a Miss Wessels:

Con le apposite ciglia “scacciamosche”

Versione “lacrime napulitane in salsa corvacea”

“Auto scatto ar cesso” nella migliore tradizione dei ggiovani d’oggi. Braccia adese al corpo per evidenziare le ghiandole mammarie.

“e mo m’avete rotto le palle!”

12 commenti su “Delain- We Are the Others

  1. Ho capito che io e te su questo disco non andremo mai d’accordo! 🙂
    La copertina per me rimane brutta (sarà anche perché “lei” mi ricorda la bionda di Galaxy Express 999, che mi aveva traumatizzato da piccolo, poi quell’insetto… vabhè :D) e “Are you done with me” mi piace un bel po’!
    Comunque è vero, bel dischetto, anche il precedente non era male (detto da uno che il genere non è che lo mastichi proprio, anzi…) mentre il primo era troppo “slegato”, si sentiva che ai tempi non erano una band vera e propria…

    • “corre il treno corre nella notte va…” quanti ricordi Galaxy!! 😀
      A ti piace il pezzo che ho definito “orripilante”? Io lo trovo troppo Pop, ma sono io che magari esagero perchè il Pop LO ODIO!!! 😀

  2. io non ho il primo, ma il secondo si, ed è godibilissimo, perchè a differenza di molti altri gruppi del genere (che poi può piacere oppure no, come tutto del resto) non si perde in troppe divagazioni sinfoniche e composizioni intricate, ma offre pezzi orecchiabilissimi per tutta la durata.
    spero che questo nuovo lavoro abbia continuato sulla strada del precedente, in ogni caso sono molto curioso di sentirlo!

  3. Prima di tutto: grazie Hell per tutte queste foto della Wessels che per me è la massima dea in terra! (Anche se il mio archivio di foto di Charlotte non ha rivali…)

    Per il disco invece non concordo. I Delain non mi hanno mai esaltato molto (mentre invece mi piacciono tantissimo i Within…), però nei dischi precedenti avevo trovato alcune canzoni che mi erano piaciute notevolmente. Di “We are…” invece non mi è piaciuto niente. Forse solo un po’ il singolo. E’ proprio questa nuova “pesantezza” che non mi piace. Li preferivo in versione più leggera e melodica. In questo disco non ho trovato brani accattivanti e che ti rimangono in mente, mi sono sembrati tutti un po’ “forzati” e stucchevoli.
    Comunque ho letto molte altre recensioni positive sul disco, quindi la mia è un’opinione isolata e personale.

    In ogni caso Lei è sempre splendida, quindi va bene tutto!! E quindi anche il disco è un capolavoro!!! Arf! Arf!

  4. J’ho dato un’ascolto distratto un’unica volta e non mi sembrava malaccio, anche se le somiglianze con i Within Temptation mi sembravano evidenti. Riascoltero’. Tanto sono sempre ascolti gradevoli e senza troppo impegno.

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...