Miseration- Tragedy has spoken


I Miseration sono la band in cui milita Christian Älvestam, conosciuto soprattutto per il suo passato negli Scar Symmetry, gruppo nel quale è stato rimpiazzato da due cantanti, non uno dopo l’altro, proprio due cantanti insieme. Un specie di record se vogliamo…e immaginatevi che soddisfazione a dirlo in giro.

I Miseration sono diversi dagli Scar Symmetry, nonostante le indubbie radici comuni nel “Gothenburg sound”: Christian non concede quasi il minimo spazio al cantato pulito, su “Tragedy…” sono inesistenti i ritornelli melodici mutuati dai Soilwork.  L’unico brano a  che può rimandare al suo passato  è “On Wings of Brimstone”, con il ritornello melodico in pulito, quasi alieno nel contesto. Niente ruffianate e facili melodie, qui si punta all’aggressività cercando di differenziarsi dalla marea di band che suonano ‘sto genere, riuscendoci in più di un’occasione con l’inserto di melodie dissonanti e l’utilizzo di strumenti particolari.  Le canzoni sono massacranti, ricche di riff e dinamismo, complice anche il growl di Älvestam sempre molto riconoscibile.

Certamente non è uno di quei lavori che rimarranno nella storia, soprattutto nella seconda metà del disco ci si distrae facilmente a causa di brani poco riconoscibili e piuttosto piatti. Eppure spacca e convince, anzi vista la bassa stagione in corso, un pensierino fatecelo, soprattutto se amate il Death Metal alla Svedese.

Tracklist:

1. Stepping Stone Agenda
2. Children of the Flames
3. Ghost Barrier
4. Ciniphes
5. Hill of the Poison Tree
6. Disaster Cage
7. On Wings of Brimstone
8. White Light / Black Rain
9. Tomb of Tephra
10. Waylayer 

Voto:

L’assaggio del disco:”On Wings of Brimstone”

“Una volta mi hanno sostituito con due cantanti, e se non ci credi ti prendo a pugni su quel naso gobbo”.

Annunci

6 commenti su “Miseration- Tragedy has spoken

  1. Mi ricordano degli Hypocrisy meno fantastiosi e ho pure un mezzo sospetto che il disco sia stato registrato presso gli Abyss studios. Concordo con i commenti sopra riguardo alla copertina. Sarà una figata andata in giro indossando la t-shirt con quella specie di blob spaziale che divora le città.

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...