Quel Rude Venerdì Metallico /47:Ieri Oggi e ‘sti cazzi.


Come hai scritto in una recensione qualche giorno fa, molti Metallari adorano rivalutare oggi quello che hanno schifato ieri. Il “Revisionismo Metallico”  è una costante che fatichi a digerire sia nel semplice chiacchiericcio che nei vari commenti in Rete o sulle pagine di qualche rivista. Per dire, quante persone avete conosciuto che hanno sputato su Blaze Bayley come se fosse un insulto all’umanità, per poi considerarlo una specie di mito oggi, rivalutando anche il suo lavoro con i Maiden?

Parecchie scommetto.

Ma è solo un esempio della capacità revisionista che infetta soprattutto chi ha fretta di giudicare ed è costretto a rivedere le minchiate che ha detto a suo tempo. Purtroppo di persone che giudicano e lanciano anatemi velocissimamente ce n’è a iosa, come si diceva qualche tempo fa.

Però non è solo una questione di fregole velocistiche nel giudizio, magari c’è qualcos’altro di più profondo che può riguardare anche chi ha un approccio più pacato.

Chissà se dietro c’è quel sentimento presente in ogni essere umano, quella specie di occhio benevolo verso il passato, quel modo di addolcire e rendere più gradevoli le cose che abbiamo perduto e che ormai sono un ricordo. Facendola semplice: pensate ad un disco che di fronte al passare degli anni e delle “cacate” pubblicate oggigiorno, si rivaluta all’occhio del nostalgico che ieri lo considerava un lavoro scarso.

Magicamente la merda di ieri diventa la cioccolata di oggi, come se il tempo avesse la capacità di migliorare la mediocrità.

Se “Louder Than Hell” era stupido nel ’96, oggi non può essere considerato alla stregua di “Operation:Mindcrime”. (A proposito l’avete sentita quella barzelletta chiamata “El Gringo”?)

Niente è scritto sulla pietra e le idee ed i giudizi degli uomini cambiano nel tempo, seguendo percorsi a volte tortuosi.  Il brutto rimane brutto però, nonostante la nostalgia e la mediocrità del presente.

Almeno credi…

Fate un buon week end, e domani non perdete la settima recensione del sabato .

 

 

 

Annunci

8 commenti su “Quel Rude Venerdì Metallico /47:Ieri Oggi e ‘sti cazzi.

    • Che il revisionismo metallaro mi fa incazzare, ma per certi versi è legato alla natura dell’Uomo sempre pronto a dare al passato un occhio addolcito dalla nostalgia o dal brutto presente. 🙂

  1. Allora avevo capito bene. Anche se pero’ sei un po’ drastico. Tutti cambiamo attimo per attimo in un processo continuo non dovuto solamente a nostalgia o delusione. Insomma ci pu’ anche essere un revisionismo soggettivo “naturale”, per cosi’ dire. Che a volte sarà rivalutativo, ma molte altre volte potrebbe essere anche svalutativo (a me capita di pensare a band che ascoltavo 15 anni fa e che ora non ascolto piu’, quasi schifato e vergognandomene quasi con me stesso… 🙂

    • Anche io ci ho fatto un post sull’argomento, quello sui cinque gruppi che in passato non avrei mai ascoltato. Quello che volevo sottolineare è l’aspetto totalmente “revisionista”. Una merda non può diventare capolavoro, allo stesso modo non è possibile un giudizio immanente.
      Insomma la cosa mi irrita quando è sfacciata, ma so che per certi versi è inevitabile…

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...