Unisonic-Unisonic


Complimenti a Kai Hansen e Michael Kiske per averti fregato, ci avevi proprio creduto in questo lavoro. Hai fatto male, ‘sto disco è come una donna sexy e desiderabile che scatena le più sfrenate fantasie, ma assolutamente deludente dopo la “prova materasso”. I due avevano capito che per arrapare i nostalgici degli Helloween epoca “Keeper..” ci voleva un pezzo heavy, melodico e ficcante. Così la title track in anteprima aveva assolutamente assolto a questo scopo. Niente di imprescindibile, ma gradevole e rimbalzante con quel riff così dinamico e le vocals limpide di Kiske.

Poi arriva la prova materasso: l’album intero e purtroppo già dal secondo brano, rockeggiante ma noioso come un film di Muccino, si comincia a delineare quella che sarà un immane delusione. Non è drammaticamente ributtante come il terzo però, una leggerissima canzoncina che sembra la sigla di qualche sitcom ameregana anni 80, irritante a livelli rari. Provate a pensare ai momenti più imbarazzanti e “poppy” degli Helloween e avrete un’idea.

Ormai comincia a farsi chiara l’idea che ‘sto disco sia una morbidosa accozzaglia di Hard melodico e qualche riffata più heavy, ed in effetti è così. Sia chiaro, non c’è nulla di male a fare Hard Melodico o AOR, ma questi sono brani  oscenamente noiosi.  Kiske canta benissimo, ma scrive dei pezzi mediocri, Kai Hansen ha smesso almeno su questo disco, di plagiare i riff dei Priest buttandosi però su brani troppo leggeri e allegrotti. Per dire, nel morbidume  si salva giusto “My Sanctuary”, ma è palese che il brano iniziale spacca le ossa a tutte le canzoni successive e ammazza tutto quel poco che c’è dopo. Va aggiunto che spicca per bruttezza l’imbarazzante ballad “No one sees me”, autentico martirio musicale.

Non fatevi abbagliare dalla title-track, il disco è noioso, potrebbe piacere ai feticisti di Hansen (tipo quelli che riescono a ciucciarsi i plagi di cui sopra) e Kiske. Ma c’è davvero poco da salvare, nonostante qualcuno in Rete sia riuscito a dargli dei voti sconsideratamente alti.

Certe fantasie è meglio che rimangano tali insomma…che “Unisola”!

Tracklist:

1. Unisonic
2. Souls Alive
3. Never Change Me
4. I’ve Tried
5. Never Too Late
6. Renegade
7. My Sanctuary
8. Star Rider
9. We Rise
10. No One Ever Sees Me

Voto:

L’assaggio del disco e l’unica cosa buona:

Il Gatto e la Volpe chiedono di affidare loro i vostri risparmi. Teneteveli in saccoccia…

Annunci

5 commenti su “Unisonic-Unisonic

    • Hai ragione, solo un sito serio può dare otto a ‘sta roba, mica i cazzari come me! L’lho recensito perchè m’hanno fregato ecco. Io non sono un fan strappamutande di Kiske o degli Helloween periodo “Keeper” però m’hanno fregato con la title track e tutti devono sapere a cosa vanno incontro! 😀 😀

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...