Ne Uccide più la Penna /4: Manowar (quarta parte)


Buon inizio di settimana a tutti, ormai un post di prima mattina sta diventando un lusso ma l’importante è esserci e tornare a posare gli occhi sulla migliore produzione “letteraria” in casa Manowar. La quarta ed ultima parte della nuova rubrica partita a colpo sicuro con il gruppo più tronfio del mondo.

 

1.Louder Than Hell

-Return of the Warlord

“Time To Burn You Losers Better Learn
No One Controls Our Goddamn Life
We’ll Do Just What We Feel Riding Horses Made Of Steel
We’re Here To Burn Up The Night”

“Tempo di bruciare voi perdenti fareste meglio ad imparare
Nessuno controlla la nostra dannata vita
Facciamo quello che sentiamo cavalcando cavalli fatti d’acciaio
Siamo qui per bruciare la notte”

Sono talmente indipendenti e fieri che quel “goddamn” Eric Adams lo ha pronunciato solo in studio, nelle versioni live preferisce il più volgare ed incisivo “fucking”.

“Losers Try To Put Us Down It’s Just Another Day
I Got No Money Or Big House Just Got Life
I Don’t Like To Save It’s More Fun To Spend
If You Like Metal You’re My Friend
And That Bike Out In The Yard Well That’s My Wife”

“I perdenti hanno provato ad abbatterci ma è solo un altro giorno,
Non ho denaro o una grande casa, solo una vita
Non mi piace risparmiare è più divertente spendere
Se ami il Metallo sei mio amico
E quella moto nel cortile è mia moglie” 

Notare che nella prima strofa si parla al plurale e in tutto il resto del testo al singolare, ma i concetti sono la cosa più interessante: una dichiarazione non da poco quella di avere una moglie a due ruote, può rivelarsi utile in molte occasioni, sesso escluso.  Ritorna il concetto che era stato espresso in “Metal warriors” dove si afferma di essere amici con chiunque ami il Metal. Certo, vallo a dire a Luca Turilli.

Nel video agevolato, viene illustrato come viene gestita la carta moneta in casa Manowar (minuto 7:50).

 “We Are The Undefeated We’re Not Living In The Past
We’re Here Tonight To Kick Some Goddamn Ass
Feel The Power Of The Wheel Lets Drink To Riding Steel
Livin Hard And Ridin Fast”

“Siamo imbattuti, non viviamo nel passato
Siamo qui stanotte per calciare qualche dannato culo
Sentite il potere della Ruota per cavalcare l’acciaio
Vivere Duro e cavalcare Veloce”

Non penso che necessiti di ulteriore esegesi  questo pezzo di incontrovertibile pensiero manowarro. Ricorre il “goddamn” che diventerà “fucking” ad ogni occasione futura.

-Brothers of Metal(part one)

“Brothers Of Metal
We Are Fighting With Power And Steel
Fighting For Metal Metal That’s Real
Brothers Of Metal Will Always Be There
Standing Together With Hands In The Air”

“Fratelli del Metallo
Combattiamo con il potere e l’acciaio
Combattiamo per il Metallo quello vero
Fratelli del Metallo ci saranno sempre
Ergendosi insieme con le mani in aria” 

L’ennesima variazione sul tema fratellanza nel Metallo con di nuovo l’inquietante immagine di gente che fa prendere aria alle ascelle. E comincia a puzzare davvero ‘sta roba…

“Let Us Drink To The Power Drink To The Sound
Thunder And Metal Are Shaking The Ground
Drink To Your Brothers Who Are Never To Fall
We’re All Brothers Of Metal Here In The Hall”

“Beviamo al potere, beviamo al suono
Tuono e Metallo stanno scuotendo il terreno
Beviamo ai vostri Fratelli che non cadranno mai
Siamo tutti Fratelli del Metallo in questa sala”

Un brindisi di quelli che si fanno a tarda notte, quando ormai la dignità e la capacità di formulare concetti sensati è seppellita da dosi ingenti di alcool.

“Our Hearts Are Filled With Metal And Masters We Have None
And We Will Die For Metal, Metal Heals, My Son”

“I nostri cuori sono pieni di Metallo e non abbiamo padroni
Moriremo per il Metallo, il Metallo  guarisce, figlio mio”

Il momento Vanna Marchi…se non paghi il tuo stereo muore!

Il resto dell’album ripete stancamente gli stessi concetti di mani alzate, coraggio, strane divinità pagane…non tediamoci oltre e saltiamo al prossimo disco.

2.Warriors of the World

-The Fight for Freedom

“Where the eagles fly I will soon be there
If you want to come along with me my friend
Say the words and you’ll be free
From the mountains to the sea
We’ll fight for freedom again” 

“Dove volano le aquile, presto sarò là
Se vuoi venire con me amico mio
Di le parole e sarai libero
Combatteremo per la libertà ancora”

L’immane trasporto di questa canzone verso l’anelito di libertà sacrosanto per ogni uomo, nasconde un classico messaggio guerrafondaio tipico del post 11 Settembre americano.

“So ring out loud for all the world to hear
From sea to shining sea
Let freedom ring and every man be king
To live as one through the years”

“Che risuoni forte che tutto il mondo ascolti
Dal mare al mare luccicante
Che la Libertà risuoni ed ogni uomo sia re
per vivere negli anni come uno”.

Tutto sto casino per vivere come un unico essere nella peggiore delle privazioni alla propria libertà personale? E che differenza c’è tra il mare ed il mare luccicante?

-An American Trilogy

“Oh I wish I was in the land of cotton
Old times they are not forgotten 
Look away, look away, look away Dixieland “

“Vorrei essere nella terra del cotone,
I vecchi  tempi non sono dimenticati
Guarda lontano, guarda lontano, guarda lontano Dixieland” 

Piazzata qui solo perchè sentire Eric Adams cantare ‘sta roba ti ha fatto ridere fortissimo per anni.

-Warriors of the World United

“Raise you hands into the air “

“Alzate le mani in aria”

Basta per favore, non ce la si fa più…

Basta davvero, non troverete altri concetti diversi da quelli illustrati finora, tra blood,thunder,steel,metal e i soliti vocaboli usati a ripetizione, si rischia di addormentarsi pesantemente, quindi prima che ciò accada congediamo i Manowar, sperando di aver fatto cosa gradita ad analizzare queste terribili strofe. Ma sinceramente adesso non se ne può più…”Gods of War” fatelo da soli, tanto è uguale agli altri.

Non guardate troppo questa foto, potreste pensare che sono le quattro tipe di Sex and the City...distogliete lo sguardo dal roscio Karl Logan presto!!

Lunedì prossimo una grande band vedrà i propri testi dissezionati nella rubrica più “curturale” del Metallo.

Vi segnalo le prime tre parti ed anche due speciali che hanno rimescolato il sangue a molti:

Ne uccide più la Penna /1: Manowar(prima parte)

Ne uccide più la Penna /2: Manowar (seconda parte)

Ne uccide più la Penna /3:Manowar (terza parte)

Manowar Fail and Kill Parte Uno

Manowar Fail and Kill parte Due

Annunci

10 commenti su “Ne Uccide più la Penna /4: Manowar (quarta parte)

  1. Massì, saranno coatti ma certe perle le tirano fuori e come.
    Li ho sempre sentiti prima di fare gli esami all’università.
    Certe volte ti svegli Powwwwweeeeerrrrr Metaaaaal e vai di Manowar a manetta.

    E poi sai quante volte il sabato sera tra amici ho pensato: one more beer and heavy metal and I’m just fine muahahahahh!!!!!

    • Beh è indubbio che anche io mi so esaltare come pochi in certi momenti con i Manowar…ma qui si raccolgono le migliori cagate. 😉

  2. E’ che sono stato fregato dalla scritta “Commenti Intelligenti” 🙂
    Comunque consiglio I Guerrieri del Metallo degli atroci, quelli si che sono epici!

  3. Comunque “from sea to shining sea” è un modo di dire inglese, significa tipo “da mare scintillante a mare scintillante” però suona meglio. occhio con le traduzioni che l’inglese è infido.

    • Grazie per la segnalazione, in effetti a volte è un terreno minato. Ma l’incoscienza è un bene e ci metto sempre una misura di licenza “demenziale” nelle traduzioni…

  4. oh ma dai…pigliare per il culo i Manowar è troppo facile. dovrebbe essere illegale, un po’ come sfottere i disagiati o, il banalissimo sparare sulla croce rossa.
    Lo so che hai fatto 4 (forse più) sequel del primo topic SOLO per avere tanti becero-fan che ti attaccassero
    quindi, anche se non mi entusiasmano, ora ti becchi 3 righe di insulti random

    hem hem

    Sigato poser del cavolo, tu nin capisci il vero potere dei fratelli del metallo, dei guerrieri dell’universo, bla bla bla, duri e puri e cattivi bla bla bla vai ad ascoltare Lady Gaga, bla bla bla, cacca molle, io sono un vero uomo (anche se ho la vagina) perchè ascolto loro e ho tutte le loro maglie. ecco

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...