The Gallery XXVI-Ed J. Repka “Total Annihilation” version


“Welcome I bid you welcome, the stuff inside the electric Gallery!!!” 

E ci mancava la citazione degli W.A.S.P. nella nostra seriosa Gallery, la migliore e più longeva Galleria d’arte con la “a” minuscola per la vergogna. Oggi avrete accesso alle nuove sale M, E, R, D, A che completano il padiglione ovest del complesso museale. Tutte dedicate ad un altro nome illustre, il quale riceve finalmente il giusto posto che merita nella “Gallery”: Ladies and Not-so-Gentleman, Edward J. Repka! Catastrofi di varia natura, zombies, alieni e mostri vi aspettano per notiziarvi che l’illustratore famosissimo per le cover di Megadeth e Death ha creato soprattutto robe indicibili.

Stringendovi le mani uno per uno, vi invitiamo ad entrare rivolgendovi un caro saluto:”è stato bello conoscervi!”.

1. Ma lo sa che lei è un bel…Volpino?

Se siete visitatori abituali della Gallery, saprete che spesso i lupi in copertina riescono a raggiungere dei livelli di aberrazione immensi. Repka topka cioè, toppa alla grande con questo volpino mannaro. Bellissimo il soggetto a sinistra che guarda attraverso le mani manco fosse Kubrick che studia un'inquadratura.

.

2. Citofonare ore pasti

I tremendi cancelli dell'inferno assomigliano ad un citofono di dubbio gusto. "Scusi c'è Lucifero?", "Chi è?", "So'io!" "Ah, Io...guarda è sceso un attimo a fare un girone" .

.

3. Disegnare con i piedi

Un immagine che ricorda il dungeon poco pulito di una Mistress sado-maso non svela l'inquietudine più grande: ma il piede destro del tipo da dove spunta?

.

4. Cattivo Marketing

Le piramidi occhiute in secondo piano vanificano prepotentemente il lavoro dell'alieno rettiloide che si affanna a convincere i passanti come un Testimone di Geova:"guardi la verità è nel triangolo verde! Venga a sentire il calore della luce verde gratuitamente." Finora solo quel tipo ci è cascato...

.

5. L’uomo di cioccolato

"MMMMMh buono l'uomo al cioccolato! In più è Kinder! Bianco fuori, rosso dentro". Fate finta di non vedere l'orecchino del mostro...

.

6. Volo in bagno

"Cosa avete da guardare? Mai visto un angelo volare?" No mai in quella posizione, con le gambette più corte delle braccia e una postura con dei chiari segnali di incontinenza. Non che quelli dietro siano meglio...

.

7. “District 9” non sei niente per Repka

I minacciosi calamari spaziali giungono a terrorizzarci!! Stanno palesemente precipitando a terra senza freni, basta guardare lo sguardo terrorizzato del mostro in primo piano. Fanno tenerezza il vermone a snistra, e la testa di aglio in alto a destra.

.

8. L’allegro “teschio-chirurgo”

Lo sfortunato Metallaro piazzato suo malgrado su un tavolo operatorio in discesa, presenta evidenti malformazioni fisiche e un viso enorme. Il teschio invece ricorda un'altra copertina ad opera di Repka. Quale?

.

9. Buffone? Me lo dicono tutti…

A proposito di autoplagi, Repka non si fa problemia plagiare più volte la più famosa e riuscita delle sue copertine, quella di "Peace Sells..." agevolata di seguito. Questa a differenza di quella auto-copiata fa veramente pietà...

10. Plagiati ancora, Repka!

A parte gli uomini e donne che corrono privi di prospettiva e scala, siamo sempre dalle parti di "Peace Sells...", al posto diRattlehead c'è il Kamikaze che somiglia a Sallusti, il direttore de "Il Giornale".

11. E lo ha fatto davvero!

.. no davvero basta. Il tizio sulla ruota è lo stesso essere deforme operato dall'allegro teschio chirurgo. L'ho riconosciuto a causa delle evidenti deformità.

12. L’attacco dei Cloni

Un esercito formato da cloni tutti uguali fronteggia un'armata lontana. Sorprende oltre alla somiglianza, la gobba che questi soldati sfoggiano senza vergogna.

13.Uai Em Si Ei

Il trio di demoni più gay della storia esce da un manto di erba sintetica pronto a terrorizzare i poveri umani. Con uno spogliarello...

14.Mangiando una donna di cartone

Repka fa meglio gli zombi delle donne, questa sembra un'insegna pubblicitaria, una sagoma cartonata di quelle a grandezza naturale che sembrano sempre innaturali. Ricordo quella di Baggio dei bei tempi, quello dei milioni di dollari alla IP.

15.Contenuti bonus aggiuntivi con commento finale e senza sovrapprezzo.

 

Questa personale rivela alcuni aspetti dell’arte di Repka:

  • -nelle copertine piazza sempre gli stessi grattacieli distrutti
  • -i mostri vestiti hanno tutti lo stesso completo
  • -quelli non vestiti se non sono zombi fanno ridere
  • -Non sa disegnare benissimo gli umani, le donne in special modo.
  • -piazza spesso in primissimo piano una figura che guarda dritto verso chi guarda

Mancano alcuni pezzi che non è stato possibile reperire da collezionisti privati, verranno magari ripubblicati in seguito nelle future “Gallery”. Ricordo che alcuni pezzi pregiati sono già in appartenenti al nostro patrimonio e potete reperirli nelle precedenti “Gallery”, basta cliccare l’immagine relativa nella colonna a lato.

Siamo consapevoli che una mostra di questo tipo sia disturbante per tutti…

Arriveduàr!!

5 commenti su “The Gallery XXVI-Ed J. Repka “Total Annihilation” version

  1. Pingback: The Gallery XXVII « Rude Awake Metal

  2. Pingback: The Gallery LIX (your blood!) « Rude Awake Metal

  3. Pingback: The Gallery LXXVI « Rude Awake Metal

  4. Pingback: Gruesome- Savage Land | Rude Awake Metal

  5. Pingback: The Gallery CLXXXI- Ed Repka II | Rude Awake Metal

Commenti intelligenti

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...